Come e quando cambiare l’olio motore da soli5 min read

28 Ottobre 2021 Uncategorized -

Come e quando cambiare l’olio motore da soli5 min read

Reading Time: 4 minutes

Ci sono cose che sembrano troppo complicate, ma spesso è solo una barriera mentale. Cambiare l’olio motore dell’auto, ad esempio, non è difficile e – se tutto fila liscio – richiede meno di un’ora. Una volta imparato come e quando cambiare l’olio motore, questa semplice operazione ti farà risparmiare denaro e forse scoprirai un nuovo interesse per i lavori meccanici.

L’olio motore è vitale nel mantenere il motore in buono stato, affinché funzioni al meglio e duri più a lungo. Per questo il suo livello va sempre tenuto sotto controllo: quando è basso devi rabboccarlo portandolo all’interno del range indicato dall’astina di verifica, e il gioco è fatto. 

A intervalli ben precisi, però, l’olio motore e il filtro vanno sostituiti completamente con elementi nuovi. Per sapere quando ti basta leggere il libretto di uso e manutenzione dell’auto, dove in genere si trovano tabelle dettagliate che indicano quali interventi fare e ogni quanti chilometri.

Vediamo quindi come procedere per cambiare l’olio dell’auto da soli. Innanzitutto procurati il materiale necessario:

  • Cric per sollevare l’auto e cavalletti adeguati per metterla in sicurezza;
  • Attrezzi di base e chiave a bussola (meglio se dinamometrica) per il bullone di scarico dell’olio;
  • Chiave per il filtro dell’olio;
  • Imbuto;
  • Bacinella per l’olio esausto e una tanica per trasportarlo nel luogo di smaltimento;
  • Stracci per la pulizia e cartone protettivo per il pavimento;
  • Guanti da lavoro, occhiali protettivi e vestiti adeguati;
  • Filtro e olio motore nuovi, come indicati sul libretto di uso e manutenzione. 

Prima di iniziare, un avvertimento importante: fai attenzione alla sicurezza. È vero che non si tratta di un’operazione difficile, ma stai comunque per sollevare un’automobile per poterci lavorare sotto, andando ad estrarre un fluido che potrebbe essere molto caldo. Se fai le cose per bene non hai motivo di preoccuparti, ma non sottovalutare mai i potenziali pericoli. Se hai dubbi, fermati e chiedi aiuto a un meccanico. Detto questo, cominciamo:

  • 1. Prepara l’occorrente per cambiare l’olio motore

Trova un luogo pianeggiante, con un pavimento solido su cui posizionare il cric senza che affondi, o rischi di spostarsi sotto il peso dell’auto. Allestisci gli attrezzi e i ricambi in ordine su un ripiano e prevedi un luogo in cui conservare eventuali coperture, viti e minuteria che dovrai smontare. Non iniziare il lavoro se il motore è ancora caldo, perché il contatto con l’olio e le superfici potrebbe scottarti.

Tira il freno a mano e se necessario solleva l’auto con il cric in modo da poter lavorare con agio. Una volta fatto, posiziona sotto il telaio dell’auto dei cavalletti adeguati che ne sorreggano il peso. Il cric da solo non è abbastanza stabile né sicuro.

Come e quando cambiare l’olio motore da soli

  • 2. Togli l’olio esausto

Apri il cofano e svita il tappo di rabbocco dell’olio. Poi vai sotto l’auto e smonta eventuali coperture protettive per accedere al motore (non tutte ne hanno, ma spesso le plastiche portano via più tempo del cambio d’olio stesso!).

Trova il il bullone di scarico e posizionaci sotto la bacinella. Ora svita il bullone con la chiave tubolare della giusta misura. Alcuni modelli di auto richiedono chiavi particolari, come quelle quadrate: se puoi, verificalo prima! Altrimenti… hai vinto un viaggio al più vicino rivenditore di attrezzi.

Rimuovi il bullone di scarico facendo attenzione a non farlo cadere nella bacinella e fai defluire tutto l’olio: ci vorranno alcuni minuti.

  • 3. Sostituisci il filtro olio

Nel frattempo individua il filtro dell’olio e svitalo con la chiave apposita, o a mano, fino a rimuoverlo. Il filtro potrebbe essere pieno d’olio, quindi fai attenzione a non capovolgerlo. Pulisci il supporto e monta il filtro nuovo al posto di quello che hai appena smontato, “sporcando” la guarnizione con un velo d’olio motore.

  • 4. Metti l’olio nuovo

Richiudi il bullone di scarico. Verifica che l’eventuale guarnizione sia in buono stato e se necessario sostituiscila. Fai attenzione nella fase di serraggio: se esageri puoi danneggiare la coppa dell’olio, se non stringi abbastanza avrai delle perdite. Se hai una chiave dinamometrica stringi seguendo le indicazioni della casa costruttrice. Se non ce l’hai sappi che è un buon investimento e che ti tornerà utile molte altre volte, se continuerai con questo tipo di lavori.

Ora rabbocca dal tappo superiore con olio nuovo nella quantità indicata dalla casa costruttrice.

Versane poco per volta utilizzando l’imbuto, e controlla il livello di tanto in tanto man mano che ti avvicini alla quantità prevista. Quando hai raggiunto il livello corretto, rimetti il tappo e accendi il motore per qualche minuto. Spegni, attendi ancora e controlla di nuovo il livello dell’olio con l’apposita astina e se è necessario aggiungine altro. Meglio aggiungerne poco alla volta, piuttosto che esagerare e trovarsi a doverne togliere!

  • 5. Controlla e rimonta l’auto

Controlla di nuovo che il bullone di scarico tenga e che non vi siano perdite. Pulisci eventuali fuoriuscite di olio e rimonta le coperture. Ora puoi rimuovere i cavalletti e riportare l’auto a terra.

Travasa l’olio esausto in una tanica o in un altro contenitore ermetico e smaltiscilo nel modo corretto, portandolo a un punto di raccolta o a un’officina di riparazioni. L’olio esausto infatti è tossico e non va assolutamente smaltito insieme ai rifiuti domestici, o versato nelle fognature. Non farlo, perché oltre che dannoso è anche illegale!

Nel periodo successivo controlla periodicamente con l’astina che il livello sia corretto, e se necessario rabbocca. Se il livello scende di molto e spesso, controlla di nuovo che non ci siano perdite.

 

Fonti: Informazioni sugli oli motore – pezzidiricambio24.it

CONDIVIDI
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU