Come cucinare il grano saraceno in chicchi: tortino salato veloce

di

come cucinare il grano saraceno in chicchiIl grano saraceno, contrariamente al nome, non è un cereale ma è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle poligonacee, come il rabarbaro per intenderci. Questo “grano” è privo di glutine, può essere utilizzato da celiaci e intolleranti per preparare torte e piatti salati, ed è adatto anche ai diabetici grazie al suo basso indice glicemico. Oggi vediamo come cucinare il grano saraceno in chicchi e preparare un tortino salato con i funghi, ideale come secondo o piatto unico. 

Come cucinare il grano saraceno

Sono sempre molto affascinanti le storie e le vicende legate ai cibi e scopro ora che il grano saraceno potrebbe essere stato importato in Occidente dai Turchi o dai popoli Mongoli che arrivarono in Nord Europa partendo dalle regioni meridionali della Russia. Tanto mi incuriosiscono queste storie perché fortemente costitutive della nostra cultura, tanto mi annoiano i numeri, i principi nutrizionali e l’elenco di amminoacidi e vitamine presenti negli alimenti. Tuttavia bisogna menzionare che il grano saraceno ha una percentuale di proteine maggiore rispetto a cereali più diffusi, contiene 8 dei 9 aminoacidi essenziali, molte vitamine, fibre e minerali come il calcio.

Guardate bene i chicchi del grano saraceno: sono scuri e hanno una bellissima forma triangolare. Sono una meravigliosa creazione della natura e possono essere cotti esattamente come un risotto, utilizzati in insalate estive, come ripieno di verdure o di burger, oppure ancora in minestre al posto del riso o della pasta.

come cucinare il grano saraceno

La cottura del grano saraceno in chicchi

La cottura base dei chicchi di grano saraceno prevede, dopo un attento lavaggio, la tostatura in padella con un filo d’olio e l’aggiunta di acqua o brodo bollenti pari a circa il doppio del volume cuocendoli con coperchio, per assorbimento. Ricorda di lasciare una piccola apertura per far fuoriuscire il vapore. È gustoso e saporito e la consistenza è ruvida e rustica, per questo motivo lo trovo adatto a tortini di verdura e minestre.

Si può anche far germogliare, per un utilizzo raw. Più facile ancora è vedere il grano saraceno in forma di farina con cui si realizzano prodotti da forno o i più comuni pizzoccheri, tipica pasta della Valtellina.

Qui vi propongo un torta grano saraceno e funghi, ma perché non provarlo con delle verdure con un sapore ben marcato come la verza o il radicchio?

come cucinare il grano saraceno

Come cucinare il grano saraceno, tortino di grano ai funghi

Il tortino di grano saraceno ai funghi appare come un timballo di grano, molto umido, saporito e da gustare anche freddo.

Dosi per 2 persone

  • 120 g di grano saraceno in chicchi
  • 300 g di funghi (meglio pioppini, sono più saporiti)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 foglie di alloro
  • Olio extravergine di oliva per la cottura dei funghi quanto basta
  • Sale
  • Pepe nero macinato al momento
  • Prezzemolo fresco
  • Farina di mandorle (se celiaco) o pangrattato (se preferisci)
  • 40 g di farina di riso integrale
  • 20 g di lievito alimentare in scaglie
  • 100 ml acqua
  1. Per cucinare bene il grano saraceno inizia sciacquandolo bene, versalo in acqua bollente (abbondate) e leggermente salata e cuocilo molto al dente, toglilo almeno 7/8 minuti prima del tempo riportato sulla confezione.
  2. Intanto, pulisci i funghi pioppini con un pennello da cucina per eliminare la terra e tagliali a pezzi, falli rosolare in padella 8 minuti con un filo d’olio, l’aglio schiacciato e l’alloro, ricorda di salarli e peparli (se ti piace) leggermente. Aggiungi dell’acqua, pochissima, in caso si asciughino troppo e non cuocerli troppo.
  3. Prepara una pastella con la farina di riso, il lievito alimentare, un pizzico di sale e l’acqua, la consistenza dovrà essere tipo quella di una besciamella. Questo piccolo trucco lo uso spesso quando voglio legare un composto senza utilizzare uova. Guarda un altro esempio qui.
  4. Ora amalgama il grano saraceno e i funghi ormai cotti, aggiungi la pastella che servirà da legante, aggiungi abbondante pepe nero e prezzemolo.
  5. Fodera con carta forno una teglia e ungila d’olio, versa il composto e schiaccialo per bene, spolvera di pangrattato (o farina di mandorle se sei intollerante al glutine) e altro lievito alimentare.
  6. Inforna per 10/15 minuti a 190 gradi, poi altri 10 minuti con funzione grill fino ad ottenere una bella crosticina dorata.

Fai intiepidire prima di consumare il tortino di grano saraceno in chicchi e funghi.

Segnala un errore

Amo la cucina e l’arte, l’architettura e la natura al punto da confonderle. Per me la cucina è il luogo migliore per amare chi ho vicino ed è sempre occasione di sperimentarmi, imparare, sognare e talvolta rilassarmi.
La mia cucina è vegana e quando mi ricordo la condivido su “Io porto l’hummus“.

Commenta

Ultimi

Torna su