Venezia misteriosa e le sue porte: quale scegliere?

di

Le Nius va a scuola: abbiamo incontrato la terza media dell’Istituto Vittoria Colonna di Milano, le abbiamo raccontato cos’è Le Nius e abbiamo provato a rispondere alle domande dei ragazzi. Poi abbiamo invitato chi lo desiderava a scrivere un articolo e questo è un esito del loro lavoro.

Venezia misteriosa
@venicewelcome.com

Venezia è una città meravigliosa e misteriosa che può essere visitata in molti modi. Noi abbiamo deciso di mostrarvela attraverso due luoghi magici rispetto ai classici itinerari: la Porta dell’Amore e la Porta del Mare.

Venezia misteriosa: Porta dell’Amore

Venezia misteriosa
@veneziaunica.it

Questa porta si chiama così soprattutto per il noto Rio Terà delle Carampane, conosciuto per le sue megere che si offrivano ai mercanti. Dalla stazione seguite le indicazioni fino a Rialto: qui troverete tante piccole botteghe piene di piccole cose da comperare. Dietro Rialto c’è la Piazza del Mercato con pesci di ogni genere e spezie mescolati a colori e profumi.

Venezia misteriosa colonna del gobbo
@veneziamyblog.it

Tra le voci dei mercanti e dei turisti si possono gustare i famosi Cicheti: gustosi stuzzichini tipici di Venezia principalmente realizzati con il pesce avanzato dal mercato. Proseguendo si arriva alla chiesa di San Giacomo caratterizzata da un grande orologio del ’400.

Di fronte c’è la colonna del Gobbo che rappresentava il traguardo per i ladri che venivano condannati a correre tra San Marco e Rialto. Essa risale al XVI secolo e poneva fine alle fustigazioni dei condannati una volta raggiunta.

Nella zona è bene ricordarsi di un ristorantino che merita la visita: la Trattoria Alla Madonna, uno dei locali storici favoriti dai Veneziani e specializzato nel risotto al pesce. Per prenotazioni telefonare al numero: 041 522 3824.

Venezia misteriosa Trattoria alla Madonna
@ristoranteallamadonna.com

Molto più antico è il Ristorante Vecio Fritolin, che risale addirittura al ‘700. Qui i mercanti, dopo i loro incontri amorosi, potevano gustare un ottimo pesce fritto. Ancora oggi la trattoria più antica di Venezia offre fritti freschissimi e piatti speciali. Per prenotare telefonare al seguente numero: 041 522 2881.

Venezia misteriosa Osteria Vecio Fritolin
@veciofritolin.it

Se desiderate potete continuare fino al campo di San Giacomo all’Orio dove è possibile visitare la chiesa più volte distrutta e ricostruita con le pitture di Jacopo Palma il Giovane. Qui troverete l’ottimo ristorante Capitan Uncino (per prenotare telefonare al seguente numero: 041 721 901). La taverna, oltre ad essere caratteristica, offre la possibilità di mangiare all’aperto sotto l’unico albero esistente in campo a Venezia.

Venezia misteriosa
@teatriemuseiovest.com

Infine proseguendo arrivate alla Scuola di San Rocco, santo venerato contro le epidemie. All’interno della scuola si possono ammirare i cicli di pittura del Tintoretto.

Porta del Mare

Lungo Riva Degli Schiavoni si arriva all’Isola di San Pietro di Castello attraverso un ponte di legno che si affaccia su vecchi cantieri. La basilica di San Pietro è l’antica cattedrale di Venezia e di fianco sorge la sede del patriarcato: entrambi furono attivi fino al 1807. All’interno c’è un trono in pietra il cui schienale è una stele funeraria arabo-musulmana.

Venezia misteriosa
@zainoo.com

Passando sotto uno stretto e basso portico vi troverete nella fondamenta della Tana: di fronte vedrete le antiche mura delle corderie dove troverete spesso le reti stese ad asciugare con il loro caratteristico profumo di salsedine che inonda la via. Vicino c’è anche il Museo Navale: qui si possono ammirare armi, oggetti e barche di ogni tipo. Bellissimo è il vascello del Bucintoro: è tutto d’oro e il doge il giorno dell’ascensione sposava simbolicamente il mare di fronte al Lido. Presso l’Arsenale si erge un leone che fu portato nel 1692 come trofeo di guerra dal porto di Atene.

Dietro l’Arsenale ci sono alcuni locali dove si può mangiare bene. Per esempio in calle del Pestrin si trova il Corte Sconta. Per contatti telefonare al: 041 522 7024.

Venezia misteriosa ristorante Corte Sconta
@cortescontavenezia.it

Una volta usciti da questi si arriva al campiello del Piovan: stranamente qui non ci sono negozi, solo grande tranquillità e silenzio. In questa zona si può visitare anche la chiesa del cavalieri di Malta dove si possono ammirare gli stemmi dei cavalieri.

Tornando sui nostri passi lungo la riva degli Schiavoni, si può facilmente raggiungere Piazza San Marco e immergerci nuovamente nella confusione della città.

Ammirando l’orizzonte ci viene da pensare che:

Venezia misteriosa
@csi-multimedia.it

Il sogno più vero è quello più distante dalla realtà, quello che vola via senza bisogno di vele, né di vento.
– Hugo Pratt –

Anna, Camilla, Zoe, Bianca, Sara, Stefania, Vittoria

Segnala un errore

Il progetto "Le Nius a Scuola" porta i redattori di Le Nius a scuola a raccontare come funziona la comunicazione digitale, spiegare alcune competenze e accompagnare gli alunni nella elaborazione di un prodotto digitale. Molti alunni ci hanno inviato i loro articoli che abbiamo letto, editato e pubblicato. Crediamo ne valga la pena.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
posti più inaccessibili del mondo

I 10 posti più inaccessibili al mondo

I posti più inaccessibili al mondo suggeriti per noi dai ragazzi delle terze medie dell’Istituto Vittoria Colonna. Dalla Fossa delle Marianne all'Area 51!
6-giochi-che-non-deludono

6 videogiochi che non deludono le attese

Ci sono videogiochi che appassionano per pochi giorni e altri con delle buone idee ma male sviluppate. E poi ci sono questi 6 giochi cui continuiamo a giocare dopo settimane, mesi. Anni.

I 5 posti più particolari di Milano

I posti più particolari di Milano suggeriti per noi dai ragazzi delle terze medie dell'Istituto Vittoria Colonna. Conoscete già le case a forma di fungo?
Torna su