Teff crepes senza glutine – Injera per gli amici3 min read

26 Ottobre 2014 Cucina -

di -
antropologa e comunicatrice

Teff crepes senza glutine – Injera per gli amici3 min read

Reading Time: 3 minutes
teff crepes senza glutine
@ Jenn Dyer

[divider scroll_text=”Cucina vegetariana: teff crepes senza glutine e uova”]

Nella nostra continua ricerca di ricette che accontentino tutti, dai vegetariani ai vegani, e coloro che voglio avere una dieta priva o a basso contenuto di glutine, oggi siamo andati fino in Etiopia.

Qualche anno fa non avrei mai detto che, dopo un anno di vita in Etiopia da cooperante, mi sarei ritrovata a scrivere una ricetta per una teff crepes senza glutine. Le vie del web sono infinite, davvero.

Devo dirvelo io odio profondamente l’injera.

E non solo perchè per un anno me l’anno propinata in tutte le salse. Ma perché io e l’injera etiope proprio non siamo fatte per stare vicine. Questione di gusti.

Si chiama così questa crepes di grano teff che accompagna tutti i piatti principali in Etiopia e Eritrea e che, un po’ come il pane indiano, aiuta a raccogliere il cibo con le mani. Di colore leggermente grigiastro, spugnosa e con un sapore tendente all’acido, forse descritta così vi sembrerà poco invitante, vi assicuro che accompagnata con una bella salsina di sugo e ceci oppure, per gli onnivori, con dello zighini*, sposa perfettamente.

La ricetta dell’injera prevede la possibilità di rendere questo pane più consistente con l’aggiunta di farina integrale (diciamo su 100g di teff 2 cucchiai rasi di farina sono sufficienti) oppure potete usare il teff da solo. La crepes sarà più delicata in questo caso, ma assolutamente priva di glutine.

teff crepes senza glutine
@ Rod Waddington

Cosa è il teff?

Vi consiglio vivamente di aggiungere alla vostra cucina questo cereale, il teff. Ricco di ferro, potassio, carboidrati complessi e calcio è il più piccolo cereale del mondo. Ha una ottima resistenza ai climi rigidi, alla muffa e all’umidità. Ecco perché cresce bene in paesi con i climi molto rigidi, Etiopia, Eritrea, India per esempio.

E’ un cereale facilmente digeribile e naturalmente privo di glutine e dunque è ottimo anche per tutti coloro che soffrono di celiachia. Si può usare in associazione con altre farine, naturalmente prive di glutine, oppure per chi vuole una dieta a basso contenuto di glutine ma non è celiaco, con della farina integrale. In basso troverete una opzione che vi accontenta.

Il teff contiene dei batteri che si attivano se lasicato a fermentare con l’acqua e danno via al processo di lievitazione che assomiglia a quello del lievito madre. Per cui se fate riposare l’impasto il lievito diventa inutile nella preparazione della crepe.

Veniamo alla ricetta.

Teff Crepes senza glutine

Dosi per circa 10 crepes

  • 180 ml di acqua equivalenti a 3/4 di una tazza
  • 110 g. di farina di teff equivalente a 1/2 tazza (trovabile nei negozi di cucina internazionale)
  • un pizzico di sale integrale
  • burro o olio per ungere la padella antiaderente

 

Opzione B – ingredienti da aggiungere in più

Teff Crepes con farina integrale

  • 2 Cucchiai di burro o di olio EVO
  • 1 cucchiao di aceto
  • 1 uovo da allevamento a terra
  • 60 g. di farina integrale

 

1. Mettere gli ingredienti acqua e farina di teff in una ciotola e lasciarli riposare per una notte, circa 10 ore e al massimo fino a due giorni. Più riposano più diventa acido il sapore, tipico dell’injera etiope.

2. Terminato il periodo di fermentazione, mescolate bene l’impasto e su una piastra o padella da crepes antiaderente passate una leggera quantità di burro e fate cuocere finché la superficie non secca e appaiono delle crepe e i bordi tenderanno ad arricciarsi (circa 40secondi o meno se la piastra è calde e lo strato non troppo spesso). Capovolgete l’injera e verificate che si sia ben alveolata e dopo 60 secondi versatela su un piatto.

3. Lasciate raffreddare e servite con verdure, shiro o zighini. O con le vostre ricette salate preferite.

Queste crepes avendo praticamente zero glutine sono delicatissime. Attenzione a non strapparle. In caso invece vogliate renderle più consistenti e spesse e non avete problemi di glutine allora vi consiglio dopo il risposo notturno di aggiungere gli ingredienti in opzione B.

*Lo zighini è uno spezzatino di carne tipico piatto eritreo e etiope.

Foto in copertina | Jenn Dyer

 

 

CONDIVIDI

Antropologa e progettista, per Le Nius è project manager, content manager e formatrice. Nella vita studia e comunica progetti di cooperazione, in particolare progetti di sviluppo che fanno leva sui patrimoni culturali. Si interessa di antropologia dei media, è consulente per il terzo settore. info@lenius.it
4 Commenti
  1. Mauro

    Ma la farina di teff dove si può trovare?

    • Stefania Cardinale

      La risposta più veloce è online. Tuttavia la farina di Teff si trova nei negozi di alimentazione che di solito hanno la dicitura "bio" o "naturale", e se loro non ne dispongono al momento direi che sono quasi certa se dico che se si chiede spesso sono ben disposti ad ordinare il prodotto per il cliente, ammesso che le ditte che trattano ne producano. E si può cercare nei negozi di prodotti alimentari internazionali, faccio un esempio su Milano che è quella che conosco meglio, si compra in zona Paolo Sarpi o in zona stazione centrale.

    • Stefania Cardinale

      Se mi scrivi qui food@lenius.it posso indicarti un paio di siti dove ho acquistato e mi sono trovata bene.

  2. Luca Bertieri

    Sembrano ottime!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU