È finita: 10 segnali che la relazione non ha futuro

di

È finita. Quanto è difficile pronunciare queste due parole. Eppure, capita spesso. Cominciamo una relazione, e alla lunga perdiamo di vista i motivi che ci tengono uniti all’altra persona. Quante volte ci è capitato di pensare: se quella volta ci fossimo comportati diversamente ora sarei ancora single? Oppure, viceversa, se avessi il coraggio di riconoscere che è finita, come diventerebbe la mia vita?

Le relazioni, si sa, sono complicate e spesso imprevedibili. Ma siete sicuri di stare davvero con la persona che desideravate? Che non è forse arrivato il momento di dire, e di dirsi, “è finita”?

Per sapere se il momento è arrivato, possiamo fare attenzione ad alcune piccole e grandi cose che non vanno come dovrebbero. Ad esempio, questi sono dieci segnali da non sottovalutare per capire se la vostra relazione è finita, o è destinata a finire a breve. A meno che non vi diate da fare per rimetterla sulla giusta strada.

È finita: 10 segnali per capirlo (e rimediare)

1. Manca il contatto fisico

è finita
@zelah_w

Oltre che complici mentalmente, due persone devono esserlo anche “nei fatti”. Se da tempo non vi baciate, accarezzate o toccate più e il contatto fisico tra di voi si è quasi annullato non è un segnale da sottovalutare. Quando amiamo o proviamo affetto per qualcuno infatti, il primo gesto istintivo è quello che ci porta al contatto fisico, il fondamento per l’intimità tra due persone.

Se volete tenere viva la relazione, non fatevi sopraffare dalla frenesia contemporanea, che spesso porta a dimenticarsi di dare un bacio prima di uscire di casa, di coccolarsi o di abbracciarsi. Concedetevi qualche minuto al giorno per dimostrare con i fatti alla persona con la quale state che la amate veramente (e che non è finita).

Segnala un errore

Lettrice, idealista, riservata ed amante dell'arte in ogni sua forma. Ha lavorato come guida alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia, ha collaborato al Festival Internazionale del Teatro in Piazza di Santarcangelo di Romagna, e non ha mai smesso di lavorare nel mondo dello spettacolo e nell'allestimento di mostre. E non ha mai smesso di scrivere.

Commenta

Ultimi

bufale sugli immigrati

Come rispondere alle bufale sugli immigrati

Ci invadono, prendono 900 euro al mese, vivono sulle nostre spalle, ospitali a casa tua. Ecco come rispondere a queste e altre cazzate che circolano sugli immigrati.
come whatsapp ha cambiato la vita

La vita dopo WhatsApp

WhatsApp è talmente pervasivo che c’è una vita prima e una vita dopo. Una vita in cui è cambiato il modo di comunicare, lavorare, esprimersi, usare il tempo.
malinconia

Malinconia

Una parola al mese, con cui costruire un vocabolario dell'umano. Parole che nascono da incontri con persone, perché le parole, quando incontrano persone e culture, prendono nuovi significati. Perché le parole ci vivono, nella vita delle persone. Perché le parole, senza le persone, non sono niente.
Torna su