Serie A: Juve e Roma sì, Napoli no; Seedorf parte bene

di
@thesportreview
@thesportreview

Salvo miracoli, il Napoli ha perso il treno scudetto in Serie A. Un viaggio già difficilissimo da completare per la Roma (3-0 al Livorno), seconda a otto punti dalla Juventus (4-2 alla Sampdoria). Lo è maggiormente per i partenopei perché una volta di più hanno dimostrato di non avere la solidità, soprattutto difensiva, per “sfondare” in trasferta. Il 2-2 del Bologna, maturato in pieno recupero, è una mazzata per le ambizioni tricolori e un campanello d’allarme in chiave Champions League.

La Fiorentina è a tre punti, ha trovato in Matri il terminale offensivo utile a trasformare in arrosto quel che i palleggiatori viola cucinano. Montella tornerà presto a disporre di Gomez, a Catania ha rovinato la festa al rientrante Maran e crede nella rimonta europea. In questo momento la sua truppa sembra una spanna sopra Inter e Verona, oltre che otto punti più su.

I nerazzurri sono entrati in un tunnel che non sembra avere fine. Non hanno mai vinto nel 2014, lo hanno fatto una sola volta da quando Thohir è presidente. Avrebbero bisogno di varie componenti favorevoli per rialzare la testa: fortuna, cattiveria agonistica e mercato. Sulla prima non si sa cosa può riservare il futuro, la seconda è materia di lavoro di Mazzarri, la terza è in mano al nuovo proprietario, ma tira aria di progetto a lungo termine. La squadra, però, necessiterebbe di un paio di innesti ora. Il Verona, che a San Siro non ha sfigurato nonostante l’addio di Jorginho e l’assenza di Toni, sarà difficile da mettere alle spalle.

I gialloblu hanno pagato la tassa Seedorf. Arrivato da pochi giorni, l’olandese non dispone di una bacchetta magica e il Milan ha conservato i difetti di un gioco lento e prevedibile. In compenso la difesa ha concesso meno del solido e Balotelli è tornato letale dal dischetto.

I rossoneri sono ora a sette punti dalla zona Europa League, con diverse squadre davanti tra le quali Torino e Parma. Due protagoniste delle sorprese “esterne” di giornata, i granata a Sassuolo e gli emiliani a Chievo Verona. Risultati che, assieme al 2-3 di Udinese-Lazio e al successo di misura dell’Atalanta sul Cagliari, influiscono anche nella lotta per la salvezza. Catania, Livorno e Sassuolo oggi sarebbero in B.

Segnala un errore

Realizzatore di sogni parzialmente mancato, giornalista sportivo riuscito. Segno che qualcosa è andato per il verso giusto, dai venti in poi. Sostenitore convinto della necessità di pensare e divulgare, meglio se in un pub, peggio se in discoteca. Scrittore per diletto, con la fortuna di vivere del mio lavoro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

vox 2 box ep 52

Vox 2 Box – Episodio 52 (2×22): Der Kommissioner

L'episodio numero 52 di Vox 2 Box si tuffa nel mondo delle elezioni FIGC con l'ospite Fulvio Paglialunga, scrittore e giornalista, uno dei maggiori esperti delle dinamiche della politica sportiva in Italia.
Torna su