Come influisce la tecnologia sulla vita dei ragazzi?

di

Le Nius va a scuola: abbiamo incontrato le terze medie dell’Istituto Vittoria Colonna di Milano, gli abbiamo raccontato cos’è Le Nius, come si scrive per il web e abbiamo provato a rispondere alle domande dei ragazzi. Poi abbiamo invitato chi lo desiderava a scrivere un post. Stefano Grillo, Silvia Basellini, Ruggero Rocchelli e Alice Russo hanno lavorato a questo articolo.

tecnologia e ragazzi

La tecnologia accompagna da sempre l’evoluzione umana, dal fuoco alla ruota, dal motore all’elettricità, dal telefono a internet. Ciò che è cambiato negli ultimi decenni è la velocità dei cambiamenti tecnologici e la loro diffusione massiva nella popolazione.

Adolescenti e giovani fanno un gran uso in particolare di due invenzioni tecnologiche, internet e i videogiochi, ed è per questo che ce ne occupiamo.

Tecnologia e ragazzi: internet

Internet è ormai diventato uno strumento indispensabile non solo per gli adulti, ma anche per i ragazzi. Non è possibile evitare ogni contatto dei bambini e dei giovani con i media digitali, e non sarebbe nemmeno sensato, poiché questi ultimi sono molto utili anche per le attività scolastiche e offrono numerose opportunità.

Dove ci sono opportunità, si nascondono tuttavia anche rischi. Internet può creare dipendenza, i bambini e i giovani possono essere vittime di trappole nelle reti sociali, i loro dati personali possono essere oggetto di abuso. Per questo è importante che i bambini e i giovani imparino a valutare criticamente i contenuti, riconoscano i possibili rischi e sappiano come proteggersi.

In agguato ogni giorno, in particolare, c’è il cyberbullismo. Sempre più spesso i soprusi succedono anche nello spazio virtuale dei media digitali usati per diffondere, tramite internet o cellulare, messaggi, immagini o filmati spregevoli e diffamatori. In poco tempo, le vittime di cyberbullismo possono vedere la propria reputazione danneggiata in una comunità molto ampia, anche perché i contenuti, una volta pubblicati, possono riapparire a più riprese in luoghi diversi.

Molte persone, tra cui anche bambini e giovani, affidano ad internet dati e immagini personali aderendo a social network e forum, scrivendo e-mail, partecipando a concorsi e chat room o rispondendo a sondaggi.

Inoltre, i fornitori di servizi quali i motori di ricerca e le applicazioni raccolgono e conservano a loro insaputa parecchi dati. Una volta pubblicati su internet, infatti, le foto, i video e le opinioni possono essere diffuse in rete e i dati personali utilizzati da imprese a fini pubblicitari e commerciali.

Tecnologia e ragazzi: i social

tecnologia e ragazzi

All’interno del fantastico mondo di internet rivestono un ruolo crescente, in tutte le fasce di età, i social network. Cosa sono dunque questi social di cui la maggior parte delle persone sembra non poter fare a meno?

Per i giovani nati dopo il duemila è scontato avere a che fare con i social network, ma alcuni adulti potrebbero aver bisogno di un ripassino: i social network sono dei servizi di rete sociale il cui scopo è la gestione dei rapporti sociali, la comunicazione e la condivisione di ogni tipo di contenuto personale.

I ragazzi sono grandi utilizzatori di social network. Tra i più usati ci sono: WhatsApp, Facebook, Instagram, Snapchat, YouTube, Twitter, Musical.ly, Ask.

A cosa servono i social network? Queste piattaforme servono per creare e mantenere uno o più rapporti interpersonali, ma possono essere usati anche come mezzi di comunicazione o strumenti di svago. Il loro scopo principale è la condivisione dei contenuti anche se questa, come poi vedremo, ha diversi livelli.

Quasi tutti i contenuti che conserviamo nei nostri cellulari, computer o altri apparecchi elettronici possono essere messi in rete o come spesso si dice condivisi. I contenuti maggiormente condivisi sono immagini e video. La loro condivisione può rappresentare anche un pericolo, come abbiamo già accennato.

I social network possono anche creare dipendenza. Spesso ci capita di essere schiavi del nostro cellulare: appena sentiamo la suoneria squillare, il suono dei messaggi che arrivano, le notifiche dei post o dei vari social ci precipitiamo a sbloccare lo schermo e controllare cosa è successo in quel momento in cui non avevamo il telefono sotto al naso.

Se si oltrepassa un certo limite, questo atteggiamento può renderci schiavi davvero. Occorre sempre mantenere un equilibro, sapendo comunque che la solitudine nel ventunesimo secolo è sbloccare lo schermo e non trovare nessuna notifica.

Tecnologia e ragazzi: i videogiochi

Altra diavoleria tecnologica molto utilizzata dai ragazzi sono i videogiochi. Ah, i videogiochi, che belli che sono. Niente di meglio di una partita, spesso e volentieri. Impiegano il nostro tempo, ci fanno divertire e ci portano in un mondo lontano ed appassionante.

Nel bene e nel male i videogiochi influenzano la nostra vita. Giocano ai videogames 25 milioni di persone, quasi 1 italiano su 2. I videogiochi sono molto diffusi anche in età scolare.

Sui videogiochi si è già detto tanto: possono favorire obesità, ansia, depressione, alienazione dalla vita reale, sedentarietà, e, per chi ne è soggetto, epilessia. C’è però anche una buona notizia: alcuni videogiochi, sempre se usati in modo responsabile, allenano davvero il cervello e migliorano la capacità di apprendimento. Sono i cosiddetti brain games, i giochi intelligenti, che nascono come strumento per tenere in forma il nostro cervello. Usiamoli!

Immagini | verkeorg

Segnala un errore

Alcuni redattori di Le Nius sono andati a scuola a raccontare il progetto di Le Nius, dando indicazioni per scrivere articoli online. Molti alunni ci hanno quindi inviato dei pezzi che abbiamo letto, sistemato e pubblicato. Crediamo ne valga la pena.

Commenta

Ultimi

posti più inaccessibili del mondo

I 10 posti più inaccessibili al mondo

I posti più inaccessibili al mondo suggeriti per noi dai ragazzi delle terze medie dell’Istituto Vittoria Colonna. Dalla Fossa delle Marianne all'Area 51!
6-giochi-che-non-deludono

6 videogiochi che non deludono le attese

Ci sono videogiochi che appassionano per pochi giorni e altri con delle buone idee ma male sviluppate. E poi ci sono questi 6 giochi cui continuiamo a giocare dopo settimane, mesi. Anni.

I 5 posti più particolari di Milano

I posti più particolari di Milano suggeriti per noi dai ragazzi delle terze medie dell'Istituto Vittoria Colonna. Conoscete già le case a forma di fungo?

I 5 posti più trendy di Milano

I posti più trendy di Milano suggeriti per noi dai ragazzi delle terze medie dell'Istituto Vittoria Colonna. Vi va una passeggiata sui tetti della città?

I 5 posti più romantici di Milano

I posti più romantici di Milano suggeriti per noi dai ragazzi delle terze medie dell'Istituto Vittoria Colonna. Pronti a stupire la vostra dolce metà?
Torna su