Sarà il mio tipo? e altri discorsi sull’amore: il trailer

di

Sarà il mio tipo? e altri discorsi sull’amore: il trailer

C’è chi dice che come i francesi le intermittenze del cuore nessuno mai e chi sostiene che il cinema francese (o comunque francofono) è il cinema per eccellenza che ha saputo raccontare (soprattutto a livello adolescenziale) i turbamenti amorosi.

Sarà il mio tipo? e altri discorsi sull’amore del regista belga Lucas Belvaux non fa che alimentare a buon diritto tale assunto.

Clément e Jennifer (la Emilie Duquenne lanciata quindici anni fa dai fratelli Dardenne con Rosetta) apparentemente non hanno nulla in comune. Lui è un giovane e affascinante professore di filosofia di Parigi, trasferito, suo malgrado, per un anno ad Arras, tranquilla cittadina nel nord della Francia.

Lei è un’attraente ed esuberante parrucchiera che da sempre vive in quella piccola cittadina. Separata, trascorre le sue giornate sempre di corsa, dividendosi tra il lavoro al salone, la cura premurosa del figlio e le serate al karaoke dove si esibisce con le colleghe di lavoro.

Lui legge Kant e Proust. Lei romanzi rosa e riviste di gossip.

Adattamento del romanzo di Philippe Vilain Pas son genre, Sarà il mio tipo? e altri discorsi sull’amore è una commedia che gioca classicamente e felicemente sul cliché degli opposti che si attraggono.
ATTRATTIVO @@@1/2

Sarà il mio tipo? e altri discorsi sull'amore il trailer

Genere: Drammatico
Durata: 111′
Regia: Lucas Belvaux
Cast: émilie Dequenne, Loïc Corbery, Sandra Nkake, Charlotte Talpaert, Anne Coesens, Daniela Bisconti, Didier Sandre, Martine Chevallier, Florian Thiriet, Annelise Hesme
Produzione: Artémis Productions, France 3 Cinéma, Agat Films & Cie, Belgacom
Distribuzione: Satine Film
Voto: 3.5
Recensito da: Luca Caprara

Segnala un errore

Tags:

Sceneggiatore e produttore di cortometraggi, videoclip, video educativi, spettacoli teatrali. È speaker radiofonico presso Radiofano dove si occupa di rubriche cinematografiche. Collabora con RSM-Radio San Marino e con MondoRadio. È il fondatore di Lobecafilm che si occupa di realizzazioni audiovisive. Il cortometraggio Sotto il mio giardino da lui co-sceneggiato ha ottenuto il Golden Globe Italiano nel 2009.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

pandemia e cultura

E chi lavora nel mondo della cultura?

Musica, teatro, cinema e danza sono stati duramente colpiti dalla pandemia. Con quali conseguenze sulle persone che in questi settori lavorano?
recensione silence

Silence, parola di Scorsese

Silence, di Martin Scorsese, è un film di 160' capace di parlare allo spettatore occidentale della sua spiritualità raccontando un evento storico distante nel tempo e nello spazio.
Torna su