Penne spinaci e ricotta2 min read

21 Maggio 2014 Cucina -

Penne spinaci e ricotta2 min read

Reading Time: 2 minutes

[divider scroll_text=”Veg à porter: penne spinaci e ricotta”]
Salutiamo l’estate in arrivo con le penne spinaci e ricotta, una pasta “tiepida” e leggera che ben si sposa al clima di Maggio e Giugno.

La ricetta è semplicissima e di veloce esecuzione, quindi, in caso non l’avessimo in casa,  utilizziamo il tempo extra per andare al supermercato a comprare delle penne integrali o di farro, in modo da potenziare l’effetto rinfrescante sull’intestino di ricotta e spinaci.

In caso necessitiate di motivazione supplementare, indossate il costume da bagno e guardatevi allo specchio prima di andare a fare la spesa. È quasi Giugno, tesore e tesori. * musica di Psycho suona in sottofondo *

L’idea in più

Questo piatto si presta anche ad essere trasportato in un lunch box e fornisce all’incirca 450 kcal a porzione. Aggiungeteci un bel frutto di stagione (o due piccoli) ed il vostro pasto sarà completo e bilanciato.

Ricetta per le penne spinaci e ricotta

>Dosi per 4 persone

  • 320 g di penne integrali (di farro)
  • 200 g di ricotta vaccina o di pecora (è più leggera)
  • 300 g di spinaci freschi
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • una manciata di semi di sesamo tostati

 

Procedimento

Laviamo bene gli spinaci e li facciamo bollire per qualche minuto in acqua non salata. Una volta scolati e strizzati li facciamo saltare in una padella già calda con un filo d’olio, l’aglio schiacciato e un pizzico di sale. A questo punto togliamo gli spinaci dal fuoco e li mescoliamo in una spaghettiera o insalatiera con la ricotta.

Nel frattempo cuociamo la pasta, al dente, in acqua salata. Dopo averla scolata la versiamo direttamente nella ciotola con la ricotta e gli spinaci. Aggiungiamo i semi di sesamo tostati, aggiustiamo di sale e serviamo.

@Special*Dark
@Special*Dark

 

Non dimenticando di immortalare la nostra “fatica” (maddove!) su Instagram con l’hashtag #vegetarianocasual.

Foto in copertina | thebittenword.com

CONDIVIDI

Mercante di parole giramondo. Mentre si dedicava allo studio delle humanae litterae nascosto dentro una giara di rupie, è naufragato sulle coste dell’arcipelago giapponese dov’è scampato alla morte venendo colpito in testa da un funghetto 1UP. Ha divorziato dai carboidrati complessi e benché si possa pensare che sia pigro, tecnicamente è solo impostato in modalità risparmio energetico perché mangia solo cibo ipocalorico.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU