Tisane a freddo: la nuova moda dell’estate3 min read

21 Luglio 2022 Uncategorized -

Tisane a freddo: la nuova moda dell’estate3 min read

Reading Time: 2 minutes

In estate fa caldo e la voglia di bere si fa sentire. Se normalmente è consigliato consumare almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno, con le temperature più alte la quantità necessariamente aumenta, arrivando a superare facilmente i due litri.

Sudando è importante reintegrare non solo i liquidi ma anche i sali minerali che si sono persi durante l’arco della giornata. In tal senso le tisane a freddo rappresentano la soluzione più interessante, essendo un drink pratico, buono, sano e fresco, con tutte le proprietà degli infusi, il cui consumo si rivela valido tutto l’anno.

In questo articolo vi portiamo alla scoperta delle tisane a freddo, sempre più realizzate con ingredienti di origine biologica e quindi ancora più validi per la salute. Un trend che con l’arrivo della bella stagione sta conoscendo una diffusione importante, tanto da diventare una vera e propria moda.

Cosa si intende per tisane a freddo?

Quando si parla di tisane a freddo si fa riferimento a preparati in cui il processo di infusione avviene a temperatura ambiente, senza bisogno di far bollire l’acqua.

Il tempo di preparazione delle tisane a freddo è mediamente intorno ai 7 minuti o comunque di circa due minuti superiore a quello che riguarda le tisane classiche. Si tratta, ed è bene specificarlo, di bustine che presentano caratteristiche specifiche, anche se non mancano le opzioni che si prestano per essere impiegate secondo entrambe le modalità.

Ad avvalersi di questo principio sono non solo gli infusi ma anche i . Permettono di ottenere una bevanda che terminato il tempo di infusione può essere conservata al fresco in frigo, buona, piacevole al gusto e senza l’aggiunta di zuccheri né conservanti. Da dolcificare nel modo che si preferisce.

Quali sono i vantaggi

Le tisane a freddo rappresentano un’opzione che piace a quanti sono alla ricerca di bevande che presentano particolari proprietà, agendo, proprio come fanno le tisane classiche in maniera mirata su determinate funzioni dell’organismo.

Gli infusi a freddo garantiscono un’idratazione ulteriore rispetto a quella dell’acqua, con benefici per tutti gli organi del corpo umano, a cominciare da quello più esteso e che si rivela sempre una cartina tornasole: la pelle.

Si trovano disponibili secondo molteplici formulazioni, oltre che rinfrescanti e idratanti, anche riequilibranti ed energizzanti, per fare degli esempi. Si tratta, inoltre, di ingredienti validi dal punto di vista della digestione, in particolare quando vedono la presenza di un alimento dalle importanti proprietà come lo zenzero. Il ginger è del resto apprezzato da diversi anni, sia per il gusto, sia per gli effetti benefici che riesce ad assicurare.

Le tisane a freddo, sostanzialmente, piacciono perché sono buone, sane, senza zuccheri aggiunti e modulabili dal punto di vista del gusto con quella punta di dolcezza che si preferisce. La soluzione ideale per l’estate.

Come portarle sempre con sé

Il modo più semplice per portare le tisane a freddo sempre con sé è quello di farne una scorta e tenerla in frigo. La soluzione ottimale è quella di avere in dotazione una o più borracce termiche, in grado di conservarne la freschezza anche quando si è fuori casa.

Un modo per ottimizzare un aspetto non secondario: il basso impatto per l’ambiente che questo tipo di bevande comporta, permettendo di limitare l’uso di plastica e di altri componenti nocivi per il pianeta. Gli infusi a freddo appaiono quindi buoni sotto tutti i punti di vista.

CONDIVIDI
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU