Più libri più liberi: novità e anticipazioni

di

Più libri più liberi 2015 programmaSono i piccoli editori i protagonisti di Più libri più liberi 2015, la fiera nazionale della piccola e media editoria organizzata dall’Associazione Italiana Editori in programma dal 4 all’8 dicembre come di consueto al palazzo dei Congressi dell’Eur.

Incontri, reading, tavole rotonde, laboratori che consentono al pubblico di esplorare la varietà e ricchezza di un settore fondamentale dell’industria italiana. Più libri più liberi offre ai visitatori la possibilità di incontrare i protagonisti della stagione editoriale, gli autori della letteratura internazionale, gli scrittori italiani più amati, ma anche attori, giornalisti, youtubers, politici, saggisti, intellettuali in un approccio basato sulla trasversalità dei contenuti.

Il programma è ricchissimo di presentazioni, dibattiti, workshop… Per aiutarvi a scegliere, vi segnaliamo quelli che secondo noi sono gli incontri da non perdere. Iniziamo dagli ospiti stranieri.

Più libri più liberi 2015 programma. Clicca qui per gli autori stranieri

Segnala un errore

Ho una laurea in Lettere moderne, del tutto inutile. Siccome sono solo le cose inutili a piacermi, ne ho presa anche un’altra in Editoria. Per poi finire a fare tutt'altro nella vita. Profondamente inquieta e insoddisfatta. Amo viaggiare, ballare il tango e perdermi tra i pensieri. Solo che quando diventano troppi mi sento tanto confusa. In attesa di capire cosa voglio fare da grande, collaboro con LeNius.

Commenta

Ultimi

thunder road storia

Thunder Road | Una storia di polvere e riscatto

Una canzone che travolge, una storia che sbatte e rincuora. Una strada, la Thunder Road, che è la strada di tutti, la strada polverosa delle scelte, felici e dolorose, che abbiamo fatto. Una strada dove, prima o poi, ci aspetta una ricompensa. Parola di Bruce Springsteen.
perché guardare tredici

Perché vale la pena guardare Tredici?

Perché fa male, ma ci può salvare. Perché ci possiamo riconoscere, anche se non siamo noi. Perché l'attrice è bravissima. Perché abbiamo un gran bisogno di guardare la sofferenza dritta negli occhi.
Torna su