Vicenza, un altro passo verso la salvezza2 min read

5 Maggio 2016 Il lunedì del tifoso Sport -

Vicenza, un altro passo verso la salvezza2 min read

Reading Time: 2 minutes
@I giocatori festeggiano a Brescia sotto la curva chiusa
@I giocatori festeggiano a Brescia sotto la curva chiusa

Serve un altro passo. Bene, ora ce la giochiamo, e soprattutto al Menti. Dopo la vittoria contro il Brescia – meritata, voluta e conquistata – quella con l’Entella è diventata la partita che ci può togliere un bel po’ di preoccupazioni. Se vinciamo manca poco, veramente poco, è evidente,ma non possiamo stare tranquilli perché basta uno scivolone per tornare a fare tutt’altri calcoli. I playout sono lì sotto, a 4 punti, troppo pochi per pensare di aver chiuso la faccenda e specialmente con lo scontro diretto di Latina alle porte, e quindi per questo mai come sabato tutti quanti, dal primo all’ultimo, anche noi che in campo non ci andiamo, devono dare tutto quello che hanno. Serve la vittoria, c’è una salvezza in ballo, e vanno messe in gioco ogni entusiasmo e forza residua per fare un altro passo verso l’obiettivo. Ci vogliono, insomma, il Menti che conosciamo e una squadra che lo incendia.

Una grande rimonta quando tutto sembrava perduto. Di fronte avremo un’Entella ancora in lotta per i playoff, sarà dura, ma in questi casi dipende solo da noi, dalle motivazioni che si riescono a trovare. Allora ricordiamoci di come eravamo messi fino a poco meno di due mesi fa, con lo spettro reale della retrocessione, a fare appello a qualunque cosa per evitare a questi colori di fare una fine a dir poco ingloriosa. Da lì ci siamo ripresi grazie a prestazioni, voglia e grinta, quelle qualità che non erano state smarrite e che ora sembrano ritrovate. Ma sabato, se non si vince, si rischia che tutto ciò che è stato fatto perda di valore. Se perdiamo si torna indietro e si ricominciare a rischiare, per questo sabato è così importante. Vincere ci toglierebbe un bel po’ di pensieri, ci permetterebbe di affrontare le ultime due gare senza troppe ansie. Sfruttiamo l’occasione che ci siamo creati e prendiamoci quanto voluto.

Il futuro è dopo i 3 punti. Poi, una volta raggiunta la salvezza, sabato o nelle prossime due gare, si potrà finalmente pensare al resto, a come impostare una storia che dovrà essere completamente diversa, in ogni aspetto. Basta con l’improvvisazione, basta con le stagioni in cui ci si appella la fortuna, in bilico tra la speranza e il dramma, e basta fare appello sempre e solo su di noi e la nostra passione per tenere a galla questi colori, coprendo gli errori madornali che sono stati fatti. Noi ci siamo e ci saremo sempre, ma fateci vedere un po’ di futuro. Ce lo meritiamo. E sabato saremo ancora lì a dimostrarlo.

@vicenzareporter
@vicenzareporter

CONDIVIDI
Lane C14

Collettivo della curva sud del Romeo Menti, teatro delle imprese del Lanerossi Vicenza. Qui saremo la sirena d’allarme per un calcio moderno alla deriva: in trasferta ci portiamo il cabernet, non la tessera. Allo stadio andiamo con la sciarpa biancorossa, non i bastoni. Potrà cambiare il clima ed il cielo, mai la nostra bandiera, biancorossa per sempre.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU