Dieci video per spiegare la bellezza delle paralimpiadi

di
video paralimpiadi
smh.com

Non è questione di retorica. La paralimpiadi ci insegnano, davvero, lezioni di vita.

La forza d’animo che serve a chi crede di aver perso tutto in un incidente, a chi è nato sfortunato e nello sport trova una rivincita sulla vita. Il coraggio di reinventarsi di Alex Zanardi, 6 volte a medaglia tra Londra e Rio nell’handbike, dopo una carriera di altissimo livello nell’automobilismo e un incidente terribile che lo ho costretto a restare senza gambe. La forza di Assunta Legnante, napoletana, un tempo atleta di alto livello della nazionale di atletica leggera italiana e poi stella paralimpica a causa di un problema alla vista che si è fatto sempre più critico.

La forza della splendida Bebe Vio, che a causa di un grave caso di meningite nel 2008, quando aveva appena 11 anni, si vide amputare tutti e quattro gli arti. Beatrice è diventata la prima diventata la prima schermitrice disabile al mondo a gareggiare con quattro protesi artificiali, e a vincere una splendida medaglia d’oro

Ma la bellezza degli sport paralampici va oltre le storie struggenti e bellissime dei singoli interpreti. È anche la bellezza del gesto tecnico a colpire. Movimenti che pensiamo impossibili fatti con una naturalezza che lascia senza parole. Come quelli che vedremo nei prossimi 10 video.

Video paralimpiadi: se la bellezza è nel gesto

1. L’apertura di Aaron Fotheringham

Aaron Fotheringham è un atleta che fa acrobazie su sedia a rotelle. Vedendo il fratello guidare una BMX in uno skate park, ha pensato che poteva essere in grado divertirsi anche lui, con la sua sedia mobile. È diventato un acrobata, e nella cerimonia d’apertura di Rio 2016 ha lasciato tutti senza parole.

Segnala un errore

Commenta

Ultimi

en garde bambini scherma

En garde! Perché scegliere la scherma

La scherma, uno sport di lealtà e coraggio. Lo scopriamo con l'intervista a Sandro e Matteo Resegotti della Scuola Mangiatti, a cura degli alunni dell'Istituto Vittora Colonna.
Torna su