Star Wars Battlefront: un DLC per cambiare il finale di Episodio IV

di

star wars battlefront dlc

Con l’ultimo aggiornamento di settembre, Star Wars Battlefront ha introdotto molte novità nel DLC “Morte Nera”. Vediamole assieme:

1) Con il pacchetto rilasciato dai ragazzi di DICE si aggiungono ben 5 nuove mappe multigiocatore, tutte situate dentro o sulla superficie della temibile stazione da battaglia spaziale, la Morte Nera. Impetuosi scontri di fanteria avverranno attraverso i cunicoli, le sale di comando e le sale dei generatori (nonché in un famigerato compressore di rifiuti!), mentre nello spazio presso la superficie della Morte Nera si terranno combattimenti tra i caccia stellari delle due fazioni.

2) Vengono introdotti due nuovi eroi, uno per fazione: il fido Chewbecca per i Ribelli e il temibile cacciatore di taglie Bossk, per gli Imperiali. Il primo, oltre ad una notevole salute ed alta difesa, può contare sulla sua fida Balestra per scagliare multipli dardi esplosivi. Bossk d’altro canto possiede una vista termica, che ne accelera i movimenti ed aumenta i danni.

3) Tra le nuove armi ci sono la “Pistola K-16 Bryar” e il “Blaster a ripetizione pesante TL-50”, entrambi sbloccabili solo dopo aver conseguito il relativo Contratto di Jabba. Invece, se avremo abbastanza crediti a disposizione, potremo acquistare le nuove carte stellari: la mina a raggio laser, la quale è un potente ordigno esplosivo che salta in aria non appena un nemico ne ostruisce il laser di innesco; oppure il Droide medico, un droide da supporto fisso che cura la salute degli alleati vicini e ne accelera il ripristino delle carte stellari.

star wars battlefront dlc

4) Nelle battaglie stellari sono disponibili due astronavi che han fatto la storia: l’Ala X Rosso-5 di Luke e il TIE Avanzato di Darth Vader. Questi veicoli sono più potenti rispetto ai normali caccia, e possono contare sull’appoggio dei loro scudieri, dando la possibilità ad altri giocatori di impersonare gli Ala X Rosso 2 e Rosso 3 o i caccia TIE fedeli seguaci di Vader (proprio come accade con le Guardie Reali dell’Imperatore, ad esempio).

5) Un’ultima, strepitosa, novità è la modalità chiamata Stazione da battaglia. Essa consiste in uno scontro articolato in 3 diversi momenti: nella prima battaglia i Ribelli devono distruggere gli Star Destroyer orbitanti in un campo di asteroidi, mentre l’Impero dovrà tentare di difenderli a tutti i costi. Nella seconda fase, si scende dalle navicelle e si giunge dentro la Morte Nera, dove i Ribelli devono tentare di far evadere il prezioso R2-D2, il quale è in possesso dei piani della Base Spaziale Imperiale.

La missione conclusiva consiste in un epico revival del finale del IV episodio: proprio come il giovane Skywalker, dovremo sfrecciare nei canali della Morte Nera, evitando gli attacchi imperiali, per sferrare il colpo definitivo. Quest’ultima esperienza è stata decisamente ben ricostruita, con dettagli ed effetti sonori mozzafiato per farci vivere in prima persona la distruzione della Morte Nera.

Segnala un errore

Anche se il mio nick lo suggerisce, non sono implicato in nessuna vicenda oculistica. Cresciuto col Game Boy e la musica a 8-bit nelle orecchie, frequento un aspro corso di Ingegneria. Tuttavia mi piace trovare il tempo per giocare a qualcosa di nuovo, e raccontarvelo attraverso il filtro della mia lente.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Gimme5, qualche domanda a chi la usa

Una raffica di domande a uno studente che usa Gimme5 per i suoi piccoli investimenti: "Chi sei? Quanto usi questa app? Quanto ci hai guadagnato?".
Torna su