Se tu non me voi bene: Bella, ma non ci vivrei*

di
chievo-roma
@blitzquotidiano

*Storia realmente accaduta che merita di essere raccontata, ma di cui non posso garantire la reale veridicità.

Roma Nord è bella ma non ci vivrei.
– Guarda che quella è Venezia!
– No, no, stiamo a Roma Nord, guarda il cinghiale, guardalo là… tenero eh?
– Sì, ma non lo acciacca’… e poi io parlavo del detto, non se dice ‘Venezia è bella ma non ci vivrei’?
– Ah, sì certo, ma guarda che lo so. Calcola che i detti con i capoluoghi di provincia li conosco quasi tutti eh?
– Se Parigi avesse lo mere…
– Sarebbe una piccola Beri. Tiè. 1-0
– Meglio un morto in casa…
– Che un pisano all’uscio, lo vedi che li so?! Ma vengo al punto sennò non me capisci. Ieri sera stavo a Roma Nord e m’hanno rivelato un mezzo scoop.
– Ah sì?

– Sì! Too ricordi Luis Enrique? Quello del projecto?
– Certo che me lo ricordo so’ passati tre anni, mica trenta…
– Ecco ieri sera mentre stavo a Roma Nord… ho scoperto che il progetto de Luis è fallito per colpa de Roma Nord stessa. E per colpa de De la Peña.
– Quello che giocava colla Lazio e che dopo due settimane come secondo de Luis Enrique s’è dato?
– Lui.
– E che colpa c’avrebbe?
– C’ha la colpa de ave’ trovato casa lui a Luis…
– Luis… che è n’amico tuo? Lo senti ancora? Dije che il Barcellona gioca demmerda… e poi che colpa sarebbe?
– è! Non sarebbe. Perché De la Peña de Roma conosce solo la parte sbajata… co’ chi giocava? Ndo’ se allenava? Dove ha trovato casa a Luis?
– A Formello?
– Quasi, all’Olgiata. Che se sei un giocatore della Lazio te capisco pure, cioè nun te capisco ma sei libero de fa’ le scelte tua… Ma se sei il secondo del primo allenatore della Roma forse casa gliela devi prenne a Trigoria? A Casal Palocco? A Ostia Antica se voi fa’ na cosa un po’ esotica?
– Ho capito, ma nun ho ben capito…

Il traffico, lo stress de Roma… Luis ha mollato a metà stagione perché non gli reggeva fasse tutti i giorni Roma Nord-Roma Sud-Roma Nord. Te lo faresti?
– Manco morto, in effetti…
– Lo vedi? Lui era partito pieno de sprint… poi s’è spento. E poi too ricordi come finì Chievo-Roma con lui, a Verona?
– No io quella stagione l’ho rimossa.
– Fece 0-0. Partita orripilante.
– Pure lui?
– Eh no?

– Vabbè ma Garcia dove abita?
– A Casal Palocco.
– Allora tutto sto ragionamento pe’ dimme che?
– Esattamente non lo so… però noi oggi avemo pareggiato contro una squadra che s’è presentata in campo con le colombe de Pasqua. Quelle da magna’. Il dolce. Tipo il panettone che però se magna a Pasqua… me stai a capì? Sta cosa non la dovemo dimentica’ mai. Qualsiasi cosa accada. Promettimelo.
– Io ero più per la rimozione, in realtà.

– Non . Lo . Dimenticheremo. Mai. M-A-I. Oh guarda un altro cinghialetto!
– Ma quella era na volpe, non l’hai vista la coda roscia?
– Ammazza che bella.
– Eh già.
– Ecco il raccordo. Dai tornamo a Roma Sud va!

Segnala un errore

Anche noto come Coso. Classe 1981, attualmente in vita. Nasce brutto e povero e non potendosi permettere di cambiare vita chirurgicamente è costretto a vendere il suo corpo al giornalismo, ma nessuno se lo compra. Casca, si rialza, non se rompe. È tipo il pongo. Scrive cose, fa lavatrici.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Higuain, io sono già fortunato

Perché può arrivare, restare, partire chiunque. Noi siamo nati a Napoli, e chi pensa sia poco dovrebbe pensarci meglio.
Torna su