Fantacalcio: Toni fa buon brodo; il ritorno di Amauri

di
@F. Tronchin
@F. Tronchin

Tre doppiette in Serie A, bonus a pioggia per gli appassionati di Fantacalcio che hanno avuto lungimiranza. Non era facile, infatti, puntare a inizio stagione su Luca Toni, reduce da un’annata buona ma non fantascientifica a Firenze. Il centravanti sta vivendo una seconda giovinezza a Verona, così come Kakà nella sua nuova avventura al Milan. Il brasiliano non è però una sorpresa paragonabile a quella destata dal centravanti, perché tornato nel suo habitat doveva solo ritrovare la miglior condizione.

Il terzo giocatore a siglare due gol in una sola partita è stato Dries Mertens, olandese del Napoli ormai esploso al San Paolo. Nelle tabelle delle quotazioni è un centrocampista, nei fatti è un attaccante esterno che segna con grande regolarità.

Padelli si guadagna la palma del migliore tra i pali (due gol subiti ma anche un rigore parato) mentre Lucarelli si prende la scena con un gol alla Mancini che, oltre al +3, vale un voto molto alto in pagella.

Non manca la presenza della Juventus, ormai ospite fissa della miglior formazione settimanale. Entrano Bonucci, uno dei tre difensori a segno in A, e Vidal. Resta fuori Vucinic in attacco, scavalcato dalle prodezze di Miroslav Klose e Amauri. Chissà che il gol segnato contro il Torino non sblocchi il brasiliano, da tenere d’occhio per il mercato di riparazione.

Un altro nome per gennaio è Francesco Lodi: la sua quotazione è scesa ai minimi storici dopo sei mesi di buio totale al Genoa. Tornato al Catania ha segnato un rigore e servito un assist da fermo a Bergessio. Da prendere senza pensarci.

Formazione della settimana (3-4-3): Padelli (Sassuolo); Rodriguez (Fiorentina), Bonucci (Juventus), Lucarelli (Parma); Vidal (Juventus), Lodi (Catania), Kakà (Milan), Mertens (Napoli); Toni (Verona), Klose (Lazio), Amauri (Parma).

Segnala un errore

Realizzatore di sogni parzialmente mancato, giornalista sportivo riuscito. Segno che qualcosa è andato per il verso giusto, dai venti in poi. Sostenitore convinto della necessità di pensare e divulgare, meglio se in un pub, peggio se in discoteca. Scrittore per diletto, con la fortuna di vivere del mio lavoro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Torna su