Turismo culturale: quando il viaggio è storia, arte, cultura e spettacolo3 min read

8 Maggio 2014 Viaggi -

Turismo culturale: quando il viaggio è storia, arte, cultura e spettacolo3 min read

Reading Time: 2 minutes
Turismo culturale - foro romano
@Bert Kaufmann

Forse non lo sapete, ma l’Italia è la patria mondiale del turismo culturale, cioè quella tipologia di turismo che rivolge un’attenzione specifica a iniziative a carattere culturale, storico e artistico. Si tratta di un’offerta turistica principalmente dedicata a quello che l’UNESCO riconosce come patrimonio immateriale. L’Organizzazione Mondiale del Turismo – agenzia delle Nazioni Unite – dichiara, infatti, che: “[il turismo culturale] rappresenta tutti quei movimenti di persone motivati da scopi culturali come le vacanze studio, la partecipazione a spettacoli dal vivo, festival, eventi culturali, le visite a siti archeologici e monumenti, i pellegrinaggi. Il turismo culturale riguarda anche il piacere di immergersi nello stile di vita locale e in tutto ciò che ne costituisce l’identità e il carattere”.

Il turismo culturale è un fenomeno dalle origini antiche. Tra i suoi predecessori figurano antiche vie di pellegrinaggio come la via Francigena da Canterbury a Roma o il Cammino di Santiago in Spagna, un lungo percorso che parte da Roncisvalle sui Pirenei e arriva fino a Santiago de Compostela sull’Oceano Atlantico. I pellegrinaggi erano viaggi a carattere religioso, spirituale e culturale, non certo viaggi con finalità di svago e diversione.  Eppure anche al giorno d’oggi sono una tipologia di viaggi che suscita un rinnovato interesse, come testimoniano i numerosi viaggiatori – religiosi e laici – lungo questi percorsi.

Tra gli antenati del turismo culturale possiamo annoverare anche il Grand Tour. Il Grand Tour era un lungo viaggio nell’Europa continentale effettuato da giovani (e ricchi) aristocratici europei fin dal XVII secolo con l’obiettivo di perfezionare la propria formazione viaggiando per alcuni mesi se non anni. Di solito si trattava di viaggi che iniziavano e finivano nella medesima città e la cui meta finale era l’Italia con la sua ricca tradizione artistica e culturale.

E non a caso: ancora oggi l’Italia, con il suo immenso patrimonio storico-artistico, è una meta esclusiva del turismo culturale, settore in grado di incidere direttamente sull’economia del Paese. Basti notare che l’Italia detiene il maggior numero di siti inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, seguita dalla Spagna e dalla Cina. Anche per questo, l’Osservatorio Nazionale del Turismo (ONT) evidenzia come la cultura e, più in generale, l’ambito dei beni e servizi culturali abbia una notevole rilevanza economica e un conseguente effetto moltiplicatore sull’economia.

Turismo culturale: destinazioni in Italia

Ma quali sono le mete e gli itinerari del turismo culturale italiano? Ovviamente le possibilità sono varie e molteplici lungo tutto lo stivale. Da città d’arte, mostre ed eventi culturali a festival di musica e teatro quali – solo per citarne alcuni – il Festival dei Teatri di Sant’Arcangelo di Romagna, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, l’Umbria Jazz Festival, il Pistoia Blues, il Ferrara Busker Festival, Taormina Arte, il Festival Suoni delle Dolomiti, il Festival La Notte della Taranta. Un buon osservatorio per avere sott’occhio eventi, mete e festival a carattere culturale è la rivista Il Turismo Culturale – viaggiare per conoscere – che con il suo portale on line e l’edizione cartacea offre un valido compendio dell’offerta turistica culturale italiana.

E allora cosa aspettate? Approfittate delle bellezze che vi circondano e partite alla scoperta dell’immensa storia e cultura italiana!

CONDIVIDI
Lucia Tomassini

Il disegno e la progettazione mi hanno sempre appassionato. Dopo la laurea in architettura mi sono specializzata in pianificazione urbana nei paesi in via di sviluppo. Attualmente sono una ricercatrice in turismo responsabile. Che dire? Viaggi, scarabocchi e coinquilini – pelosi e pennuti – caratterizzano le mie avventure e ‘disavventure’…
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU