Torta salata senza uova e latticini

di
torta salata senza uova
Avete delle zucchine, melanzane, patate, peperoni o altre verdure in casa? La ricetta giusta per usarle allora è quella  della torta salata senza uova e latticini alle verdure miste, dai profumi mediterranei. Questa torta salata leggerissima l’ho preparata in occasione di un pranzo da un’amica: è fatta con pasta brisée salata all’olio con farina integrale, 100% vegana e farcita con tante verdure e aromi freschi.Per preparare torte salate non uso mai la pasta sfoglia del supermercato perché, oltre ad avere degli ingredienti di dubbia qualità (olio di palma e altri grassi), in genere ne apprezzo solo il bordo sfogliato e croccante. Preferisco quindi preparare a casa l’impasto che farcirò con verdure di stagione, zucchine, melanzane o quello che è disponibile.
Per preparare una buona torta salata senza uova con farina integrale, vegana, servono solo dei piccoli accorgimenti:

  • per l’impasto occorrono acqua, farina integrale (o semi-integrale) di buona qualità, olio e sale e l’impasto deve essere steso massimo 4 mm.

Tempo impiegato di preparazione della torta salata? 5 minuti netti. Al supermercato in 5 minuti non faccio nemmeno in tempo a capire cosa ha nel carrello la signora in coda davanti a me.

  •  nel ripieno, non utilizzando le uova, preparo una besciamella vegana densa, fatta con latte di soia o brodo vegetale.

A volte aggiungo alla besciamella anche una patata bollita schiacciata. Non è fondamentale ma aiuta ad avere un ripieno morbido e un po’ più legato.

Le combinazioni per le torte salate sono tantissime ma le mie preferite sono:

  • zucchine, patate e basilico;
  • cime di rapa e patate;
  • cipolle, erbe aromatiche olive nere e pomodorini secchi;
  • cavolfiore, curry e verza.

Qui ne propongo una che sa di estate e di vacanze e si ispira una pasta con le verdure che mia mamma. Fidati, è buonissima e come sempre cruelty-free.

Ricetta torta salata senza uova e latticini, alle verdure

Vegana

Preparazione:
Dosi: 23 cm; 6 persone

  • 400g farina integrale
  • 150 ml olio extravergine di oliva
  • 150 ml acqua bollente
  • 2 cucchiaini scarsi di sale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato

Per il ripieno della torta salata:

  • 1 melanzana
  • 1 peperone
  • 1 zucchina
  • 1 cipolla
  • Origano (o altri aromi: maggiorana, timo) q.b.
  • 40g farina 
  • 10 ml olio extravergine di oliva
  • 200ml latte di soia o brodo vegetale
  • Sale
torta salata senza uova e latticini
1. Taglia a cubetti di piccole dimensioni le verdure e trita la cipolla. Ungi man mano la padella e cuoci il peperone con la cipolla e il resto delle verdure separatamente salandole per perdere l’acqua di vegetazione agevolando la cottura limitando i condimenti. Cuocile al dente e una volta cotte riuniscile in una ciotola e condiscile con l’origano.2.Prepara una besciamella mischiando a freddo in un pentolino farina, sale e olio facendolo assorbire per bene. Aggiungi poco latte vegetale o brodo mischiando con una frusta per non far formare grumi, aggiungi il liquido restante.3.Metti sul fuoco e fai cuocere fino ad ottenere una salsa densa. Unisci la besciamella alle verdure e fai raffreddare completamente il ripieno. Intanto scalda il forno a 180°C.4.Prepara la pasta mischiando farina, sale e bicarbonato. Aggiungi l’olio e fallo assorbire per bene alla farina. Il migliore procedimento è quello di mettere questo composto tra le mani e sfregale tra loro in una sorta di sabbia.5. Fai bollire l’acqua e aggiungila all’impasto.

6. La farina risente molto dell’umidità circostante quindi metti un po’ meno dell’acqua indicata verificando la consistenza, se necessario aggiungi il resto.

7.Lavora l’impasto per qualche minuto e stendilo nella teglia spesso massimo 4 mm e bucalo con una forchetta. Ricorda di tenere i bordi alti per accogliere il ripieno! Una volta versato taglia l’impasto in eccesso lasciando un paio di cm di bordo. Ripiega il bordo verso l’interno e se hai ancora pasta fai qualche decorazione sulla torta.

8.Inforna la torta salata a 180°C per circa ma controlla la cottura, ogni forno è a sé. Ad esempio io dopo 40 minuti l’ho tolta dalla tortiera e l’ho rimessa al forno 5 minuti con il calore verso il basso.

Di

Segnala un errore

Amo la cucina e l’arte, l’architettura e la natura al punto da confonderle. Per me la cucina è il luogo migliore per amare chi ho vicino ed è sempre occasione di sperimentarmi, imparare, sognare e talvolta rilassarmi. La mia cucina è vegana e quando mi ricordo la condivido su “Io porto l’hummus“.

