Brad Pitt torna sullo schermo con Fury

di

ultimo film con Brad Pitt Siamo nell’Aprile del 1945. La guerra sta per finire un po’ per tutti ma non per il sergente americano Don Collier (Brad Pitt). È il leader carismatico di un manipolo di soldati diversissimi tra loro per estrazione sociale e carattere, in missione dietro le linee nemiche a bordo di un tank Sherman.

Siamo nel cuore della Germania nazista ormai pronta a capitolare, ma non per questo la missione di Don e dei suoi uomini non è estremamente pericolosa. Il nemico è comunque più numeroso, loro sono in pochi, male equipaggiati e con una giovane recluta inesperta che necessita di essere addestrata e di farsi digerire in un modo o nell’altro gli orrori di quella guerra.

L’ex-marine David Ayer concentra felicemente il conflitto e quindi la Storia sulla storia di un plotone di uomini, sulle loro paure, sui loro pensieri e sul loro coraggio. Ragiona sul binomio dentro/fuori il carro armato e costruisce un bel rapporto padre/figli, con Collier che non a caso ha l’appellativo di “Wardaddy”, soprattutto soffermandosi sul rapporto che si instaura tra il sergente e il giovane inesperto soldato (interpretato da Logan Lerman).

Senza fidarsi troppo delle roboanti recensioni che vengono spiattellate nel trailer, l’ultimo film con Brad Pitt è di sicuro impatto.
RIUSCITO @@@ultimo film con Brad Pitt

Fury: l’ultimo film con Brad Pitt

Genere: Azione, Drammatico
Durata: 134′
Regia: David Ayer
Cast: Brad Pitt, Scott Eastwood, Logan Lerman, Shia LaBeouf, Jon Bernthal, Michael Peña, Jonathan Bailey, Jim Parrack, Eugenia Kuzmina, Brad William Henke, Branko Tomovic, Anamaria Marinca, Christina Ulfsparre
Produzione: Le Grisbi Productions, QED International
Distribuzione: Leone Film Group, Lucky Red

Leggi qui le altre schede della rubrica Lefilm.

Segnala un errore

Sceneggiatore e produttore di cortometraggi, videoclip, video educativi, spettacoli teatrali. È speaker radiofonico presso Radiofano dove si occupa di rubriche cinematografiche. Collabora con RSM-Radio San Marino e con MondoRadio. È il fondatore di Lobecafilm che si occupa di realizzazioni audiovisive. Il cortometraggio Sotto il mio giardino da lui co-sceneggiato ha ottenuto il Golden Globe Italiano nel 2009.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

pandemia e cultura

E chi lavora nel mondo della cultura?

Musica, teatro, cinema e danza sono stati duramente colpiti dalla pandemia. Con quali conseguenze sulle persone che in questi settori lavorano?
recensione silence

Silence, parola di Scorsese

Silence, di Martin Scorsese, è un film di 160' capace di parlare allo spettatore occidentale della sua spiritualità raccontando un evento storico distante nel tempo e nello spazio.
Torna su