Sondaggi elettorali | Caos calmo

di

Le elezioni amministrative di giugno ci hanno detto che:

• Il PD non sta affatto bene: sempre meno presente sul territorio, nonostante la scissione e le primarie stravinte da Renzi i democratici sono sempre più litigiosi sul futuro del partito: andare da soli o creare una coalizione? Andando avanti così potranno continuare a dividersi. All’opposizione.

• Il Movimento 5 Stelle -checché ne dica Grillo facendo un discorso numerico che ha poco senso- si è fermato. Il periodo infelice nelle urne arriva dopo un anno molto difficile a Roma e un periodo poco tranquillo anche a Torino, con Chiara Appendino alle prese con la gestione della movida. La carica dei 5 Stelle potrebbe anche riprendere ma ora che il centro destra sembra in ripresa sarà molto più difficile: il bacino elettorale sembra sovrapporsi, non è un caso se la vecchia volpe Berlusconi ha iniziato ad attaccare a testa bassa proprio il Movimento di Grillo.

• Il centro destra, verrebbe da dire malgrado se stesso, è in ripresa: la storica vittoria di Genova ha ringalluzzito Berlusconi e Salvini e i sondaggi vedono Forza Italia e Lega in forte ascesa. Il modello Liguria – coalizione di centro destra- non sembra però poter funzionare -almeno per ora- a livello nazionale. Berlusconi insiste per una legge elettorale alla tedesca e vorrebbe presentarsi alle elezioni con le mani libere dalla Lega, mettendoci la faccia e avendo la possibilità dopo le elezioni di scegliersi l’alleato. Dopo anni di presidenzialismo, il semprevivo ex Cavaliere è tornato proporzionalista.

Si voterà nel 2018 ma la campagna elettorale è già iniziata: di legge elettorale se ne parlerà a settembre, per il momento si va avanti con i lavori in corso a sinistra, dove nella migliore delle ipotesi Pisapia potrebbe mettere tutti Insieme in un unico movimento, il PD solo che vorrebbe “macronizzarsi” (almeno nelle sue parti renziane), un Salvini che cerca di costruire una coalizione di centro destra e un Berlusconi cavallo sciolto che potrebbe essere comunque parte di un governo futuro: i 5 Stelle sostengono più di un governo PD-Forza Italia che di un governo di centro destra. A pensare male, ogni tanto ci si azzecca ma tanto dipenderà dalla legge elettorale, sempre si trovi una maggioranza per farla. Caos calmo.

Vediamo intanto i numeri dati dai principali istituti di sondaggio a livello nazionale:

Sondaggi EMG per La7

M5S 27,4%%
Partito Democratico 27,1%
Lega Nord 14,3%
Forza Italia 13,6%
Fratelli d’Italia 5,1%
Democratici e Progressisti 3,5%
Alternativa Popolare (ex Ncd) 2,4%
Sinistra Italiana 2,1%

Sondaggi elettorali Index

M5S 28%
Partito Democratico 26,4%
Forza Italia 13,9%
Lega Nord 13,4%
Fratelli d’Italia 4,9%
Democratici e Progressisti 3,6,%
Sinistra Italiana 2,2%
Alternativa Popolare (ex Ncd) 2,0%

Sondaggi elettorali IPSOS/Corriere della Sera

M5S 28,3%
Partito Democratico 27,8%
Lega Nord 15%
Forza Italia 14,3%
Fratelli d’Italia 4,2%
Democratici e Progressisti 2,9%
Sinistra Italiana 2,8%
Alternativa Popolare 1,8%
Rifondazione – Verdi – Prc – Idv 1,1%
Scelta Civica 0,5%

Indecisi/non voto 34,1%

Sondaggi elettorali SWG

Partito Democratico 28,5%
M5S 25,9%
Lega Nord 15%
Forza Italia 13%
Fratelli d’Italia 4,1%
Democratici e Progressisti 3,8%
Alternativa Popolare 3,1%
Sinistra Italiana 2,5%
Rifondazione Comunista 1,2%
Indecisi o non si esprime 41%

Sondaggi elettorali TECNÈ

M5S 29,7%
Partito Democratico 29,2%
Forza Italia 13,5%
Lega Nord 12,1%
Democratici e Progressisti – Campo Progressista 4,5%
Fratelli d’Italia 3,8%
Alternativa Popolare 3,2%
Sinistra Italiana 2,6%

Sondaggi elettorali IPR MARKETING

M5S 28%
Partito Democratico 26,4%
Lega Nord 13,9%
Forza Italia 13,4%
Democratici e Progressisti 5%
Fratelli d’Italia 4,5%
Alternativa Popolare 3,5%
Sinistra Italiana 2%

Coalizioni (improbabili, aggiungiamo noi):
Centrodestra 34,6%
Centrosinistra 33,4
Movimento 5 Stelle 28%

Sondaggi elettorali ISTITUTO PIEPOLI

Partito Democratico 29,5%
M5S 28,5%
Lega Nord 12,5%
Forza Italia 11,5%
Fratelli d’Italia 4%
Democratici e Progressisti 3%
Alternativa Popolare 3%
Sinistra Italiana 2,5%

Sondaggi elettorali Lorien

M5S 29,5%
Partito Democratico 28,6%
Lega Nord 15%
Forza Italia 12,5%
Fratelli d’Italia 3%
Area Popolare 3%
Articolo 1 (Democratici e Progressisti) 2%
Sinistra Italiana 2,%
Campo Progressista 2%

Sondaggi elettorali Ixè

Partito Democratico 27,4%
M5S 26,8%
Lega Nord 14%
Forza Italia 13,7%
Fratelli d’Italia 4,3%
Democratici e Progressisti 2,7%%
Area Popolare 2,6%
Sinistra Italiana 2,4%

Sondaggi elettorali DEMOS

Partito Democratico 26,3%
M5S 26%
Forza Italia 14,4%
Lega Nord 13,8%
Fratelli d’Italia 4,7%
Democratici e Progressisti 4,3%
Sinistra Italiana 2,9%
Campo Progressista 2,3%
Area Popolare 2,1%

Segnala un errore

8 Comments

    • Invece il delinquente di Berlusconi ladro incapace e puttaniere, cosa fa? Non fa schifo pure lui? Eppure ha già rovinato l’Italia più di una volta, non basta? Ci vogliono lui, il secessionista razzista di merda di Salvini e la brutta della Meloni incapace e ignorante?

  1. 5 stelle e lega non c’entrano niente l’uno con l altro.So che i leghisti lo auspcano tanto, ma si devono rendere conto che i 5 stelle non sono ne ladri ne xenofobi, quindi consiglio loro di allearsi col vecchietto Berlusconi!

  2. Perché chiamano DITTATURA la COERENZA? Io penso ( e con me tanti altri) che Grillo faccia solo rispettare le linee guida del partito e chi vuole seguirlo deve OVVIAMENTE condividerle! Viceversa, ha possibilità DEMOCRATICA di accodarsi ad altri partiti.

  3. Dalle mie parti si dice: “AL CAVALLO BESTEMMIATO LUCCICA SEMPRE IL PELO!” E’ quello che accadrà al Movimento 5 Stelle, perché “IL VINO BUONO SI VENDE SENZA FRASCHE!”. I detrattori di Grillo capiranno cosa intendo dire.

  4. Non sottovalutate Giorgia Meloni ,che ha il diploma della scuola alberghiera ed è specialista nel cucinare i broccoli.

Commenta

Ultimi

bufale sugli immigrati

Come rispondere alle bufale sugli immigrati

Ci invadono, prendono 900 euro al mese, vivono sulle nostre spalle, ospitali a casa tua. Ecco come rispondere a queste e altre cazzate che circolano sugli immigrati.
Torna su