Speciale Mondiali girone G: Germania, Portogallo, Stati Uniti, Ghana

di

Speciale Mondiali girone G: Germania, Portogallo, Stati Uniti, Ghana.jpg
Il girone G è un gruppo bellissimo. Due europee di alto livello, Germania e Portogallo, Stati Uniti e Ghana di nuovo insieme dopo il mondiale del 2006. I tedeschi sono nella ristretta fascia dei favoritissimi, insieme a Spagna e Brasile, ma come gli iberici hanno un girone impegnativo. Cristiano Ronaldo proverà a portare il suo Portogallo quanto più avanti possibile, ma i lusitani sono obbligati a non sbagliare niente fin da subito.

Speciale Mondiali girone G: Germania

Speciale Mondiali Girone G: Germania

Una generazione di talenti clamorosa, quella dei cugini tedeschi. Il miglior portiere al mondo, Neuer, una difesa solida con la colonna Hummels e l’esperienza di Lahm, ma soprattutto un tripudio di talento a centrocampo, con una trequarti intasata dall’estro di Özil, Reus, Schürrle, Götze e compagni. Manca, e parecchio, una prima punta affidabile, tanto che l’alternativa principale al veterano Klose (che punta il record di gol ai Mondiali) dovrebbe essere Thomas Muller, una sorta di falso nueve.

Ecco, se proprio vogliamo trovare un difetto alla macchina perfettamente diretta da Joachim Löw, questo è senza dubbio l’assenza di un top player in attacco. Pesa l’infortunio di Gomez, così come può pesare, davanti alla difesa, l’assenza del lungodegente Gundogan e il fresco rientro di Khedira. Ma i tedeschi faranno strada.

I convocati da Joachim Löw:
Portieri: Manuel Neuer (Bayern Monaco), Roman Weidenfeller (Borussia Dortmund), Ron-Robert Zieler (Hannover 96).
Difensori: Jerome Boateng (Bayern), Skhodran Mustafi (Sampdoria), Erik Durm (Dortmund), Kevin Grosskreutz (Dortmund), Benedikt Howedes (Schalke 04), Mats Hummels (Dortmund), Philipp Lahm (Bayern), Per Mertesacker (Arsenal).
Centrocampisti: Julian Draxler (Schalke), Matthias Ginter (Friburgo), Mario Gotze (Bayern), Sami Khedira (Real Madrid), Toni Kroos (Bayern), Max Meyer (Schalke), Thomas Muller (Bayern), Mesut Ozil (Arsenal), Lukas Podolsky (Arsenal), Andre Schurrle (Chelsea), Bastian Schweinsteiger (Bayern).
Attaccanti: Miroslav Klose (Lazio).

Probabile formazione titolare Germania (4-2-3-1): Neuer; Lahm, Boateng, Hummels, Schmelzer; Schweinsteiger, Khedira; Schürrle, Özil, Klose; Müller.

Speciale Mondiali girone G: Portogallo

Speciale Mondiali girone G: Portogallo

Si dice Portogallo, si pensa Cristiano Ronaldo. Senza il pallone d’oro in carica, infatti, i lusitani sarebbero una squadra normalissima, con qualche elemento di ottimo livello – Coentrao, Moutinho, Pepe – e con la solita, storica assenza di una prima punta di valore.

C’è Cristiano, però, e allora cambia completamente il punto di vista con cui si guarda il Portogallo, perché se c’è un giocatore in grado di vincere le partite da solo e trascinare un’intera squadra questi è senza dubbio il numero 7 più famoso al mondo.

I lusitani hanno conquistato due semifinali importanti negli ultimi anni (ai mondiali del 2006 e agli scorsi europei) e l’eventuale incrocio in ottavi (Belgio o Russia) potrebbe essere abbordabile. Teniamoli d’occhio.

I convocati da Paulo Bento:

Portieri: Beto (Siviglia/Spa), Eduardo (Braga) e Rui Patricio (Sporting Lisbona).
Difensori: Andre’ Almeida (Benfica), Bruno Alves (Fenerbahce/Tur), Pepe e Fabio Coentrao (Real Madrid/Spa), Joao Pereira e Ricardo Costa (Valencia/Spa), Neto (Zenit/Rus).
Centrocampisti: Ruben Amorim (Benfica), Joao Moutinho (Monaco/Fra), Miguel Veloso (Dinamo Kiev/Ucr), Raul Meireles (Fenerbahce/Tur), William Carvalho (Sporting Lisbona).
Attaccanti: Cristiano Ronaldo (Real Madrid/Spa), Helder Postiga (Lazio/Ita), Eder e Rafa (Braga), Hugo Almeida (Besiktas/Tur), Nani (Manchester United/Ing), Varela (Porto), Vieirinha (Wolfsburg/Ger).

Probabile formazione titolare Portogallo (4-3-3): Beto; Joao Pereira, Pepe, Bruno Alves, Coentrao; Moutinho, Veloso, Meireles; Nani, Hugo Almeida, Cristiano Ronaldo.

Speciale Mondiali girone G: Germania, Portogallo, Stati Uniti, Ghana

Speciale Mondiali girone G: Stati Uniti

Ennesimo capitolo della lunga storia tra Stati Uniti e calcio, un amore che fatica a sbocciare, seppure il movimento del Soccer è in crescita. Klinsmann è volato oltreoceano per guidare gli yankees nel difficile mondiale brasiliano. Le speranze c’erano, ma il sorteggio ha complicato parecchio i piani degli americani, che hanno poche possibilità di proseguire oltre il girone di qualificazione.

Molti i convocati provenienti dalla MLS, campionato oggettivamente in crescita. Klinsmann punterà sui “soliti” Donovan, Dempsey e Bradley, oltre alla punta Altidore. Gli americani dovrebbero giocarsi il terzo posto con il Ghana, a meno di clamorosi scivoloni delle big.

I convocati da Jürgen Klinsmann:

Portieri: Brad Guzan (Aston Villa/Ing), Tim Howard (Everton/Ing), Nick Rimando (Real Salt Lake).
Difensori: DaMarcus Beasley (Puebla/Mex), Matt Besler (Sporting Kansas City), John Brooks (Hertha Berlin/Ger), Geoff Cameron (Stoke City/Ing), Timmy Chandler (Nuremberg/Ger), Omar Gonzalez (LA Galaxy), Fabian Johnson (Borussia Monchengladbach/Ger), DeAndre Yedlin (Seattle Sounders FC).
Centrocampisti: Kyle Beckerman (Real Salt Lake), Alejandro Bedoya (Nantes/Fra), Michael Bradley (Toronto FC), Brad Davis (Houston Dynamo), Mix Diskerud (Rosenborg/Nor), Julian Green (Bayern Munich/Ger), Jermaine Jones (Besiktas/Tur), Graham Zusi (Sporting Kansas City).
Attaccanti: Jozy Altidore (Sunderland/Ing), Clint Dempsey (Seattle Sounders FC), Aron Johannsson (AZ Alkmaar/Ola), Chris Wondolowski (San Jose Earthquakes).

Probabile formazione titolare Stati Uniti (4-2-3-1): Howard; Cameron, Besler, Gonzalez, Beasley; Bradley, Jones; Green, Dempsey, Zusi; Altidore.
Speciale Mondiali girone G: Ghana

Speciale Mondiali girone G: Ghana

Una delle formazioni africane più importanti, reduce dall’eliminazione ai quarti di finale in Sudafrica, a un passo dallo storico accesso in semifinale.

L’opportunità buona per i ghanesi sembra essere ormai passata, e le aspettative per il mondiale brasiliano non sembrano poter guardare più avanti delle tre partite del girone.

Tante conoscenze del campionato italiano nella rosa scelta da Kwesi Appiah, con un centrocampo formato dai milanisti Essien e Muntari, oltre ad Asamoah, Badu, Acquah. Torna anche Kevin Prince Boateng, che proprio nella nazionale ghanese si era fatto notare quattro anni fa.

I convocati da Kwesi Appiah:

Portieri: Adam Kwarasey (Stroemsgodset/Nor); Steven Adams (Aduana stars); Richard Kingson (Balikesirspor/Tur).
Difensori: Samuel Inkoom (Platania/Gre); Harrison Afful (Espérance/Tun); John Boye (Rennes/Fra); Jonathan Mensah (Evian/Fra); Daniel Opare (Standard Liegi/Bel); Jerry Akaminko (Eskisehirspor/Tur); David Addy (Vitória Guimaraes/Por).
Centrocampisti: Sulley Muntari (Milan/Ita); Kwadwo Asamoah (Juventus/Ita); Michael Essien (Milan/Ita); Emmanuel Agyemang-Badu (Udinese/Ita); André Ayew (Marsiglia/Fra); Christian Atsu (Vitesse/Ola); Wakaso Mubarak (Rubin Kazan/Rus); Albert Adomah (Middlesbrough/Ing); Kevin-Prince Boateng (Schalke 04/Ger).
Attaccanti: Asamoah Gyan (Al-Ain/EAU); Majeed Waris (Valenciennes/Fra); Prince Tagoe (Kelantan/Mal); Jordan Ayew (Sochaux/Fra).

Probabile formazione titolare Ghana (4-4-1-1): Dauda, Opare, Mensah, Boye, Afful, A. Ayew, Muntari, Essien, K.Asamoah, K.P.Boateng, Asamoah Gyan.

Calendario Girone G (ora italiana)

16/06 13:00 (18.00) Germania – Portogallo
16/06 19:00 (0.00) Ghana – USA
21/06 16:00 (21.00) Germania – Ghana
22/06 18:00 (0.00) USA – Portogallo
26/06 13:00 (18.00) USA – Germania
26/06 13:00 (18.00) Portogallo – Ghana

Pronostici Girone G

La logica dice che Germania e Portogallo, che però non avranno nessuna partita facile. USA e Ghana probabilmente avrebbero avuta vita più semplice in un altro girone, dura vederle agli ottavi.

AGGIORNAMENTI: L’infortunio di Marco Reus è una brutta tegola per i tedeschi, già senza attaccanti davanti, a parte l’eterno Klose.

Immagini| The Guardian| Focus.de| thepeterboroughexaminer.com| 1.bp.blogspot.com| africatopsports.com

Segnala un errore

Statistico atipico, ha curato la sezione Sport e amministrato i profili social di Le Nius. Formatore nei corsi di scrittura per il web e comunicazione social, ha fondato e conduce il podcast sul calcio Vox2Box e fa SEO a Storeis. Una volta ha intervistato Ruud Gullit, ma forse lui non si ricorda.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

vox 2 box ep 52

Vox 2 Box – Episodio 52 (2×22): Der Kommissioner

L'episodio numero 52 di Vox 2 Box si tuffa nel mondo delle elezioni FIGC con l'ospite Fulvio Paglialunga, scrittore e giornalista, uno dei maggiori esperti delle dinamiche della politica sportiva in Italia.
Torna su