Le 5 spiagge più pericolose del mondo

di

Le Nius va a scuola: abbiamo incontrato le terze medie dell’Istituto Vittoria Colonna di Milano, anche quest’anno, e gli abbiamo raccontato cos’è Le Nius, come si scrive per il web e abbiamo provato a rispondere alle domande dei ragazzi. Poi abbiamo invitato chi lo desiderava a scrivere un post. Questo articolo è di Nicolò Francini.

Spiagge più pericolose del mondo
@panorama.it

L’estate si avvicina, le giornate sono più lunghe e viene voglia di pensare alle prossime vacanze al mare. Acque cristalline, sabbia fine, fiori tropicali e palme a fare ombra… Un paradiso! Ma attenzione: a volte sotto quest’immaginario idilliaco si nascondono vere e proprie insidie e pericoli di ogni sorta. In questo articolo ho raccolto 5 delle spiagge più pericolose che potrete trovare in giro per il mondo, con un piccolo extra su una spiaggia italiana.

Eccole, in ordine, dalla meno alla più pericolosa!

Classifica delle spiagge più pericolose del mondo

5. Cape Tribulation (Hawaii)

Spiagge più pericolose del mondo Cape Tribulation Hawaii
@ligurianautica.com

Al quinto posto della classifica delle spiagge più pericolose del mondo troviamo Cape Tribulation, Hawaii, tanto affascinante quanto assassina. Uno dei suoi principali pericoli è la fauna che popola l’isola. Sono infatti presenti numerose specie di serpenti velenosi e coccodrilli.

Il pericolo più grande però non si trova sulla terraferma, bensì nell’acqua: le meduse urticanti presenti nel mare circostante possono portare alla morte con una sola puntura.

4. Hanakapiai beach (Hawaii)

Spiagge più pericolose Hanakapiai beach
@viagginews.com

Hanakapiai beach, Hawaii, è la spiaggia che farebbe sognare ogni surfista. Un paradiso di onde e sole. Il problema è che ne uccide altrettanti a causa delle sue forti correnti e delle onde alte più di 15 metri.

Per questo motivo a Hanakapiai beach è fortemente sconsigliato fare il bagno. Nonostante questo, sono state più di 80 le persone morte nelle sue acque solo nel 2017.

3. Gansbaai (Sud Africa)

Spiagge più pericolose Gansbaai
@sharkzone.co.za

La spiaggia di Gansbaai, in Sud Africa, è anche conosciuta come la capitale degli squali bianchi. E una delle maggiori attrazioni turistiche fin dal 1995 è proprio fare il bagno con gli squali stando dentro una gabbia metallica… Ma attenzione alle dita!

2. Chowpatty Beach (India)

Spiagge più pericolose Chowpatty Beach
@travelblog.org

Nelle acque di Chowpatty Beach a Mumbai, in India, non sono presenti né squali né meduse, ma il vero problema è l’inquinamento. Per questo motivo è imposto il divieto di balneazione, per evitare di ammalarsi gravemente.

Nonostante ciò, gli abitanti di Mumbai fanno il bagno perché secondo una superstizione locale immergersi nelle acque della spiaggia porta fortuna.

1. Kilauea Beach (Hawaii)

Spiagge più pericolose del mondo Kilauea Beach
@durangoherald.com

Kilauea Beach, Hawaii, si guadagna il primo posto per la sua localizzazione geografica ai piedi del vulcano omonimo. Una leggenda locale narra che la dea Pele abiti dentro il vulcano.

Quest’ultima, ogni volta che i turisti portano a casa un pezzo di lava come souvenir, scaglierebbe una maledizione contro chi ha derubato la sua terra.

E in Italia?

Spiagge più pericolose Rosignano Solvay
@visionidalmondo.it

Anche in Italia abbiamo numerose spiagge molto belle, ma non così pericolose. La più pericolosa che ho trovato è la spiaggia di Rosignano in Toscana.

La spiaggia viene chiamata anche Caraibi chimici perché a prima vista sembra proprio una spiaggia delle Maldive o appunto dei Caraibi, ma è così solo perché situate alle sue spalle ci sono una centrale chimica che riversa in mare materiali come piombo, rame e tanti altri. Per questo motivo stare su questa spiaggia e fare il bagno nelle sue acque può essere altamente nocivo e addirittura cancerogeno. Quindi fate attenzione e non fatevi fregare dal colore invitante della sabbia!

Se giunti a questo punto, però, vi state ancora chiedendo cosa fare durante le prossime vacanze, provate a dare un’occhiata a questo articolo che racconta le 10 isole più belle del mondo.

Segnala un errore

Il progetto "Le Nius a Scuola" porta i redattori di Le Nius a scuola a raccontare come funziona la comunicazione digitale, spiegare alcune competenze e accompagnare gli alunni nella elaborazione di un prodotto digitale. Molti alunni ci hanno inviato i loro articoli che abbiamo letto, editato e pubblicato. Crediamo ne valga la pena.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Viaggio a Lisbona: una meta non scontata tra tradizione e novità

In viaggio a Lisbona, città del nostalgico fado e delle antiche tradizioni, ma anche giovane e dinamica, dove la curiosità non ha mai fine. Vi raccontiamo quella che secondo Lonely Planet è una delle destinazioni più interessanti del 2018 tra arte, cultura e gastronomia.
Corsica in bici

Corsica in bici: a nord tra mare e monti

Anche se in commercio non si trovano guide dedicate, organizzare un viaggio in Corsica in bici non è impossibile. Quest'isola si presta davvero bene ad essere scoperta a ritmo lento e accontenta un po' tutti, da chi ama il mare a chi preferisce la montagna. Ecco un'idea di itinerario per organizzare il vostro viaggio.
Viaggio Tbilisi Georgia

Tbilisi: l’altra Georgia nel cuore del Caucaso

Andare a Tbilisi è un viaggio nel cuore del Caucaso, dove Europa e Asia si incontrano. Vi riempirete gli occhi di colline brulle e chiese dal semplice splendore, conoscerete la particolare gastronomia georgiana e imparerete come il vino sia nato proprio qui. Una meta ancora poco gettonata, ricca di storia e cultura.
musei di barcellona

Bagno di cultura in Catalogna: i 6 imperdibili musei di Barcellona!

Quando si parla di Barcellona non si può fare a meno di identificarla come una capitale del divertimento, dell’estate e della movida. Ci immaginiamo le sue spiagge affollate di turisti, le notti brave delle discoteche di Villa Olímpica e i mille svaghi della bella stagione (d’altra parte ne avevamo già parlato). Tuttavia, non bisogna dimenticare che la…
cicloturismo

Cicloturismo: scoprire il mondo su due ruote

Non più solo olandesi, tedeschi, francesi: i cicloturisti sono anche italiani. Grazie alla riscoperta del turismo slow e alla diffusione delle ebike in molti oggi scelgono di organizzare una vacanza su due ruote. Scopriamo qualcosa in più sul cicloturismo, un fenomeno destinato a crescere nei prossimi anni.
Torna su