Le città della moda in Italia: luoghi e tradizioni

di

Arte, cibo, musica e moda sono i quattro pilastri del Made in Italy, risorsa immateriale su cui, almeno a parole, si punta molto per lo sviluppo del nostro paese. La moda, in particolare, è un settore strettamente legato ai luoghi di produzione, alle città, vere e proprie capitali della moda, dove si concentrano aziende ed eventi. Tra le capitali della moda nel mondo spiccano Parigi, Milano, New York e Londra. Ma quali sono le città della moda in Italia?

Città della moda in Italia: Milano

città della moda in italia
@Mat’s Eye

La prima città a cui si pensa quando si parla di moda in Italia è Milano. Per la sua posizione strategica e le connessioni internazionali che ha saputo sviluppare, Milano detiene da molto tempo il primato di città della moda italiana per eccellenza.

Numerosi stilisti e giornali di moda hanno eletto Milano come sede, contribuendo alla sua fama di principale città della moda in Italia, tra le più importanti al mondo.

La zona della città più interessata dal fenomeno prende il nome di Quadrilatero della moda, delimitato da quattro strade: via Monte Napoleone, via Manzoni, via della Spiga e corso Venezia. Quattro vie dove la moda si respira, il lusso è messo in scena e numerosi turisti sono attratti da negozi, showroom e gioiellerie.

Qui ha sede anche la Camera Nazionale della Moda Italiana, che dal 1958 coordina gli eventi legati al settore moda, in particolare la settimana della moda che si svolge due volte l’anno per presentare le collezioni primavera/estate e autunno/inverno.

La carta vincente di Milano nel mondo della moda, come del design e dell’arredamento, è la sua internazionalità. Metropoli italiana con una forte immagine europea, Milano ha saputo costruire nel tempo un know-how strategico nel business che, nel settore moda e design, si nutre grazie soprattutto ad una serie di fiere ed eventi di grande rilevanza internazionale.

Oltre alla già citate settimane della moda, persone e aziende da tutto il mondo affollano eventi come il Macef – Salone Internazionale della Casa; Milano Unica, fiera dedicata a tessuti e accessori; il Salone Internazionale del Mobile, uno dei più influenti punti di incontro nel settore casa, arredamento e design.

Eventi e manifestazioni a forte proiezione internazionale, vere e proprie vetrine per la città, caratterizzati da grande affluenza e numeri vincenti.

Città della moda in Italia: Firenze

città della moda in italia
@Gol Dugusl Noorsol

Un’altra importante ed affascinante città legata al mondo fashion è Firenze. Qui nasce la produzione artigianale, in particolare quella di pelletteria e scarpe, e la città pullula di botteghe di orafi, artigiani della pelle e calzolai.

In particolare l’Oltrarno, il quartiere di Firenze sulla riva sinistra dell’Arno, è il polo centrale delle botteghe artigianali. È un luogo di incanto, ideale per perdersi tra colori e profumi, come quello del cuoio, e per osservare gli artigiani che lavorano alle loro creazioni in laboratori pieni di fascino. Artigiani che, rispettando una tradizione storica, lavorano con testa e mani fondendo creatività ed abilità manuale.

Per capire il valore dell’artigianato a Firenze bisogna guardare al passato. Fin dal Medioevo ogni artigiano possiede la propria bottega dove lavora metalli, tessuti, pelli o vetro. Un lavoro che si tramanda di generazione in generazione fino ad arrivare ai giorni nostri. Si tratta di prodotti apprezzati in tutto il mondo, e sono le radici su cui si fonda il Made in Italy.

Recentemente è emersa la necessità di tutelare questi prodotti e processi artigianali, che uniscono tradizione e innovazione. La Fondazione Firenze Artigianato Artistico, nata nel 2001, ha l’obiettivo di promuovere e conservare questo patrimonio artistico-culturale attraverso mostre, workshop e visite guidate tra le botteghe del Conventino, un ex monastero di fine ottocento divenuto un vero e proprio centro polifunzionale che ospita ben venti botteghe.

Questo retroterra storico-culturale ho favorito la nascita, proprio a Firenze, di alcuni tra i più famosi brand della moda italiana, ormai di fama internazionale: Gucci, Salvatore Ferragamo, Cavalli, Pucci.

Firenze è anche una straordinaria città d’arte, e il mondo della moda ha saputo ricavarsi i suoi spazi museali. Pensiamo alla Galleria del costume situata all’interno di Palazzo Pitti, al museo Salvatore Ferragamo, al museo di Gucci, al più recente museo Capucci.

Come Milano, anche Firenze ha la sua settimana della moda, Pitti Immagine, focalizzata sulla moda e accessori uomo e bambini. Un appuntamento imperdibile, che attira addetti e appassionati del settore da tutto il mondo.

Città della moda in Italia: Roma

città della moda in italia
@Alessandra De Luca

Impossibile non inserire in questo viaggio tra le città della moda in Italia la capitale, Roma. I numerosi turisti che ogni giorno affollano la città sono inevitabilmente richiamati dall’eleganza delle zone più glamour di Roma, per una passeggiata tra le lussuose boutique di via Condotti e piazza di Spagna, dove sono presenti tutti i principali brand italiani e internazionali.

La città eterna offre una scenografia incomparabile per boutique, sfilate ed eventi legati al mondo della monda. Uno scenario seducente diffuso nell’immaginario globale anche grazie al film Vacanze romane, con l’icona di classe ed eleganza per eccellenza, Audrey Hepburn.

Il luogo urbano più significativo per gli eventi mondani della moda a Roma è la scalinata di Trinità dei Monti, una passerella perfetta per eventi e sfilate. La costruzione dell’immaginario collettivo passa questa volta per il piccolo schermo: la scalinata fa da sfondo ai sogni e alle azioni della celebre serie tv anni novanta, Le ragazze di Piazza di Spagna.

La maison Fendi, fondata proprio a Roma nel 1925, è particolarmente attiva nel rafforzare questo stretto legame tra moda e scenario urbano. A ottobre 2015 Fendi ha trasferito il suo quartier generale nel Palazzo della Civiltà Italiana (noto anche come “Colosseo quadrato”) all’Eur.

L’operazione di Fendi si spinge però oltre: il marchio sponsorizza una serie di opere di restauro dei monumenti storici della capitale. Un mecenatismo culturale che ha donato nuova luce alla Fontana di Trevi e che è preludio di un progetto che riporterà allo splendore numerose fontane romane.

Come Milano e Firenze, anche Roma ha la sua settimana della moda, Alta Roma, con un doppio appuntamento invernale e estivo. Una manifestazione d’avanguardia in cui si fondono arte e moda, tradizione e futuro, rigorosamente sullo sfondo della città eterna.

Milano, Firenze e Roma sono le tre principali città della moda in Italia, dove il legame tra moda, spazi urbani e tradizioni culturali si fonde generando risultati straordinari.

L’Italia è simbolo dell’eleganza e di uno stile inconfondibile invidiato in tutto il mondo. La storia, le risorse e i luoghi del nostro paese sono l’ambiente ideale per far fiorire il settore della moda. Un settore che gode anche del talento dei giovani designer italiani, ma anche di stilisti e designer stranieri che vengono a formarsi nelle accademie delle città della moda in Italia.

È così che la città, la sua arte, la sua storia riesce ad influenzare la creatività degli stilisti e degli artigiani del lusso. Da questi luoghi i creativi della moda traggono ispirazione per disegnare ogni giorno nuove storie, e costruire i prodotti di domani.

Segnala un errore

Laureando in Scienze dell'Informazione Editoriale, curioso per natura, esteta e attratto dall’universo moda e lusso, cerco sempre di essere informato sulle ultime tendenze. Pugliese nato e cresciuto a Bari, amo la mia terra e la bellezza del Made in Italy. In fondo la bellezza salverà il mondo, no?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

femminilizzazione della professione medica

Arrivano le mediche

Quando una professione si femminilizza stipendi e prestigio calano. Come evitare che succeda per la professione medica, dove nei prossimi 10 anni è previsto un massiccio ricambio di genere?
storia di ivano

Eldorado Argentina | La storia di Ivano

Ivano Badiali, marchigiano, partito dall'Italia nel febbraio del 1952 per raggiungere il padre in Argentina. Vive a Córdoba, dove ha avviato un'impresa di successo. Uno dei milioni di italiani emigrati in Argentina.
il mondo nel 2050

Come sarà il mondo nel 2050?

Quanti saremo sulla terra nel 2050? Dove vivremo? Quali paesi e città avranno il maggior numero di abitanti? Quali sfide saremo chiamati ad affrontare?
Torna su