I 5 sughi per pasta più amati dagli italiani8 min read

30 Novembre 2015 Cucina -

I 5 sughi per pasta più amati dagli italiani8 min read

Reading Time: 7 minutes
sughi per pasta

Vi siete mai chiesti quali sono i sughi per pasta più amati dagli italiani?

Non è facile rispondere a questa domanda in un Paese dove la pasta è diventata con il tempo il piatto più rappresentativo. E visto che in preparazione per le feste natalizie tutti si trovano ad affrontare l’amletico dubbio “lasagna o tortelli”,  “pasta o risotto” e  cominciate a chiedervi cosa poter cucinare di non troppo elaborato, forse una ripassatina a questi 5 sughi super popolari potrebbe aiutare.

L’ospite va soddisfatto e possibilmente stupito, ma non sempre c’è bisogno di provare combinazioni assurde per assicurarsi un buon risultato. Pensando a un piatto di pasta subito ci viene in mente il sugo al pomodoro e basilico, un classico della cucina italiana. Ma quanti altri sughi conoscono gli italiani? Tanti, tantissimi e con altrettante varianti. E se dovessimo proprio fare una classifica quali potrebbero essere i più popolari?

Per raccogliere le ricette di almeno 5 sughi per pasta ricorrenti nelle cucine italiane ho sfoderato alcuni miei vecchi libri e li ho confrontati con le richieste più frequenti ad oggi sul web e i suggerimenti degli chefHo fatto una piccola ricerca personale (fuori e dentro il web) e non vi stupirete di trovare in questa classifica dei grandi classici, ma anche dei sughi specificatamente regionali. Sembra che molti desiderino chiarimenti di piccola portata sulla corretta preparazione di alcuni piatti in particolare. Ovviamente, vi fornisco le loro ricette più classiche da cui prendere spunto!

Ho scelto dei sughi tipici di diverse regioni italiane, adatti a chi è abituato ai sapori ricchi del Sud italiano e a chi preferisce accostamenti più delicati. Inoltre, l’happy ending di questo articolo fornisce un bonus di due ricette popolari per vegetariani e vegani.

1. Ragù alla bolognese

sughi per pasta

Al primo posto c’è un classico emiliano: il Ragù alla Bolognese. Normalmente accompagna le tagliatelle all’uovo, ma si presta benissimo a diverse forme di pasta. Per prepararlo, secondo la ricetta originale non servono molti ingredienti, ma di buona qualità. Innanzitutto la carne deve essere di vitello o manzo tritato.

Ricetta ragù alla bolognese

Dosi per 4 persone

  • 300 g di vitello o manzo tritato
  • 100 g di prosciutto crudo
  • 1 dl di vino rosso
  • 50 g di burro
  • 200 g di passata di pomodoro
  • 1 cucchiaio di concentrato
  • 3 dl di latte
  • 1 cipolla media1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 o 2 mestoli di brodo
  • sale
  • pepe

Preparazione

Per cominciare, tritate finemente prosciutto, cipolla, sedano e carota. In un tegame lasciate fondere il burro, rosolatevi il trito preparato prima per 15 minuti evitando che prenda troppo colore a fiamma media. Aggiungete la carne, fatela rosolare, spruzzatela con il vino e poi lasciatelo evaporare a fiamma media. Versate nel recipiente il concentrato diluito con un mestolo di brodo e poi aggiungete la passata. Coprite e cuocete per circa 1 ora, aggiungendo se necessario del brodo ogni tanto. Quindi versate il latte e proseguite la cottura per altri 30 minuti. Ricordatevi infine di regolare di sale e pepe!

Qui trovate la versione vegetariana del ragù di seitan rosso e in bianco.

2. Sugo la “Gricia”

sughi per pasta

Direttamente dalla Capitale, ci arriva il sugo la Gricia, una combinazione ancora più semplice di ingredienti, tanto poveri che ci risulta incredibile quanto rendano saporito il risultato finale.
Anche 4 persone che non vedono l’ora di provare questa chicca culinaria.

Ingredienti per il sugo la “Gricia”

Dosi per 4 persone

  • 400 g di guanciale
  • 150 g di pecorino romano
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Preparazione

Più semplice non si può! In una padella mettete a scaldare qualche cucchiaio di olio extra-vergine di oliva. Aggiungete il guanciale tagliato a listarelle di 2/3 cm di lunghezza e lasciatelo rosolare fino a che non diventa bello croccante e il grasso si è sciolto nell’olio. Se volete stare più leggeri non utilizzate l’olio, ma lasciate solo il grasso del guanciale sciolto in padella con l’aggiunta di un cucchiaino di aceto bianco che smorza il sapore forte di grasso di maiale.

Fate cuocere la pasta (scegliete tra spaghetti, bucatini o rigatoni) in acqua salata e scolatela al dente, tenendo da parte un bicchiere di acqua di cottura.
Ora versate la pasta nella padella col guanciale e amalgamate bene aggiungendo pecorino, pepe e pò di acqua di cottura. Servite e abbondate ancora col pecorino.

3. Pesto alla genovese fatto in casa

sughi per pasta

Si dice che i genovesi abbiano il “braccino corto” ma in un’ occasione di certo non si sono risparmiati: ci hanno regalato il pesto, una prelibatezza tutta ligure. Vediamo la tradizione cosa ci insegna sul farlo in casa. Qui trovate la ricetta già realizzata qualche tempo fa da un genovese doc.

Ricordate che dovete usare basilico fresco a mazzetti. Lavate e asciugate le foglioline di basilico, poi sbucciate gli spicchi d’aglio. Se non avete il mortaio con il pestello di legno per lavorare i vari ingredienti qualcuno usa il frullatore e mezzo bicchiere d’olio a media velocità. Aggiungete i due formaggi grattugiati e frullate ancora.

Forse non tutti sanno che la ricetta originale prevede l’aggiunta dei fagiolini e delle patate oltre alle linguine. Perciò, se volete rispettare la tradizione, lessate nella stessa acqua linguine, patate tagliate a fiammifero e fagiolini. Solo successivamente aggiungete il pesto!

4. Sugo al nero di seppia

sughi per pasta
@Giorgio Minguzzi

Scendiamo più a Sud, tra le calde terre della Sicilia. Qui nasce questa parte della tradizione culinaria italiana che spinge tra i sughi per pasta più popolari un buon sugo al nero di seppia. La preparazione risulta un po’ più complicata dei sughi presentati sopra ma il gusto conquista gli amanti del “sapore di mare”.

Ingredienti per il sugo al Nero di Seppia

Dosi per 4 persone

  • 1 kg e 200 g di seppie
  • Del concentrato di pomodoro
  • 350 g di pomodori freschi a pezzi
  • aglio
  • cipolla
  • prezzemolo
  • olio
  • peperoncino
  • sale

Preparazione

Pulite molto bene le seppie, levando l’osso e lasciando intera la vescichetta del nero, dopodiché tagliatele a pezzetti. In un tegame scaldate mezzo bicchiere d’olio, insaporitevi l’aglio e la cipolla ben tritati, aggiungete le vostre seppie, dopo dieci minuti spruzzate il vino e fate evaporare. Aggiungete sei centimetri di concentrato di pomodoro, i pomodori a pezzi, le vescichette con il nero, il sale, il peperoncino e cuocete per circa un’ora mescolando e, se notate secchezza nel sugo, aggiungete un po’ d’acqua.

Molto consigliate per questo piatto sono le linguine, da lessare in abbondante acqua salata, magari con l’aggiunta di un cucchiaio di brodo di pesce, per insaporire meglio la pasta. Conditele al dente con il sugo al nero di seppia e tritate sul piatto del prezzemolo fresco.

5. Sugo all’Aretina

Citando i sughi della tradizione italiana, non si può non chiamare in causa almeno un piatto toscano. Ad un gusto molto particolare combacia una preparazione attenta.
Vediamo come si prepara un buon sugo all’aretina.

