Turismo in bicicletta: 3 itinerari per scoprire il cicloturismo

di

Turismo in biciclettaSi viaggia leggeri quando si pedala. Si viaggia leggeri nello spirito e nel bagaglio con la soddisfazione di fare un viaggio sicuramente a basso impatto e senza emissioni di CO2. Il cicloturismo – ovvero il turismo in bicicletta – rappresenta lo spostamento sostenibile e responsabile per eccellenza. La bicicletta non solo rientra nelle buone pratiche di mobilità sostenibile dentro le città, ma può anche essere una fida compagna di viaggio. A voler essere romantici e un po’ paradossali, la bicicletta sta al cicloturista come La Poderosa II stava a Che Guevara nella sua Latinoamericana.

Il turismo in bicicletta vanta una spiccata sensibilità ambientale e una vivace curiosità per i luoghi meno battuti dal turismo di massa. Per il cicloturista si tratta di una scelta di vita oltre che di viaggio. Negli ultimi anni il numero di centauri green è aumentato a testimonianza di una crescente sensibilità ambientalista e una rinnovata curiosità verso modalità di viaggio alternative. Numerose sono le associazioni di ciclisti e, tra queste, spicca la European Cyclists’ Federation (ECF), una federazione fondata nel 1983 che raccoglie 60 organizzazioni nazionali per la mobilità urbana in bicicletta sparse in 37 paesi.

turismo in bicicletta mappaEuroVelo
@EuroVelo

La ECF gestisce la serie di conferenze Velo-city incentrate sulla pianificazione di percorsi ciclabili. In materia di cicloturismo la ECF ha curato il progetto EuroVelo, un network di itinerari ciclabili attraverso l’Europa. Si tratta di un progetto ambizioso per la valorizzazione delle identità storico-culturali dei territori dell’Unione Europea attraverso il turismo in bicicletta. EuroVelo conta, attualmente, ben 14 itinerari (illustrati nell’immagine accanto).

Turismo bicicletta -Iron Curtain Rail
@ironcurtaintrail.eu

Turismo in bicicletta: 3 itinerari

EuroVelo 13 o Iron Curtain Trail Questo tracciato ripercorre la linea della Cortina di Ferro snodandosi per più di 10.000Km dal Mar Baltico al Mar Nero e attraversando 20 paesi. Un percorso per riscoprire la storia dell’Europa attraverso la mobilità dolce. Un itinerario che trasforma un antico confine in un punto di contatto tra paesi e popoli. La bicicletta diventa quindi uno strumento per ripercorrere e superare le divisioni del passato. Sul sito i dettagli e le tappe dell’itinerario.

turismo in bicicletta ViasVerdes
@viasverdes.com

Viàs Verdes Questo progetto spagnolo raccoglie più di 2.000Km di antichi tracciati ferroviari ora adibiti a itinerari a piedi o in bicicletta. Si tratta di percorsi di lunghezze variabili dislocati in tutta la Spagna. Un progetto interessante che unisce al tema turistico quello della riqualificazione e del riutilizzo di binari ferroviari in disuso. Info e dettagli degli itinerari sul sito.

Avenue Verte o Greenway La ciclabile Parigi-Londra è un percorso di 400Km inaugurato per le Olimpiadi di Londra del 2012. Un itinerario ciclabile dalla Cattedrale di Notre Dame di Parigi fino al Westmister Bridge di Londra, passando attraverso caratteristici villaggi ‘fuori dal tempo’ (eccezion fatta per l’attraversamento della Manica in traghetto). Due città simbolo dell’Europa collegate a passo di bicicletta. Sul sito dettagli e info per l’organizzazione del viaggio e delle tappe.

Ma il turismo in bicicletta non è solo questo. Parlare di cicloturismo significa parlare anche di slow tourism. Un turismo a misura d’uomo, un viaggiare lento, senza mordi e fuggi. Significa anche parlare di servizi e infrastrutture che garantiscano sicurezza e comodità non solo per i turisti ma anche per i residenti. Non dobbiamo, infatti, dimenticarci che i luoghi del turismo sono anche i luoghi dell’abitare e del vivere quotidiano di qualcun altro perché, come dice il Prof. Jafar Jafari, “A nice place to live, is a nice place to visit”.

A questo punto non resta che scegliere l’itinerario, preparare un bagaglio leggero e… gonfiare le ruote della bicicletta!

Segnala un errore

Il disegno e la progettazione mi hanno sempre appassionato. Dopo la laurea in architettura mi sono specializzata in pianificazione urbana nei paesi in via di sviluppo. Attualmente sono una ricercatrice in turismo responsabile. Che dire? Viaggi, scarabocchi e coinquilini – pelosi e pennuti – caratterizzano le mie avventure e ‘disavventure’…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

turismo in usa

Trend del turismo in USA all’era di Trump: West o East Coast?

Qualche cambiamento negli Stati Uniti di Trump si avverte anche a livello turistico, con un trend di crescita del turismo internazionale debole. Come è cambiato il turismo internazionale in USA? Quanti europei hanno scelto gli USA per le loro vacanze? E per quali mete?
Torna su