9 Comments

  1. Ricordo ancora bene la fragranza di questa torta. Mi è piaciuta moltissimo. Adesso l’unica perplessità che ho (prima di provarla) è sulla farina mi consigli una integrale 100% ? Non assorbono troppa acqua e grassi? Tu come ti sei trovata con la integrale ? Hai una marca da consigliare in particolare?

    • Ciao Stefania, scusa se rispondo solo ora.
      In generale non ho mai avuto problemi con l’integrale, quindi uso quella di grano o di farro sia per ricette dolci che salate perché mi piace il gusto e la consistenza rustica.
      Uso sempre farine integrali biologiche che sostituisco sempre a quelle raffinate senza problemi!
      Per prendere confidenza i consigli che ti posso dare sono di utilizzare farina T1 o T2 (meno raffinate rispetto all’integrale 100%), mischiare l’integrale a una farina più raffinata oppure ancora setacciare un po’ l’integrale in modo da trattenere crusca e cruschello e renderla più fine.
      In generale segui il procedimento indicato nella ricetta e cioè di aggiungere alla farina l’olio sfregandolo con le mani in modo da farlo assorbire bene, poi aggiungi il liquido. Io faccio sempre così sia per frolle dolci che salate.

      Spero di esserti stata utile!

  2. Perfetto, grazie. In effetti il procedimento di aggiungere prima il grasso (in questo caso l’olio) sarebbe lo stesso che adotto quando faccio la frolla con la farina di semola tipo in questa ricetta qui, https://www.lenius.it/fare-la-pasta-frolla-con-farina-di-semola-di-grano-duro/ Di certo sono abituata a farlo con il burro morbido e poi ad aggiungere le uova mentre tu aggiunti l’acqua. Usa solo farine T1 e T2 un po’ meno la integrale. Proverò come suggerisci a spezzare anche se credo che il segreto sia anche nella qualità della farina!

  3. Ciao Giorgia, questa torta è davvero invitante, deve essere deliziosa! Avrei 2 domande……. 1 la farina che usi per la besciamella è sempre integrale? …….2. Io ho usato la farina integrale un paio di volte, e devo dire che gli esperimenti sono ben riusciti e ogni tanto la uso…… Ho letto molto e infatti stavo pensando di usarla sempre, e non usare più farine raffinate 😉 …….. Uno dei miei dubbi è se setacciare la farina integrale, tu scrivi di “setacciare un po’ l’integrale in modo da trattenere crusca e cruschello e renderla più fine”. Però se faccio così, non butto via la parte importante della farina integrale, fibre sali minerali e le vitamine? Ciao grazieeeee laura

    • Ciao Laura! Scusa se ti rispondo solo ora. Sì, tendenzialmente uso sempre l’integrale e mi trovo bene, che sia di grano, di farro, di riso. Se voglio delle preparazioni più chiare cromaticamente uso la 1 o la 2. Per fare la besciamella o la crema tipo pasticcera uso anche quella di riso, mi piace molto!! Se sbirci tra le altre mie ricette la trovi.
      Per quanto riguarda il setacciare si tratta di farlo solo per eliminare un po’ di granulosità, non è un processo di raffinazione. In ogni caso il cruschello che ti rimane non gettarlo, aggiungilo alla farina rimasta per le prossime preparazioni. Il consiglio comunque è di comprare sempre farine integrali di ottima qualità perché accade che le farine raffinate vengano addizionate proprio con crusca e cruschello: alla vista possono sembrare integrali ma in realtà non lo sono. Verifica sempre tra la lista degli ingredienti che sia menzionata “farina di grano tenero integrale” o “farina di frumento integrale”. Prova a dare una lettura a questo articolo semplice e veloce: http://www.ilfattoalimentare.it/pane-integrale-finto-prodotti-crusca.html.
      Spero di esserti stata utile e buoni sfarinamenti 😉

  4. Ciao Giorgia, avrei una domanda.. hai mai provato a congelare questa torta salata?
    È molto buona, ma non so come reagisce la pasta integrale congelandolo.
    Grazie mille!

    • Ciao Silvia! Domanda interessante ma non saprei risponderti perché trovo il procedimento abbastanza rapido per poterla prepara al volo.
      Se hai problemi di tempo penserei più che altro a cuocere solo le verdure.
      Cosa ne pensi?
      Giorgia

  5. Ciao Giorgia, grazie non solo per la ricetta, ma anche per le preziose ed utili informazioni che dai 🙂 Non ho solo capito una cosetta, posso chiederti? “In ogni caso il cruschello che ti rimane non gettarlo, aggiungilo alla farina rimasta per le prossime preparazioni.” Ma se nelle prossime preparazioni devo sempre setacciare, accumulo sempre cruschello, no? 🙂 Quali sono le preparazioni dove non setacci? Grazie ciao Milly

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: