Asta Fantacalcio 2017 – 2018: come costruire una squadra vincente

di

Come negli anni scorsi Le Nius vuole esservi d’aiuto per farvi arrivare preparati al momento clou dell’estate: l’asta del fantacalcio 2017 – 2018. Dovreste ormai conoscere il nostro lavoro estivo: vi presentiamo qui uno schema generale (aggiornato con i più recenti movimenti di mercato) che prova a semplificare la gestione delle spese per costruire la vostra rosa.

Se ci avete seguito negli anni scorsi avete probabilmente vinto il fantacalcio, se non lo avete fatto avete qualche possibilità in più leggendo la nostra guida. Il sistema che vi presentiamo è costruito sulle percentuali di spesa, quindi è valido per ogni tipo di budget: poco importa che abbiate un tetto di 250, 500 o 800 crediti. L’importante è non sforare di troppo rispetto alle varie tipologie di giocatore. I consigli sono riferiti a una lega da 8-10 squadre, ma possono essere utili per ogni tipo di competizione. È chiaro che al diminuire dei partecipanti le rose aumentano molto il loro livello medio, per cui potrebbe valer la pena puntare su meno scommesse e più giocatori dal rendimento assicurato.

A ogni modo le aste variano molto da lega a lega, ma qui cercheremo di darvi delle linee guida generali che possono esservi d’aiuto e indicarvi la strategia migliore da seguire.

Due i consigli sui moduli: scegliete il 3-4-3, che consente di avere più giocatori offensivi possibili, oppure il 4-3-3, ma solo nel caso in cui nella vostra lega ci sia il modificatore difesa. Attenti: è bene aver chiaro fin da subito il modulo con cui si vuole schierare la propria squadra, l’asta deve essere fatta anche in base a questo aspetto.

Asta Fantacalcio 2017: come costruire una squadra vincente

Nell'asta si parte dai portieri, come ha fatto il Milan
Gianluigi Donnarumma [facebook.com/ACMilan]
Asta Fantacalcio 2017 – Portieri

Quella del portiere, non ci stancheremo mai di ripeterlo, è una scelta fondamentale per non rendere inutili i bonus guadagnati dai giocatori di movimento. Il portiere, infatti, vive più sui minus che riesce a evitare che non sui più rari bonus (un rigore parato, la porta inviolata in alcune leghe più sperimentali). Considerate che è quasi un miracolo trovare un estremo difensore che strappi una media fantacalcistica del 6 a fine stagione e che la gran parte viaggia tra il 4 e il 5.

Inoltre, gran parte delle fortune di un portiere dipendono dalla difesa che si trova davanti: considerate quindi l’attitudine difensiva della squadra, prima di prendere una decisione sul vostro numero 1. 

Parlando in termini puramente economici, è bene non trovarsi subito a corto di crediti in partenza: dando per scontato che ogni asta inizi dal valore 1, vi consigliamo di non andare mai oltre il 10% della vostra spesa, ma se riuscite è bene riuscire a stare sotto questa soglia, soprattutto se non volete gettarvi nelle aste per i top player. 

Nella scelta dei portieri le opzioni da percorrere sono sostanzialmente due:
– prendere il “grande nome” e aggiungere le sue due riserve nel club di appartenenza. Buffon, Szczęsny e Audero sono chiaramente il terzetto migliore, avendo a mente quanto spiegato sopra, ma anche il trio del Milan, con i due Donnarumma e Storari può dare garanzie, soprattutto considerando la media voto tendenzialmente alta di Gigio.
– prendere due titolari e la riserva del migliore dei due, operazione che può diventare più o meno costosa, ma anche relativamente intelligente se si valuta al meglio la griglia dei portieri. Un incrocio interessante sembra essere quello tra Chievo e Sampdoria, che giocheranno contemporaneamente in casa solo due volte nello stesso girone. Sorrentino + Seculin, coppia portieri del Chievo storicamente solido in difesa e Viviano della Samp, potrebbe essere un trio interessante e non troppo caro. 

Asta Fantacalcio 2017 – Difensori

Caldara, ultima stagione all'Atalanta...
Mattia Caldara [facebook.com/caldara.mattia1]
Il 18-20% del budget predefinito dovrebbe essere sufficiente a creare una buona rosa difensiva, ma se avete intenzione di schierare la difesa a 4 si può spendere qualcosina in più, soprattutto per i primi 5 nomi del pacchetto.

Prendete un giocatore in grado di garantire gol, assist o entrambi: tra questi Alex Sandro resta in assoluto il numero uno, ma spesso paga il turn over di Allegri. Interessanti i due nuovi terzini del Milan, Conti e Rodriguez, così come Dalbert dell’Inter. Aggiungete poi un centrale solido, dalla media voto costante, meglio se pericoloso sulle palle ferme: De Vrij è l’ideale, ma anche Astori, Chiellini, Acerbi fanno parte della categoria.

Il terzo difensore titolare può anche essere una sorpresa; potrebbe trattarsi del neo acquisto della Roma Karsdorp, che potrebbe conquistare il posto da titolare, o per chi vuole osare Bruno Gaspar, terzino da poco approdato alla Fiorentina. Il quarto, come ogni “prima riserva” deve valere i titolari: cercate tra gli esterni e tra i centrali il possibile Mattia Caldara del 2017-2018 (ad esempio Ferrari, passato dal Crotone alla Samp, potrebbe esplodere definitivamente).

Per le altre riserve cercate un mix di giocatori di esperienza dal posto assicurato (Toloi, Moretti, Danilo) solitamente rintracciabili tra le squadre di medio-bassa classifica, e giovani di belle speranze (Miangue, Lirola, Milenkovic). Un’altra opzione è prendere la riserva di uno dei vostri titolari (Abate se avete Conti, Calabria se avete Ricardo Rodriguez) in modo da avere un’opzione valida anche in caso di turnover.

Asta Fantacalcio 2017 – Centrocampisti

In generale per il centrocampo non dovreste superare il 30% del vostro budget, ma se avete intenzione di giocare sempre con la linea a 4, potete sforare un po’, specie se avete risparmiato in difesa. Qui l’asta comincia a farsi seria, e anche la strategia diventa importante.

Il primo centrocampista deve essere una sorta di quarto attaccante, l’ala di turno o il trequartista non inserito nella lista tra i giocatori più offensivi (Perisic, Bonaventura tra quelli già conosciuti, Douglas Costa e Calhanoglu tra i nuovi arrivi). Ma può essere anche un centrale a cui piace inserirsi e cercare la porta: se state pensando ad Hamsik e Nainggolan, i due migliori centrocampisti della scorsa stagione, state pensando bene.

Anche il secondo centrocampista deve avere un certo fiuto del gol, può essere uno di quei giocatori che nelle aspettative iniziali parte un filo dietro i top player, ma poi si dimostra essere molto valido. Kessié, Milinkovic-Savic, Borja Valero, Khedira, ecc. Sono questi giocatori molto importanti perché solitamente hanno un rendimento più costante rispetto alle ali, che spesso alternano voti alti a prestazioni sottotono.

Se non riuscite a prendere un top player, occhio a non strapagare giocatori di medio livello: puntate piuttosto su una rosa “lunga” perché anche un centrocampo con 5-6 giocatori di pari valore può fare la differenza.

Attenzione ai “medianacci” dal gol facile: segnano, a volte anche tanto, ma prendono un sacco di rossi e gialli, rischiando di diventare un boomerang (vero, De Rossi?). Utilissimi a completare il reparto sono gli elementi dal 6,5 “facile”, meglio se intelligenti ragionatori di centrocampo (i Jorginho e i Cristante del caso). Se proprio dovete prendere qualche “randellatore” fategli posto in panchina, così da avere sempre le spalle coperte a livello numerico. Chiudete il reparto andando a caccia di sorprese in rampa di lancio o dei punti di forza delle squadre medio-piccole: alcuni esempi possono essere Joao Pedro del Cagliari, D’Alessandro, passato dall’Atalanta al neopromosso Benevento, Bessa del Verona, pronto ad esplodere anche in A dopo la buona stagione dell’anno scorso in serie B (8 gol).

Asta Fantacalcio 2017 – Attaccanti

L’attacco è ovviamente la zona del campo più importante del gioco, quella che può garantirvi più bonus e dove l’asta impazzirà. Dovreste arrivare a questa fase con almeno il 40% delle risorse disponibili, meglio se con qualcosa in più, in alcune aste sproporzionate si arriva fino al 70%. Puntate subito sui top player: è stato dimostrato che il prezzo di un giocatore tende a salire dopo le prime chiamate, per poi scendere sul finale dell’asta. Di conseguenza, i primi giocatori battuti all’asta potrebbero essere acquistati a un prezzo più conveniente.

Chi prendere all'asta in attacco?
Edin Džeko [facebook.com/edindzeko]
A calciomercato ancora aperto la situazione dei top player dell’attacco non è ancora del tutto definita, ma si parte da alcune certezze: Higuain, Icardi, Dzeko, Belotti, Mertens. Guideranno l’attacco delle rispetteve squadre e saranno sicuramente molto prolifici. Sta al vostro sesto senso capire su chi puntare di più. Higuain e Icardi, sono continui da più anni, gli altri 3 vengono dalla migliore stagione della loro carriera: non è scontato che si ripetano. Chiuderà la prima fascia l’attaccante del Milan, che dovrebbe essere un nome importante, e appena dietro Ciro Immobile, chiamato a ripetersi dopo il buon 2016-2017 e Paulo Dybala, che non paga in classe agli altri, ma nella nuova posizione più arretrata vede un po’ meno la porta e i bonus. 

Strappare un top player è quasi d’obbligo se si vuole avere sogni di gloria, ma serve accompagnarlo ad altre punte di qualità con tanti bonus in tasca. Seconda e terza scelta in attacco pesano quasi quanto la prima: bisogna essere bravi a capire chi sarà in grado di riscattarsi, chi si ambienterà al meglio in Serie A, chi continuerà con buone medie-gol e quali sono i giovani pronti ad esplodere. Si può puntare sul sempreverde Borriello, sulla consacrazione di Schick o soprattutto su quegli esterni prolifici come Callejon, Insigne, Papu Gomez. Chiudere il trio di titolari con un bomber di provincia: Destro, Falcinelli, Lapadula sono alcuni degli esempi più interessanti della categoria.

Ancora più difficile sarà pescare gli ultimi giocatori del reparto offensivo, a cominciare dalla prima riserva, fondamentale perché spesso andrà a finire nel trio di titolari: puntate sulle punte di riferimenti di squadre di medio-bassa classifica (Paloschi, Budimir, Pazzini) o su qualche giovane di sicuro affidamento, probabilmente a prezzi un po’ più alti (Petagna, Babacar). Se avrete fatto bene i conti potrebbe rimanervi qualcosa nel portafoglio per aggiungere un altro attaccante di buon livello, magari pescando da una neopromossa, mentre per il sesto e ultimo elemento dovrete centrare il colpaccio puntando su una sorpresa. Un’improvvisa esplosione di Rijad Bajić all’Udinese, ad esempio, potrebbe cambiare la vostra stagione.

Asta Fantacalcio 2017 – 2018: il riepilogo dei consigli

Carta, matita, iPad, calcolatrice,...
@Mike Fleming

Se vi siete persi per strada, ecco una tabella in grado di rinfrescarvi le idee. E in bocca al lupo!

Portieri: percentuale del budget: 8-10%

Opzione 1:
Top player
: 8-9%. Esempi: Buffon, Donnarumma, Handanovic
Prima riserva: 0,5%
Terzo portiere: 0,5%

Opzione 2:
Portiere titolare: 5-6%. Esempi: Sorrentino, Sirigu
Riserva del primo portiere: 0,5%
Portiere titolare/2: 3% Esempi: Viviano, Cragno

Difensori: percentuale del budget: 18-20%

Top player: 5-6%. Esempi: Alex Sandro, Conti, Rodriguez, Dalbert, Koulibaly, Bonucci, Zappacosta
Secondo titolare: 4-5%. Esempi: Caldara, Miranda, Manolas, Romagnoli, Chiellini, De Vrij, Benatia
Terzo titolare: 3%. Esempi: Skriniar, Musacchio, Acerbi, Astori, Albiol, Hysaj, Izzo
Prima e seconda riserva: 1-2%. Esempi: Toloi, Barreca, Andreolli, Silvestre, Danilo, Rossettini
Rincalzi 0,5-1% Esempi: Murru, Costa, Mbaye, Miangue, Camporese, Oikonomou

Centrocampisti: percentuale del budget: 28-30%

Top player: 7-9%. Esempi: Hamsik, Nainggolan, Douglas Costa, Perisic, Candreva, Bonaventura, Pjanic, Calhanoglu, Iago Falque, Joao Pedro
Secondo titolare: 5-7%. Esempi: Milinkovic-Savic, Felipe Anderson, Bernardeschi, Birsa, Chiesa, Saponara, Ljajic, Perotti
Terzo e quarto titolare: 4%. Esempi: Badelj, Biglia, Borja Valero, Jorginho, Khedira, Baselli, Cristante, De Rossi, Hiljemark, Kessié
Prima riserva: 3%. Esempi: Freuler, Torreira, Gagliardini, Cigarini, Lucas Leiva, Jankto, Fofana
Seconda riserva e rincalzo: 2%. Esempi: Ciciretti, Bertolacci, Zielinksi, Praet, Stoian, Ionita
Tribuna: 0,5-1%. Esempi: Bessa, D’Alessandro, Djuricic, Nalini, Hagi

Attaccanti: percentuale del budget: 40-45%

Top player: 14-18%. Esempi: Icardi, Higuain, Belotti, Dzeko, Mertens, Dybala, Immobile
Secondo titolare: 9-11%. Esempi: Borriello, Andre Silva, Callejon, Insigne, Gomez, Keita
Terzo titolare: 6-8%. Esempi: Thereau, Falcinelli, Destro, Lapadula, Mandzukic
Riserve: 3-5%. Esempi: Paloschi, Budimir, Pazzini, Babacar, Petagna
Tribuna
: 1%. Esempi: Bajić, Orsolini, Baez, Puscas, Centurion

Giocatori Fantacalcio 2017-2018: leggi le guide di Le Nius

1. Come costruire una squadra perfetta
2. 
Come scegliere i portieri
3. Come scegliere i difensori
4. 
Come scegliere i centrocampisti
5.
Come scegliere gli attaccanti

Segnala un errore

"L’ideologia, la religione, la moglie o il marito, il partito politico, il voto, le amicizie, le inimicizie, la casa, le auto, i gusti letterari, cinematografici o gastronomici, le abitudini, le passioni, gli orari, tutto è soggetto a cambiamento e anche più di uno. La sola cosa che non sembra negoziabile è la squadra di calcio per cui si tifa" (Javier Marías)

28 Comments

  1. il 50% del nostro budget è 300, che sarà il costo del top player in attacco.
    secondo me porta e difesa hanno percentuali troppo alte (almeno per come giochiamo noi), per il resto, i consigli mi sembrano buoni.

    • Ciao Andrea e grazie del commento. Ogni asta è differente, molto dipende da come si gestiscono i tuoi compagni. In ogni caso, credo che 50% per un solo giocatore, pur essendo un top player, è davvero tanto. Pensa a quanti giocatori puoi comprare con la stessa cifra, anziché prenderne uno solo. Puoi valutare di rinunciare al nome top, eventualmente, e creare una rosa molto più profonda, con un centrocampo robusto e qualche uomo gol non di primissima fascia, ma che comunque ti dà garanzie.

    • Ciao Antonio, a mercato chiuso aggiorneremo i post (che comunque sono in aggiornamento) con le ultime novità. Trovi tutto nei link a fine articolo.

  2. Ciao Beppe e grazie per gli utili consigli. Domanda: se ti trovassi a dover affrontare un’asta online da 10 partecipanti a buste chiuse con più tornate (alla prima devi offrire per i 25 della rosa, dalla seconda in poi per i posti rimasti vuoti), quale strategia adotteresti? Grazie

    • Ciao Giorgio e grazie a te dei complimenti. L’asta a busta chiusa è sempre un terno al lotto. Di regola ti direi di puntare da subito su due categorie di giocatori: i top player (un paio per ruolo) in modo da non restare senza grandi nomi e le sorprese, in modo da anticipare gli altri con i tuoi assi nella manica. C’è da dire che con la busta chiusa conta molto meno la strategia e molta più la fortuna. In bocca al lupo!

  3. C’è poi tutto il discorso della gestione dei crediti e delle strategie del portiere per l’asta del fantacalcio. Comunque quest’anno sarà importante per chiunque avere un bel “blocco Juve” nella propria rosa, almeno 3 giocatori!

    • Ciao Roberto, ancora un paio di settimane di mercato e alla fine di luglio troverai i nostri primi articoli con suggerimenti e analisi.

  4. Ciao e grazie dei consigli! Per quanto riguarda il numero di giocatori in rosa appartenenti alla stessa squadra, che consigli date? L’anno scorso ne avevo cinque della Fiorentina (Tatarusanu, Astori, Sanchez, Bernardeschi e Ilicic). A stagione in corso mi ero resoconto che prenderne troppi della stessa squadra era stato un rischio, vista la stagione negativa della Viola. . .

    • Ciao Federico, tendenzialmente non è una buona idea avere troppi giocatori della squadra, a meno che la squadra non è una molto forte. In questo modo condizioni molto il tuo rendimento a quello di una squadra, per cui se è la Juve va anche bene, se è la Spal insomma. In generale ti direi mai più di due giocatori della stessa squadra per reparto e mai più di 4 in assoluto.

    • Ciao Alessandro, Milik è un giocatore rischioso. L’impressione è che giocherà ma non con tanta costanza, ma è vero anche che quando gioca il gol è molto probabile. Utilissimo nelle leghe piccole (a 6 o 8), il rischio è che nelle leghe maggiori costi molto e non renda per quanto speso. Diciamo terza punta se la quarta è titolarissima.

  5. Salve avete per caso esperienza in quanto a mercato a buste chiuse? Ho fatto la prima esperienza l’anno scorso e devo dire che ho messo a punto una strategia stravincente… ma mi rendo conto che molto dipende anche dalla fortuna e sicuramente chi ha più espetienza di me in questa tipologia può indicarmi cose di cui tener conto. .. grazie! 😉

    • Ciao Luigi, l’asta in busta chiusa è molto complessa e soprattutto ha regole molto diverse da una lega all’altra. Il consiglio che posso darti è di provare a scombussolare le carte in qualche caso, mettendo con ordine di priorità alta un giocatore dal nome meno altisonante su cui sei certo del rendimento.

  6. anch’io partecipo ad una lega con modalità busta chiusa…come suddividereste i budget per ruolo ai fini della composizione della rosa tenendo in considerazione che nel caso della lega a cui partecipo specie per gli attaccanti top possono arrivare oltre i 200 su 500.
    Infine chiedo a Luigi quale sia stata la sua strategia vincente…grazie!

    • Ciao Roberto, premesso che non mi piace questa modalità di mercato perché c’è troppa casualità nell’acquisizione dei giocatori, il mio consiglio è di non rischiare di puntare sui top per ruolo, rischieresti di impegnare troppi crediti penalizzando il resto della rosa e senza avere la certezza di ottenere quel giocatore tra l’altro… ad Esempio per Higuain o Icardi il rischio è grosso… per i giocatori di 2a-3a fascia mi sono attenuto alle percentuali piu o meno come sono consigliate in questo blog e poi mi sono tenuto un paio di slot per ruolo per puntare qlk credito su ottimi giocatori nella speranza che nessuno li puntasse (esempio clamoroso DZEKO con 6 cediti, puntando sul fatto che l’anno prima è stato un flop). Ovviamente serve anche molto intuito e soprattutto FORTUNA senza la quale non si va da nessuna parte! 😉

  7. Ciao Luigi e grazie per la risposta. Come te, anch’io non sono entusiasta della modalità a buste chiuse laddove la fortuna credo prevalga su ogni strategia che si adotti…comunque dato che non c’è verso di convincere i miei colleghi di optare per la classica modalità all’asta, ti chiedo su quali giocatori hai preferito puntare e quanto hai speso per coloro che ti sei aggiudicato…quest’anno vedo molto bene di francesco, tanto per citarne uno a centrocampo, come sorpresa ma quel gol al torino scombussola il tutto dato che il nostro mercato inizia dopo la 2a giornata…

    • Premetto che anch’io farò il mercato a settembre a mercato chiuso… senza mettere in mezzo i top player ti dico: DIF- Acerbi(top che può costare meno), Ghoulam(mercato?), Miranda, Masiello, Zappacosta, Silvestre; CEN- Verdi, Di Francesco, J.Pedro, Birsa, Kessie, Zielinsky, Lulic; ATT- Callejon, Pavoletti(se a Cagliari). Tutti giocatori su cui punterei per posto assicurato e rendimento certo! In Attacco è una lotteria, inutile dire he in top sono Higuain, Icardi, Belotti (Mercato?) e Mertens, davanti a Dzeko e Immobile, poi Dybala e Insigne.

  8. Buongiorno! Trovo le vostre percentuali di budget interessanti, ma data la situazione nella mia lega, ho qualche dubbio legato all’attacco:
    Siamo in 10, le aste non partono da 1 ma dalla quotazione FantaGazzetta, e l’anno scorso, utilizzando le vostre percentuali, non sarei stato in grado di avvicinarmi minimamenteai top players. Insomma, per i vari Icardi Higuain e compagnia, i miei avversari avevano speso il 25-27% del budget. É vero che abbiamo introdotto ora il modificatore, ma credo che non tutti i miei avversari modificheranno le strategie di conseguenza.
    Mi chiedevo quindi, perché non usare il 442, anziché il 433, come modulo di base? Potrei permettermi due attaccanti da tribuna ed essere in grado di arrivare ad un top player. Meglio due attaccanti forti che tre mediocri. Che ne pensate?

    • Il consiglio che possiamo darti, Sylver, è di usare strategie differenti. In tal senso puntare sul 442 può essere una soluzione, e in quel caso potresti puntare a due sorprese in attacco, che magari ti svoltano la stagione 😉

  9. Nei vari post ho letto che alcuni di voi fanno l’asta in busta chiusa. Sapreste consigliarmi un sito attraverso il quale è possibile gestire senza intoppi questa modalità di asta. Negli anni precedenti abbiamo partecipato al fantacalcio proposto dal Corriere dello Sport, in quanto permetteva tale modalità, ma purtroppo permette di fare una sola “tornata” di asta in busta chiusa rendendo così problematica e poco soddisfacente la fase successiva per il completamento della rosa dei giocatori.

Commenta

Ultimi

Torna su