Neologismi romanisti (parte 2)

di

Sono passati quattro mesi dal primo numero di questa rubrica (neologismi romanisti, parte 1). E in questi quattro mesi sono cambiati allenatore, aspettative e posizione in classifica.

La lingua, si sa, è in continua evoluzione e quindi, sempre in rigoroso ordine alfabetico vi continuiamo a proporre l’evoluzione del linguaggio giallorosso, sperando che la Crusca si accorga di noi.

neologismi romanisti (parte 2)Neologismi romanisti (parte 2)

Certaldomania: amore e interesse per la cittadina toscana che ha dato i natali a Luciano Spalletti detto anche Lucianone da Certaldo. Se volete un consiglio, non andateci ché è brutta. Apprezzatela da lontano sognando un mondo bello.

Dechiesizzare: Se ne parla spesso quando le tematiche relative ai nuovi poli urbani e alla gentrificazone vengono portate all’attenzione dei cittadini da giornalisti e sociologi. Nello specifico si parla di Dechiesizzazione quando diventa necessario rimuovere le chiese dai centri di villaggi abitati.

Kebabevo: ovvero il secolo del Kebab. Tipo quando andate dal kebabbaro di Numidio Quadrato e chiedete tutto, ma senza cipolla. L’equivalente giallorosso è nelle partite in cui giocano insieme Salah ed El Shaarawy, note appunto anche come l’epoca del Kebabevo.

Petaloso: sì esisteva già da prima! E che la Crusca si metta l’anima in pace: sto con Totti, sto con Spalletti, sto con Totti, sto con Spalletti, sto con Totti, sto con Spalletti. E via così. Per tanti petali. Tipo m’ama non m’ama ma col finale più thrilling.

Radioculeggio: di chi lavora in una radio privata e brandendo in mano una licenza di terza elementare vuole dettare l’agenda setting di Trigoria. O anche chi non è mai uscito dal tunnel della curva ed è stato capace di prendere in giro un editore facendogli credere di essere capace di fare una trasmissione di quattro ore dove tra un verbo e un complemento viene emesso un insulto verso la proprietà americana o un sempreverde e democristiano daje Roma daje. Per es. Mario radioculeggia un sacco di ascoltatori.

Vittoria: trattasi di falso neologismo. Parola poco vicino alla sponda romanista che sta a significare portare a casa tre punti e buon umore per qualche giorno. Attualmente è possibile trovare questa parola all’interno di frasi tipo: sesta vittoria consecutiva.

(Continua…)

Segnala un errore

Anche noto come Coso. Classe 1981, attualmente in vita. Nasce brutto e povero e non potendosi permettere di cambiare vita chirurgicamente è costretto a vendere il suo corpo al giornalismo, ma nessuno se lo compra. Casca, si rialza, non se rompe. È tipo il pongo. Scrive cose, fa lavatrici.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

vox 2 box ep 52

Vox 2 Box – Episodio 52 (2×22): Der Kommissioner

L'episodio numero 52 di Vox 2 Box si tuffa nel mondo delle elezioni FIGC con l'ospite Fulvio Paglialunga, scrittore e giornalista, uno dei maggiori esperti delle dinamiche della politica sportiva in Italia.
Torna su