There is no game: non c’è una recensione né l’annuncio di un seguito

di

there is no game

Quanti giochi iniziano dicendovi che l’app che avete scaricato non è in realtà un gioco? There is no game: non c’è nessun gioco.

There is no game è un’app geniale sviluppata da Kamizoto in cui è presente una grande scritta blu: a prima vista può sembrare il titolo di un gioco, sebbene la profonda voce di sottofondo cerchi di convincerci che quello, in fin dei conti un gioco non è.

Il fatto divertente è che in questo gioco non-gioco verremo costantemente incitati a desistere e ad abbandonare. Infatti verrà criticata ogni mossa che compiremo: se continuiamo a toccare lo schermo verremo avvisati che potremmo causare danni e problemi irreparabili all’applicazione, che potrebbe persino, indovinate un po’, diventare un gioco.

there is no game

Vi sbagliate se pensate che questa applicazione vi terrà occupati per giorni o settimane: bastano 20-30 minuti. Tutto dipende da quanto darete retta al narratore, il quale, anche se sarete in difficoltà, col suo blaterare vi suggerirà alcuni indizi per continuare a rompergli le scatole. La voce ha un tono peculiare, distorto e robotico. È la voce del gioco stesso che ci parla in prima persona.

L’unico inconveniente è che le lingue disponibili sono solo inglese e francese; ma se ne possedete una conoscenza di base non avrete problemi a capire cosa il gioco… Ehm, non-gioco richiede. Muovendoci attraverso scenari in grafica a 8-bit, non dovremo risolvere i poco complicati enigmi, perché ciò che potremmo scoprire è solo una triste verità: abbiamo speso tempo senza giocare ad alcun gioco!

Non si può perdere, a meno che il gioco non riesca a persuadervi a chiudere l’app. Ma dal momento che non si può perdere, non è possibile neanche vincere, in quanto nel finale… Beh, non farò alcuno spoiler, ma visto che non è un gioco, non aspettatevi il finale da un gioco.

There is no game: crowdfunding per un seguito

There is no game è un’intrattenente avventura in punta&clicca, disponibile gratuitamente sul PlayStore solo per Android. In compenso lo sviluppatore ha in programma di lanciare il sequel There is no game: Wrong Dimension entro la fine dell’anno su diverse piattaforme, quali PC e Mac. Nella descrizione del trailer ufficiale su Kickstarter Kamizoto continua a scherzare col lettore ripetendo che ciò che ci aspetta non sarà un gioco e nascondendone la descrizione, svelando poco del nuovo non-gioco. Eccolo:

D’altro canto la bellezza di questo titolo sono i puzzle a sorpresa che vengono proposti: riguardo a ciò sappiamo che nel sequel ce ne saranno di più rispetto al primo e che saranno anche più impegnativi.

Grafica&Sonoro: 4/5
Longevità: 1/5
Giocabilità: 5/5
Originalità: 5/5
Globale: 4/5

Segnala un errore

Anche se il mio nick lo suggerisce, non sono implicato in nessuna vicenda oculistica. Cresciuto col Game Boy e la musica a 8-bit nelle orecchie, frequento un aspro corso di Ingegneria. Tuttavia mi piace trovare il tempo per giocare a qualcosa di nuovo, e raccontarvelo attraverso il filtro della mia lente.

1 Comment

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Gimme5, qualche domanda a chi la usa

Una raffica di domande a uno studente che usa Gimme5 per i suoi piccoli investimenti: "Chi sei? Quanto usi questa app? Quanto ci hai guadagnato?".
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: