Serie A: Toro, prove di derby; le “big” calano il tris

di

@Marco [mach-ms]
@Marco [mach-ms]
Tris di vittorie per le prime tre della classe: Juventus, Roma e Napoli. I successi delle battistrada segnano un solco tra la zona Champions e le restanti contendenti, grazie anche al colpo esterno dell’Inter a Firenze. I viola devono ora recuperare sei punti sulla terza piazza e, risultato a parte, hanno fatto un deciso passo indietro nel confronto del Franchi.

La delusione dei toscani e di Matteo Renzi, al quale le cose vanno meglio lontano dalle tribune, fa da contraltare al ritrovato entusiasmo di Mazzarri. Il gol (in fuorigioco) di Icardi è un toccasana, un rilancio fondamentale per provare a prendere la Fiorentina in classifica e dare un senso a una stagione buttata via nell’ultimo mese e mezzo. Molte delle fortune dell’Inter passeranno attraverso la salute di Walter Samuel, vero ago della bilancia dell’equilibrio nerazzurro, anche più di Hernanes.

Se la Roma non molla e resta a -9 dalla vetta, la Juventus risponde con il dodicesimo urrà su dodici incontri allo Stadium. La prossima tappa, però, presenta delle difficoltà. Non è un Mortirolo, non è un tratto in pianura. E’ un derby contro un Torino in ottima forma, che dopo l’inopinata sconfitta interna contro il Bologna ha rialzato la testa vincendo a sorpresa al Bentegodi. C’è di mezzo un gol in offside (anche qui) ma l’impresa resta. Immobile-Cerci, con l’impianto di Ventura intorno, saranno un test probante per la Signora.

A pari punti con la sorpresa granata e il neopromosso Verona si è innalzato il Parma, travolgente a Bergamo con la complicità di un’Atalanta in vacanza in questo weekend di sport. Il 4-0 esterno sarebbe stato difficilissimo da pronosticare per chiunque. Nell’anno del centenario gli emiliani sono virtualmente in Europa League, complice la finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli. Donadoni dovrà combattere con i facili entusiasmi e le bizze di Cassano, ma sta gestendo al meglio la situazione.

Con Genoa e Udinese bloccatesi a vicenda nel match più bello della giornata, a piccoli passi sta provando a risalire la china il Milan, non scintillante contro il Bologna ma capace di vincere grazie a una prodezza di Balotelli. Agganciata la Lazio, superata a Catania da una squadra che crede ancora nella salvezza e che grazie al proprio pubblico potrebbe centrare l’obiettivo. Gli etnei stanno ritrovando la grinta dei giorni migliori, insieme al Livorno sono, tra le squadre in coda, i più in forma del momento.

Anche in Toscana, infatti, il cambio in panchina ha sortito ottimi effetti. Vincere a Cagliari, pur tra i disastri societari dei sardi, è uno scalpo importante. I rossoblu  del quasi esonerato Lopez sono in una situazione preoccupante, per ora meno di Chievo e Sassuolo. Le panchine di Corini e Malesani scricchiolano. E dire che l’ex tecnico del Panathinaikos è arrivato solo da tre settimane.

Segnala un errore

Tags:

Realizzatore di sogni parzialmente mancato, giornalista sportivo riuscito. Segno che qualcosa è andato per il verso giusto, dai venti in poi. Sostenitore convinto della necessità di pensare e divulgare, meglio se in un pub, peggio se in discoteca. Scrittore per diletto, con la fortuna di vivere del mio lavoro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

vox 2 box ep 52

Vox 2 Box – Episodio 52 (2×22): Der Kommissioner

L'episodio numero 52 di Vox 2 Box si tuffa nel mondo delle elezioni FIGC con l'ospite Fulvio Paglialunga, scrittore e giornalista, uno dei maggiori esperti delle dinamiche della politica sportiva in Italia.
Torna su