Alimenti per il buonumore: cosa mangiare per migliorarlo4 min read

5 Aprile 2016 Cucina -

Alimenti per il buonumore: cosa mangiare per migliorarlo4 min read

Reading Time: 4 minutes
alimenti per il buonumore

Alimentazione e buonumore sono strettamente collegati, incredibile quanto sia vero. Quello che mangiamo ha il potere di influenzare la nostra sfera emotiva, anche se raramente ce ne rendiamo conto, e può in effetti migliorarla. Un buon sonno e una buona energia sostengono l’umore ma ci sono alcuni specifici alimenti per il buonumore, da mangiare sicuramente di più in Primavera, che ci consentono di affrontare al meglio le giornate, fisicamente e mentalmente. Il triptofano, per esempio, è un aminoacido essenziale al nostro umore che possiamo prendere da molti cibi comuni come quelli suggeriti in seguito.

Il nostro umore risente del cambio di stagione, soprattutto in Primavera. L’organismo, per adattarsi alle variazioni di temperatura e a quelle della luce, tende a produrre una maggiore quantità di cortisolo, anche conosciuto come l’ormone dello stress. Quest’ultimo, se in eccesso, ci fa sentire ancor più tesi e svogliati.

Alimenti per il buonumore: perché scegliere questi cibi

alimenti del buonumore

In giornate particolarmente impegnative, l’inquietudine che si irradia e si manifesta con fastidi allo stomaco e all’intestino trova sollievo in alimenti ricchi di potassio. Il potassio è un minerale che ha azione miorilassante e decontratturante, in grado quindi di sciogliere le tensioni muscolari. Entrano così in scena alimenti come le acciughe, l’ananas, l’avocado, le banane, il cioccolato, i fagiolini, i gamberi, le patate, le pesche, i pomodori, le zucchine, giusto per suggerirne alcuni. L’azione di questo minerale si estende alle terminazioni nervose, compiacendo il sistema nervoso, centro di controllo di ogni impulso e risposta organica.

Carboidrati

Tra gli alimenti per il buonumore i carboidrati ci regalano quel senso di acquietamento, tanto da favorire e conciliare il sonno anche a chi, invece, riesce a dormire poco e male. Essi infatti contengono il triptofano, precursore della serotonina. Si tratta di una sostanza che agisce con azione sedativa del sistema nervoso, distendendolo, sia della melatonina, che regola il nostro ritmo sonno-veglia. E così l’insonnia può risolversi con un soddisfacente primo piatto all’ora di cena.

Cioccolato

La presenza di triptofano nel cioccolato spiega la dipendenza che possiamo provare da questo alimento. Trenta grammi al giorno di cioccolato di buona qualità e cioè fondente, costituito unicamente da pasta di cacao e zucchero, rappresentano una dose ragionevole e un incentivo per il nostro benessere.

Limone

Avvolti dal torpore primaverile siamo comunque trascinati da ritmi di vita frenetici, inevitabili. Abbiamo, per prima cosa, bisogno di una carica energetica non indifferente. Il limone, preso ogni giorno, attiva il ciclo di Krebs, processo biochimico che fornisce energia a tutte le cellule, migliorando la capacità delle funzioni organiche. Del limone, in particolare la scorza è un concentrato di oli essenziali con proprietà salutari, da tenere a mente. In futuro, torneremo sugli oli essenziali dedicandogli un intero articolo, per comprenderne e specificarne le straordinarie virtù.
alimenti per il buonumore

Fragole

In primavera troviamo le primissime fragole, profumate, saporite e succose, A chi non piacciono? Le fragole rappresentano un pieno di sali minerali e tanta Vitamina C. Sono dissetanti, rinfrescanti, depurative, antinfiammatorie, cardiotoniche. Ottime in dieta dimagrante grazie alla presenza di iodio che stimola sensibilmente il metabolismo.

Mandorle

Possiamo approfittare delle mandorle, il cui litio contenuto è un efficace stabilizzatore del tono emotivo: quindici/venti mandorle al giorno, perché no! Non fanno ingrassare, promesso. Sul litio si potrebbe dire molto altro, è un metallo prezioso per il cervello, stabilizzatore dell’umore, efficace anche per, l’ippocampo, un’area preposta alla memoria.

Agretti, pinoli, uova, calamari e alimenti ricchi di calcio e sali di bromo…

Il calcio, altro minerale, neuromodulatore, a cui si deve la modificazione degli impulsi nervosi in senso calmante. Fonte di calcio sono gli agretti, i calamari, i ceci, i pinoli, l’uovo, il latte principalmente, sebbene non sia gradito a tanti, e lo yogurt naturale intero.
Non dimentichiamo l’azione sedativa, rilassante, degli alimenti contenenti sali di bromo che si trasformano in bromuro: le fragole, i mandarini, il melone, il cavolfiore, i ravanelli, i pomodori, etc.

Aglio

Avrei molto da dire sugli straordinari ‘poteri’ dell’aglio, troppo poco apprezzato a causa dell’odore sgradevole, ma non mi dilungo, avremo modo di riparlarne. Al di là delle spiccate proprietà nutrizionali, potremmo considerarlo l’alimento anti-depressivo per eccellenza. Sostiene il tono dell’umore e predispone l’intero organismo a una condizione di benessere.

Insomma, la natura ci mette a disposizione un’ampia varietà di cibi anti depressivi naturali e energetici a beneficio della salute, ma sta poi a noi saperli scegliere e associare correttamente, a nostro vantaggio. Per vedere come associare gli alimenti per restare in forma stimolando il metabolismo guarda la tabella qui. Per vedere quali alimenti possono peggiorare o migliorare le allergie primaverili guarda qui.

CONDIVIDI

Naturopata esperta di bionutrizione, scrivo di buona alimentazione, quella per cui non è necessario privarsi del piacere di mangiare al fine di raggiungere e mantenere il peso-forma e star bene. L'alimentazione può condizionare l'umore, la concentrazione, la resa energetica, fisica e mentale. Mangiare bene significa mangiare meglio ;-) Mi trovate anche sul mio blog.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU