Recensione Bootea Shake

di
Recension Bootea Shake
@http://www.instawebgram.com/i/booteauk

Bootea, forte del successo ottenuto con i suoi tè per il dimagrimento (che abbiamo recensito e su cui avete espresso le vostre esperienze, meno positive della mia personale) ha lanciato da qualche mese anche una linea di shake in polvere, pensata per aiutare chi sta seguendo un regime ipocalorico: Bootea Shake. Vediamo bene di cosa si tratta.

Cosa c’è dentro al Bootea Shake?

La composizione del prodotto Bootea Shake è uno degli aspetti più oggettivamente “buoni” – a differenza di molti shake in polvere a disposizione sul mercato, Bootea ha optato per ingredienti di origine naturale, anche se necessariamente molto trasformati. Vi basta girare la confezione per notare come l’elenco degli ingredienti sia insolitamente corto per un prodotto del genere: latte scremato in polvere, fruttosio, succo di ribes neri liofilizzato, inulina, glucommano (di cui più sotto), cisalpina spinosa (gomma di tara, che fa da addensante), colorante naturale estratto dalle carote nere, guaranà, te verde, steviolo (dolcificante vegetale dalle foglie della pianta omonima), vitamine del gruppo B.

Per realizzare lo shake ci basta aggiungere 250 ml d’acqua in uno shaker e agitare.

Perché Bootea Shake dovrebbe aiutarmi a perdere peso?

Secondo Bootea il frullato, che ha un elevato potere saziante, ci dovrebbe tenere lontano dalle tentazioni tra un pasto e l’altro, apportando solo 13o Kcal, di cui molte di origine proteica.

Non è quindi da considerarsi assolutamente un sostitutivo dei pasti.

L’effetto di pienezza è principalmente dato dalla presenza del glucommanano, un polisaccaride utilizzato come fibra alimentare. Di solito viene impiegato come emulsionante ed addensante, ma recentemente inizia ad esser utilizzato anche in campo dietologico per combattere obesità e anche stitichezza per vie delle sue fibre spugnose.

Recensione Bootea Shake: la mia esperienza

Non ho utilizzato Bootea shake per perdere peso. Se mi viene fame tra un pasto e l’altro di solito mangio una mela, ma spinto da semplice curiosità per il prodotto ho voluto provarlo. Come vi ho già raccontato ero rimasto piacevolmente sorpreso dal loro tè depurativo.

Il sapore è perfettamente allineato a quel che mi aspettavo: dolce, pannoso e fruttato, con anche qualcosa di erboso dovuto probabilmente alla presenza di tè. Ci saranno persone a cui piacerà più di altre ma dubito si possa ritenerlo “cattivo”. Può decisamente togliere la voglia di “dolce”, all’occasione. Agitando un po’ lo shaker, polvere ed acqua arrivano ben presto ad avere una consistenza semi-cremosa e schiumosa anche se, essendo la gomma di tara un addensante naturale, la densità è inferiore a quella di prodotti simili.

Si tratta decisamente di una bevanda che “riempie”, come pubblicizzato dall’azienda anche se questo effetto di sazietà viene a meno in un paio d’ore. Secondo BOOTEA potremmo bere fino a 3 frullati al giorno ma onestamente non mi vedo a berne più di uno, massimo due. Tre frullati in una giornata apporterebbero comunque 390 calorie, una sorta di vero e proprio piccolo (e facilmente rimpiazzatile con qualcosa di più appetibile e salutare) pasto extra.

Proprio nei giorni in cui avevo iniziato a bere il bootea shake (verso le 5 di pomeriggio), mi sono accorto anche di avere un maggiore stimolo ad andare in bagno. Niente di drammatico ma, per me, decisamente una differenza avvertibile: non avendo trovato da nessuna parte informazioni su effetti lassativi del prodotto ho ricercato un po’ gli effetti del glucommano, scoprendo che secondo alcuni dietologi, ha anche effetti lassativi.

La recensione bootea shake finale: se proprio volete un frullato o siete alla ricerca di uno spuntino che vi possa aiutare a rimanere sulla “retta via” in un periodo di dieta, potreste dare una chance a Bootea Shake – non è male. Certo ci sono tantissimi altri alimenti che possono fungere da spuntino “tappabuchi” ma capisco che ogni tanto si abbia voglia di qualcosa che assomigli almeno un po’ al junk food di cui ci si sta privando nei momenti di disintossicazione.

ATTENZIONE: contenendo sia tè verde che guaranà, ogni frullato apporta anche un po’ di caffeina (circa 80 g contro i 200g di una tazzina di espresso) e inutile dirlo ma contenendo come ingrediente principale del latte in polvere, Bootea shake non è indicato per i vegani.


Voto: 3,5
Recensita da Luca Bertieri

Segnala un errore

Mercante di parole giramondo. Mentre si dedicava allo studio delle humanae litterae nascosto dentro una giara di rupie, è naufragato sulle coste dell’arcipelago giapponese dov’è scampato alla morte venendo colpito in testa da un funghetto 1UP. Ha divorziato dai carboidrati complessi e benché si possa pensare che sia pigro, tecnicamente è solo impostato in modalità risparmio energetico perché mangia solo cibo ipocalorico.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Torna su