Ingredienti per il sugo all’Aretina
Dosi per 4-6 persone

  • 1 anatra di 1 kg
  • 100 g di prosciutto crudo
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • salvia
  • basilico
  • e 1/2  scatola di pomodori circa 750 g
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • formaggio grattugiato q.b.
  • olio
  • sale
  • pepe

Preparazione

Pulite bene l’anatra, tenete da parte il fegato e tagliatela in tanti pezzi. In un tegame scaldate due cucchiai d’olio e insaporitevi le verdure e il prosciutto tritati. Mescolate e unite la carne. Fate insaporire rigirandola spesso, bagnate con il vino e fate evaporare subito la parte alcolica a fiamma media. Aggiungete i pomodori, salate, pepate e cuocete per circa un’ora e mezzo. A dieci minuti da fine cottura, ricordatevi di unire il fegato. Ora togliete dal tegame la carne e tenetela al caldo. Passate il sugo al setaccio. Dopo aver cotto la pasta (consigliate con questo sugo sono le pappardelle) unite il sugo insieme ad una noce di burro. Et voilà!

Alternative vegetariane: i sughi per pasta più ricercati

Molti di questi sughi per pasta della classifica italiana non sono #cruelty-free e allora per gli amici vegetariani e vegani? Ecco quindi due ricette di sughi vegetariani, fuori classifica, ma che sono altrettanto richieste sul web!

Sugo di funghi, noci e tartufo

sughi per pasta

Con ingredienti tipicamente nordici e montani, questo sugo è perfetto per chi ama il sapore intenso del tartufo, da abbinare al dolce della noce.

Sugo ai funghi, noci e tartufo
Dosi per 4 persone

  • 1 confezione di funghi da 300 grammi
  • Prezzemolo fresco
  • aglio
  • olio
  • noci 100 grammi
  • olio al tartufo o se siete degli intenditori, scaglie di tartufo

Trifolate i funghi in padella con olio e aglio e sale e a fine cottura aggiunte il prezzemolo fresco tritato senza farlo cuocere. A parte pestate le noci e aggiungetele ai funghi insieme ad alcune scaglie di tartufo (senza esagerare). Se disponete di una buona quantità di tartufo potete pensare di preparare un “sugo pronto”, cioè un pesto di tartufo e olio di oliva, da tenere in frigo e utilizzare in diverse occasioni.

Crema di asparagi 

Molto semplice e veloce, questa ricetta vegetariana riscuote molto successo in quanto gli asparagi, oltre che molto saporiti, sono ricchi di proprietà benefiche per l’organismo e perciò perfetti anche per chi segue una dieta dimagrante (vi sentirete sazi prima grazie alle fibre).

Crema di asparagi
Semplice: pulite gli asparagi, togliete la parte finale quella bianca e sporca di terra. Lessateli in acqua bollente salata, possibilmente a testa in su e in verticale.

Scolateli al dente e tagliateli a rondelle. In un pentolino soffriggete uno spicchio d’aglio, dello scalogno e un rametto di timo in olio extravergine di oliva poi eliminatele l’aglio e il timo e unite gli asparagi. Aggiungete il pepe e cuocete per qualche minuto. Passate gli asparagi al mixer e condite la pasta con la crema ottenuta.

CONDIVIDI

Ho 21 anni, troppi capelli ed una biografia piuttosto filiforme. Ho passato la mia infanzia in un desolato paese sul Lago Maggiore, sono curiosa, adoro ballare e vorrei fare talmente tante cose nella vita che le inizio tutte ma non ne finisco una. Ora vivo a Verona, dove studio Lingue e Culture per l’Editoria, facoltà che ho scelto perché ancora devo capire bene per cosa sia più portata, se parlare oppure scrivere.
4 Commenti
  1. giorgio

    L' IMPORTANTE E' AVERE POCHE IDEE MA BEN CONFUSE.......................

    • Noemi

      Ciao Giorgio, cosa ti sembra poco chiaro all'interno dell'articolo? Non sei d'accordo sulla classifica scelta

  2. Francesco

    Molto interessante la classifica (anche se mancano sia la carbonara che l'amatriciana)... Però la foto degli spaghetti col ragù risparmiatevela per favore. Ogni volta che qualcuno prepara un piatto di "spaghetti alla bolognese" un bolognese muore. Il ragù può andare con le tagliatelle, con i maccheroni, con la gramigna, e con tanti altri tipi di pasta. Ma con gli spaghetti NO. (e neanche coi tortellini)

  3. Paola

    Di quali italiani parla la “ giornalista”????? Forse quelli che sono nati all’estero da nonni italiani ?? Classifica bocciata largamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU