Orzotto, il risotto dei pigroni.2 min read

19 Febbraio 2014 Cucina -

Orzotto, il risotto dei pigroni.2 min read

Reading Time: 2 minutes

[divider scroll_text=”Veg à porter: ricetta tradizionale italiana”]
Dopo la fatica della scorsa settimana con i Red Velvet Cupcake, che spero siano valsi qualche notte di passione, torniamo nel range delle mie ricette preferite: quelle che oltre ad essere buone sono anche facilissime da realizzare. Nello specifico quella per l’orzotto, un primo preparato con l’orzo che in un colpo solo ci permette di variare un po’ l‘apporto di cereali e di decentrare un po’ dei pensieri che dovremmo dedicare al nostro risotto – classico della cucina del nord Italia che non è difficile da preparare ma richiede sicuramente un po’ di attenzione e pazienza, distraendoci da questioni di primaria importanza come la scelta del taglio di capelli per la primavera o le strategie per i boss opzionali di Final Fantasy.

@Lnk.Si
@Lnk.Si

Ricetta orzotto

Dosi per 4 persone

  • 250g di Orzo (anche integrale se siete abituati)
  • 650ml di Acqua
  • 2 Cucchiai d’Olio extravergine d’oliva
  • 1 Cucchiaio di Vino bianco
  • 1 Dado vegetale
  • 2 Cucchiaini di Zafferano
  • 4 spicchi d’Aglio
  • 50g di Ricotta
  • Sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Facciamo bollire 650 ml  d’acqua con il dado fino ad ottenere del brodo vegetale e vi aggiungiamo i 2 cucchiaini di zafferano per ottenere un liquido giallo – dorato, e lo teniamo sul fuoco, con la fiamma al minimo. In una pentola da risotto facciamo soffriggere in un cucchiaio d’olio i nostri 4 spicchi d’aglio. Appena l’aglio sfrigola vivacemente aggiungiamo il nostro orzo e ce lo rigiriamo per benino, aggiungendo anche il secondo cucchiaio d’olio e quello di vino bianco. Rimestiamo il tutto per due minuti ed eventualmente rimuoviamo gli spicchi d’aglio.

Aggiungiamo il nostro brodo dorato e quando bolle di nuovo lasciamo cuocere coperto per 10 minuti: non c’è bisogno di mescolarlo o curarlo, potete assumere la vostra posizione yoga preferita, dedicarvi ai programmi tv di Maria De Filippi, alla numismatica o a fare le coccole al cane.

Prima di servire, a fiamma spenta, aggiungiamo la ricotta come faremmo solitamente con il burro, per dare una consistenza ancora più cremosa e serviamo.

@citymama
@citymama

Non appena qualche commensale sta per mangiare lo fermiamo per fare una foto per Instagram.

Hashtag: #vegetarianocasual.

Buon appetito!

Foto in copertina | Migle Seikyte

CONDIVIDI

Mercante di parole giramondo. Mentre si dedicava allo studio delle humanae litterae nascosto dentro una giara di rupie, è naufragato sulle coste dell’arcipelago giapponese dov’è scampato alla morte venendo colpito in testa da un funghetto 1UP. Ha divorziato dai carboidrati complessi e benché si possa pensare che sia pigro, tecnicamente è solo impostato in modalità risparmio energetico perché mangia solo cibo ipocalorico.
2 Commenti
  1. Piergiorgio Rossetto

    Ottima idea quella di mantecare con la ricotta invece del burro! Uso un sacco l'orzo perlato, è ottimo anche d'estate, tiepido, con un mix di frutti di mare(effetto cuscus, ma con il farro integrale è ancora meglio)

  2. Luca Bertieri

    Anche a me piace tantissimo l'insalata d'orzo d'estate! Con il farro integrale non ho mai provato ma non mancano poi così tanti mesi :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU