Fantacalcio 2015 e calciomercato: volti nuovi della Serie A

di
Fantacalcio 2015
@Marc W

Il mercato è povero, ma qualcuno è arrivato. Non è più il tempo di accogliere gente come Ronaldo, Zidane e altre stelle che hanno calcato i campi di Serie A quando le casse erano piene. Oggi i giocatori più in vista del mercato italiano provengono da trasferimenti interni (Iturbe è l’esempio cardine) oppure sono reduci da una stagione difficile, in cerca di rilancio. Anche per questo è difficile trovare, tra chi ha passato le Alpi per entrare nei nostri confini, un giocatore che possa cambiare volto alla vostra squadra del Fantacalcio 2015. Molti degli innesti provenienti da campionati esteri fanno parte del reparto difensivo e hanno un grande bagaglio d’esperienza, più che il sacro fuoco della gioventù da far esplodere sul rettangolo di gioco. Ed infatti tra gli 11 acquisti a basso costo suggeriti solo uno, Koulibaly, arriva dall’estero (Genk, società belga).

Fantacalcio 2015: consigli sui volti nuovi

Il primo in ordine di tempo ad aver abbracciato la causa della Serie A è stato Nemanja Vidic, annunciato quando lo scorso campionato non era ancora terminato. È un grande saltatore, dominante nel gioco aereo, ma nelle ultime tre Premier League ha segnato un solo gol, anche a causa dei tanti infortuni. La vera incognita, per lui, sarà proprio la tenuta fisica. Le capacità non sono in discussione e la bacheca personale è lì a dimostrare di che pasta è fatto.

A inizio estate è stata la volta di Alex, al momento ritenuto un titolare nella difesa del Milan anche se il precampionato non è stato esaltante. Calcia le punizioni, spesso scegliendo la soluzione di potenza. Partito Balotelli non vediamo grandissimi specialisti tra i rossoneri. Potrebbe essere una buona arma al Fantacalcio, ma dovrà rapidamente salire di condizione. Il campionato italiano, pur in netto calo qualitativo, non è quello francese.

Discorso analogo per Rafa Marquez. È un giocatore sublime, in carriera ha fatto anche il centrocampista arretrato in una squadra come il Barcellona e al pari di Alex sa come piazzare il pallone da fermo (di precisione, non di potenza). Ha il posto assicurato, anche per lui il vero ostacolo è la carta d’identità (classe 1979), ma gioca in una squadra dove il centravanti titolare è due anni più vecchio di lui. Si chiama Luca Toni, nell’ultima Serie A ha toccato quota 20 gol.

La sorpresa potrebbe essere Stefan De Vrij, 22 anni, acquistato dalla Lazio dopo lo “scippo” di Astori da parte della Roma. Ha disputato un ottimo Mondiale e nell’ultima Eredivisie ha segnato 4 gol. Lo manda Van Gaal, occhio alle sue zuccate.

Fantacalcio 2015
@Live4Soccer(L4S)

Il fattore esperienza ha contagiato anche il reparto esterni, soprattutto tra le due ultime dominatrici del campionato. La Juventus ha preso Evra, un passato in Italia nelle serie minori (Monza e Marsala) prima di vincere tutto con il Manchester United. È una scelta rischiosa perché ha un concorrente forte in Asamoah, a meno che Allegri non decida di utilizzare il ghanese solo a centrocampo visto il passaggio alla difesa a quattro. Ashley Cole di concorrenza dovrebbe averne di meno (c’è Emanuelson, all’occorrenza Torosidis), ma sembra anche in parabola molto discendente. La classe potrebbe non bastargli per rilanciare la carriera.

Il centrocampo è forse il reparto più povero di acquisti interessanti. Il Napoli ha rafforzato il suo con Jonathan de Guzmàn, playmaker reduce dal Mondiale in Brasile dopo due stagioni allo Swansea. Quattro reti nell’ultima Premier, cinque in quella precedente. La nota positiva, guardando al Fantacalcio, è che in 34 partite nel 2013/2014 è stato ammonito una sola volta. Pochissimo per un centrocampista centrale.

Ben diversi i profili dei due ‘pitbull’ acquistati dall’Inter, Medel e M’Vila. Pochi gol e tanti gialli. Saranno utili a Mazzarri, meno ai fantatecnici.

Se cercate un nome in grado di spiazzare la concorrenza, ve ne offriamo uno: Guilherme, centrocampista brasiliano dell’Udinese. Come ha ammesso Andrea Stramaccioni, è stato il primo giocatore richiesto alla dirigenza. I bianconeri hanno spesso pescato il coniglio dal cilindro e l’ultimo centrocampista scovato dal tecnico è stato Kovacic. Qualche gol in carriera lo ha segnato. Segnatevi il nome, assieme a quello di Edenilson, nuovo esterno sinistro del Genoa. In estate ha ben impressionato, ma su quel lato corre Antonelli. Sopravanzarlo nelle gerarchie non sarà facile.

Fantacalcio 2015
@PSG World

Dulcis in fundo, i “cavalli di ritorno”. Ce ne sono tre che meritano, per ragioni diverse, una menzione. Due di questi sono sbarcati a Milano, il primo è Jeremy Menez. Parte con i galloni del titolare, è una “testa calda” ma è il classico giocatore da inserire in rosa a stagione in corso (per chi gioca nelle leghe online con migliaia di partecipanti) o da prendere e tenere temporaneamente da parte. Dovrete essere bravi a capire quando è il momento di utilizzarlo, per quattro o cinque partite di fila sarà il vostro valore aggiunto. Anche per questo rischia di essere un’arma a doppio taglio. Il secondo giocatore tornato in Italia (ma ha giocato in prestito nella Juventus fino allo scorso maggio) è Pablo Daniel Osvaldo. Mazzarri lo stima e vuole utilizzarlo sia come prima che come seconda punta. Salvo imprevisti farà tante partite. I gol li ha sempre segnati.

Il terzo giocatore tornato in Serie A va tenuto in considerazione soprattutto per chi gioca nelle leghe con quotazioni fisse: Emiliano Viviano, costa pochissimo e dovrebbe difendere i pali della Sampdoria. Nota negativa: la retroguardia doriana non è impenetrabile.

Leggi anche: Fantacalcio 2014/2015: 11 acquisti a basso costo

Segnala un errore

Realizzatore di sogni parzialmente mancato, giornalista sportivo riuscito. Segno che qualcosa è andato per il verso giusto, dai venti in poi. Sostenitore convinto della necessità di pensare e divulgare, meglio se in un pub, peggio se in discoteca. Scrittore per diletto, con la fortuna di vivere del mio lavoro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Torna su