Cos’è Google Allo, la nuova app di messaggistica istantanea

di
cose google allo
@Garry Knight

In un panorama di app di messaggistica istantanea dominato da WhatsApp e apparentemente già saturato da suoi vicini parenti come Telegram e Messenger sembrava non esserci più spazio per la concorrenza. Ma Google deve aver pensato diversamente, dal momento che è ormai imminente il lancio del suo Allo, una chat che riprende molte delle caratteristiche dei concorrenti più diffusi e che ne aggiunge altre uniche e particolari. Vediamone alcune in dettaglio!

Cos’è Google Allo? Risposte veloci e predizione del testo

Allo promette di imparare le nostre abitudini di risposta. Se siamo soliti rispondere a foto di animali o bambini con un cuoricino, se reagiamo alla condivisione di link con il pollice alzato, se ricorriamo spesso all’onomatopeico “hahaha”, l’app ci suggerirà queste risposte automaticamente, permettendoci di selezionarle rapidamente senza scrivere né cercare tra le emoji. Più useremo Allo, più il nostro stile diventerà definito.

Dimensioni del testo

Mantenendo premuto il tasto di invio dopo aver scritto un messaggio potremo modificare le dimensioni del carattere. Basterà scorrere il dito verso l’alto per aumentarle e verso il basso per ridurle. Così Google ci permetterà di urlare e sussurrare, insomma di favorire un’interpretazione più completa delle nostre parole.

cose google allo

Editor foto

Nel momento in cui condividiamo una foto tramite Allo, potremo modificarla attraverso un editor con cui aggiungere testo o disegnare a mano libera.

Adesivi

Oltre alle comuni emojis, Allo avrà a disposizione centinaia di adesivi unici disegnati da artisti indipendenti e studi grafici di tutto il mondo. Per gli amanti delle conversazioni condite da disegni o quando le parole non bastano…

Assistente Google

Forse è la funzionalità più importante e quella che potrebbe decretare la differenza di Allo dalla concorrenza. Semplicemente digitando @google nel mezzo di una conversazione potremo cercare (scrivendo o parlando) quello che ci serve e condividerlo in tempo reale, senza uscire dall’app. Esiste inoltre la possibilità di chattare direttamente con l’Assistente Google, per ottenere informazioni generali e personalizzate (appuntamenti, risultati di partite, orari, articoli di interesse), come già in parte avviene con Google Now.

Modalità incognito

Sarà possibile crittografare le conversazioni e stabilire una durata per i nostri messaggi, in modo da favorire la privacy dei nostri contenuti. In questa modalità non funzioneranno né l’assistente, né i suggerimenti per le risposte rapide.

Allo è scaricabile gratuitamente dal Play Store di Google e dall’App Store di Apple e non c’è dubbio che tutti i futuri telefoni Android ne avranno una versione pre-installata.

Riuscirà il colosso di Mountain View a fare breccia nei nostri smartphone?

 

Segnala un errore

Classe '85, divido il tempo tra la moglie e i tre figli e le più svariate passioni. Amo la lettura, la scrittura (ho pubblicato cinque romanzi) ed i videogiochi, non disprezzo fumetti, calcio, cinema e cucina. Eterno bambino, amo la vita e credo che sia troppo breve per non interessarsi a... tutto!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Gimme5, qualche domanda a chi la usa

Una raffica di domande a uno studente che usa Gimme5 per i suoi piccoli investimenti: "Chi sei? Quanto usi questa app? Quanto ci hai guadagnato?".
Torna su