Quanti tipi di yogurt esistono e che caratteristiche hanno2 min read

31 Marzo 2022 Uncategorized -

Quanti tipi di yogurt esistono e che caratteristiche hanno2 min read

Reading Time: 2 minutes

Un alimento versatile come lo yogurt non manca mai sulla nostra tavola. Sia che si tratti di fare una colazione rinvigorente che di chiudere un pasto con una nota dolce, offre sempre la soluzione ideale. E questo a prescindere dalla stagione dell’anno in cui ci si trova. Via libera dunque agli yogurt in estate, quando si va in cerca di una veloce iniezione di energia ma anche di refrigerio, e pure in inverno quando la loro cremosità avvolgente dialoga con pietanze più elaborate. Lo yogurt è particolarmente apprezzato anche da quelle persone che abbiano necessità di perdere qualche chilo e da chi voglia seguire un certo tipo di dieta, sana ed equilibrata. In questo approfondimento passiamo in rassegna le principali tipologie di yogurt – ciascuna delle quali ha diverse caratteristiche – in modo da guidare la scelta. E’ importante inserire nella personale routine alimentare gli yogurt poiché, oltre a essere buoni e gustosi, favoriscono le funzionalità intestinali.

Quanti tipi di yogurt esistono e che caratteristiche hanno

Yogurt vegetali

Sono l’alternativa vegetale ai classici yogurt a base di latte vaccino. Rispetto a questi ultimi, contengono meno grassi e meno calorie, mentre è più alto il valore delle fibre. Non c’è colesterolo, ad ogni modo sarà corretto affermare come manchino le vitamine del gruppo B e la vitamina D, così come è ridotto l’apporto di sali minerali. È sempre bene analizzare l’etichetta del prodotto per essere certi che all’interno non ci siano zuccheri aggiunti. Gli yogurt vegetali sono perfetti per vegani, vegetariani, celiaci e intolleranti al latte. E i gusti? Cocco, mango, avena e molti altri sono disponibili sui siti web di aziende come Isola Bio.

Yogurt bianco naturale

E’ quello classico e quando è puro può essere impiegato nella preparazione di ricette sia salate che dolci. In realtà si tratta di una macro categoria, all’interno della quale troviamo: lo yogurt bianco intero che è prodotto con latte intero (saporito e ricco di grassi), lo yogurt bianco parzialmente scremato che si ricava dal latte parzialmente scremato e contiene meno grassi rispetto al precedente e lo yogurt bianco magro, prodotto dal latte scremato e per questo ancora più light.

Yogurt greco

La consistenza dello yogurt greco è molto compatta e il suo sapore è più intenso di quello dello yogurt bianco classico. Si ricava dalla lavorazione del latte anche se il processo al quale viene sottoposto è diverso: le fasi sono tre e non due, come invece avviene per il bianco tradizionale. Questo passaggio lo rende più proteico: la terza filtrazione va a disperdere il lattosio che i fermenti non sono riusciti a fermentare (il prodotto è molto nutriente).

Yogurt probiotico

Questo yogurt è amico dell’intestino, ne aiuta la regolarità e in più sostiene il sistema immunitario. Nella categoria dei probiotici rientrano anche gli yogurt con fermenti lattici vivi (bifidus actiregularis, bifidobacterium e così via). Esistono anche yogurt da bere arricchiti con Lactobacillus casei Shirota.

CONDIVIDI
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU