Tutto su Horizon: Zero Dawn, esclusiva PS4 in uscita a marzo

di

horizon zero dawn

Horizon: Zero Dawn è una nuova IP, esclusiva per PlayStation 4, sviluppata da Guerrilla Games ed annunciata per la prima volta all’E3 2015. Dopo mesi di speranze per un suo rilascio entro il 2016, la data ufficiale di uscita è stata confermata per il 1° marzo 2017, un ritardo legato alla necessità di ottimizzare e testare tutte le caratteristiche di un titolo che promette di impegnare i giocatori per decine di ore tra missioni principali e secondarie, esplorazione, combattimenti e sviluppo del personaggio. Facciamo il punto su una delle novità più attese del prossimo anno.

Horizon: Zero Dawn: cos’è

Horizon: Zero Dawn è un action game open world con elementi RPG ed ambientazione fantascientifico-futuristica. In un contesto post-apocalittico, la natura ha preso il sopravvento sull’uomo, che conduce la sua esistenza in tribù primitive dedite alla caccia e in lotta per la sopravvivenza. Ma il mondo è dominato dalle Macchine, creature robotiche dalle sembianze di enormi animali, o dinosauri: alcune tribù ne sono minacciate, altre cercano di combatterle, altre ancora le sfruttano per i propri interessi.

Nel gioco impersoneremo Aloy, una ragazza emarginata dalla sua tribù con grandissima abilità nel combattimento, che mette al servizio della sua caccia alle Macchine e della lotta contro le popolazioni nemiche. Esplorando nei suoi panni il vasto mondo aperto del gioco, del quale volutamente i trailer hanno finora mostrato solo alcune ambientazioni ma che Guerrilla promette essere vario e ben caratterizzato, la accompagneremo alla scoperta dei misteri della sua storia.

La mappa sarà infatti costellata di oggetti e ruderi appartenenti alla civiltà antica e spetterà a noi raccogliere, esplorare e dipanare le ombre per comprendere gli eventi che hanno trasformato il mondo e portato le Macchine a controllarlo.

horizon zero dawn

Gameplay e grafica

Le fasi di combattimento mostrate nei video trailer e nei gameplay finora lasciano ben sperare in quanto a varietà e coinvolgimento. La strategia, la rapidità, la padronanza dei comandi e delle risorse a nostra disposizione saranno importanti per determinare il successo della caccia di Aloy alle Macchine, che potranno essere distrutte e/o catturate per asservirle alle nostre necessità. Potremo sfruttare un approccio furtivo per cogliere i nemici alle spalle senza farci scoprire, alternare attacchi con arco e freccia ad altri corpo a corpo, contrapporre la nostra agilità alla lentezza dei movimenti delle Macchine più grandi.

La natura RPG del gioco ci permetterà di far evolvere le caratteristiche del nostro personaggio e di sfruttare il crafting per produrre armi, armature e strumenti unici (comprese trappole), fondendo elementi primitivi con tecnologie più avanzate. Il mondo offrirà elementi da raccogliere ed utilizzare (piante ed altre risorse), mentre i nemici morti potranno essere perquisiti per ricavare altri oggetti utili.

Una delle caratteristiche più attraenti di Horizon: Zero Dawn è la grafica, che, se manterrà le promesse nella versione finale del gioco, vestirà magnificamente un mondo incentrato su ambienti naturali e antiche rovine ricchissimi di dettagli. L’alternanza giorno e notte e la variabilità atmosferica aggiungeranno realismo e coinvolgimento.

Il gioco sarà inoltre potenziato graficamente per PS4 Pro, ed anzi sembra uno dei migliori esempi di utilizzo del nuovo hardware fin qui visti. I fortunati possessori della nuova console potranno far girare Horizon: Zero Dawn a 30fps e con una risoluzione di 2160p grazie all’upscaling e godere ancor di più delle sue promettenti ambientazioni.

horizon zero dawn

Si gioca da soli

Il titolo sarà esclusivamente un’esperienza single player. Gli sviluppatori si sono concentrati sull’elaborazione di una trama ricca e dettagliata, confrontandosi, a quanto pare, anche con la CD Project Red (The Witcher 3: Wild Hunt) per carpire i segreti di missioni primarie intense e missioni secondarie coinvolgenti e funzionali, anziché meramente riempitive.

Hype, ma con cautela

Le premesse sono ottime, ma solo l’uscita del gioco, il prossimo anno, potrà confermarle. La cautela impone di non giudicare e sopravvalutare un titolo prima del suo effettivo rilascio (No Man’s Sky docet), ma salvo scivoloni incredibili Horizon: Zero Dawn si candida ad essere uno dei migliori giochi dell’anno, una di quelle esclusive che possono realmente spostare l’utenza verso PlayStation piuttosto che Xbox.

Tags:

Classe '85, divido il tempo tra la moglie e i tre figli e le più svariate passioni. Amo la lettura, la scrittura (ho pubblicato cinque romanzi) ed i videogiochi, non disprezzo fumetti, calcio, cinema e cucina. Eterno bambino, amo la vita e credo che sia troppo breve per non interessarsi a... tutto!

Commenta

Ultimi

Torna su