5 trucchi per la Food Photography

di


Spesso ci viene posta la domanda: come fare a fotografare il cibo? Lungi dal volersi porre qui come dei fotografi professionisti a svelarvi i segreti per diventare il prossimo food photographer dell’anno, oggi, vi proponiamo i nostri 5 trucchi per la Food Photography. Con noi stanno funzionando!

Bisogna tener presente che solo dopo diversi tentativi e molta pratica si migliora e si impara a mostrare il lato migliore delle nostre creazioni culinarie.  Qualche idea semplice  per cominciare è quella di armarsi di pazienza e curiosità, di una fotocamera digitale e una persona a cui propinare tutti i manicaretti che preparerete e fotograferete. Seguite poi questi 5 trucchi e vedrete che ben presto le vostre foto miglioreranno.

1. Usa luce naturale

Con il vostro cibo in una mano e la fotocamera nell’altra spostatevi vicino ad una finestra. Questo significa che dovrete cercare il punto della vostra casa dove la luce filtra al meglio, possibilmente in modo diffuso. Le ore migliori per scattare possono essere quelle del mattino presto o del primo pomeriggio. Attenzione infatti alla luce diretta (raggi solari diretti sul soggetto) che indurisce il risultato, aumentando l’intensità delle ombre. Appena diventerete più esperti potrete giocare con la luce e i tempi di esposizione e fare delle foto uniche e molto particolari.

@ravanellorosapallido.com
@ravanellorosapallido.com

2.  Scatta in modalità manuale

Se possibile, non usare le fotocamere compatte a meno che non consentano la scelta di alcune impostazioni manuali (Iso, o apertura del diaframma, per esempio). Ci sono in commercio delle macchine fotografiche compatte che lo permettono e costano sicuramente meno di una reflex digitale. Io consiglio di cominciare con una macchina fotografica usata e di usarla sempre in modalità manuale anche se non sappiamo cosa significano tutti quei numeri e simboli, a furia di sbagliare impareremo a conoscerla. Impostate gli Iso (che esprimono la sensibilità della ex pellicola alla luce) sui 100 Iso e scattate con tempi medi (se potete sceglierli).

Ciambellone gluten free
@ravanellorosapallido.com

3. Prepara il set e i “props”

Il vostro cibo ha bisogno di un piatto, una forchetta, un cucchiaino e una tovaglietta su cui appoggiarsi e entro cui incorniciarsi per bene. I props sono le stoviglie, i tessuti e tutto ciò che viene usato per la scenografia. Attenti alla scelta dei materiali, che non siano per esempio troppo lucidi, plasticosi o troppo bianchi, altrimenti possono creare dei riflessi con la luce poco gestibili. Il bianco in particolare lo lascerei da parte per un po’, finché non diventate più abili perché può essere difficile da riprodurre. Userei materiali il più naturali possibili.

@ravanellorosapallido.com
@ravanellorosapallido.com

4. Immaginazione

Questo non è un esercizio facile e si ottiene solo allenandosi un po’. Bisogna sviluppare l’immaginazione provando, cambiando spesso angolazione e stravolgendo, se necessario, il nostro primo approccio al soggetto. In un certo senso va “estratta dai nostri occhi” l’immagine che vorremmo scattare, che è li da qualche parte, nella nostra mente, ma che non siamo ancora riusciti a tradurre in concreto con la macchina fotografica. Sforziamoci quindi di immaginare la foto prima e di provare a scattarla dopo. In questo ci aiutano le nostre fotocamere digitali che ci permettono di scattare e cancellare quelle che non sono come avremmo voluto. Senzanomew

5. Usa un cavalletto

Fatevi fare un bel regalo al prossimo compleanno: un buon cavalletto. Non è sempre possibile infatti produrre delle foto a fuoco e nitide, con una luce accattivante senza un cavalletto. Anche se spesso non rende facile il cambio di angolazione (diciamo che vi muoverete molto meglio con la macchina fotografica al collo) il cavalletto vi permetterà di mettere anche degli elementi umani nella foto senza bisogno di aiuto. Per esempio, le vostre mani che mostrano o preparano il cibo. Mettetevi davanti alla camera con il vostro dolce in mano e divertitevi a trovare l’angolazione che più vi piace.

@ravanellorosapallido.com
@ravanellorosapallido.com

Vi abbiamo convinti a provare con questi 5 trucchi per la food photography?

Al prossimo food photography Friday, #fpf, #foodphotography.

Foto in copertina| Istelleinad

Segnala un errore

Indologa, ex cooperante all'estero, fa ricerche di antropologia applicata al sociale, i patrimoni culturali e la cooperazione per lo sviluppo sostenibile (qui) e scrive progetti. Ha un blog. Per Le Nius, editor, pr, Instagrammer e formatrice. food@lenius.it

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

abitudini alimentari degli italiani

Quali sono le abitudini alimentari degli italiani?

Le scelte alimentari ci raccontano storie di famiglie, di migrazioni, di cambiamenti nel tempo, di identità culturali: quanto spendono gli italiani per mangiare? Dove mangiano? Fanno colazione? Guardiamo ai dati Istat per saperne di più.
Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Torna su