Nina Forever, un amore a tinte horror

di

Nina Forever, un film dei fratelli Blaine
Regia: Ben e Chris Blaine. Anno di produzione: 2015.
Con: Fiona O’Shaughnessy, Abigail Hardingham, Cian Barry
Paese: UK


La storia.
Il film racconta la storia di Rob e Holly: lui pare abbia tentato il suicidio dopo la morte per incidente della sua ex, lei studia per diventare paramedico ed entrambi lavorano in un supermercato. I due iniziano una relazione ma, ogni volta che fanno sesso, compare nel letto Nina, la ex di Rob (la Jessica Hyde della serie Utopia), che rivendica il fatto di essere ancora la sua fidanzata – morta -. Surreale british horror comedy che si trasforma in dramedy, una fusione tra dramma e commedia.

Fratelli Blaine. Lungometraggio d’esordio di Chris e Ben Blaine, il film è stato presentato al Marché du Film a Cannes, nel 2015. Per chi non lo sapesse, nei giorni del Festival a Cannes c’è un mercato internazionale dove vengono presentati e proiettati i film in cerca di acquirenti, proprio come nel caso di Nina Forever.

nina foreverUn amore a tinte horror. Nina Forever riesce nel mix perfetto di amalgamare una storia d’amore con gli scenari horror, ondeggiando tra ironia e dramma con estrema sensibilità. Ogni esperienza che viviamo va a sommarsi al vissuto pregresso di ognuno di noi, così, la surreale ricomparsa della fidanzata morta ricoperta di sangue e con le ossa rotte, rappresenta quei cassetti della psiche che crediamo di aver chiuso a chiave e che invece continuano a riaprirsi nonostante i nostri lucchetti razionali.

Il passato che non vogliamo lasciar andare. Dopo uno shock iniziale da parte di entrambi, Holly, icona di quel diffuso spirito da crocerossina femminile, prova ad accettare la terza incomoda e a renderla parte integrante della coppia. Tra le scene cult segnalo quella in cui la viva e la zombie guardano una serie tv nel letto mentre Rob dorme. L’effetto sorpresa umoristico si incupisce sempre di più e la trama va alla ricerca di quei dettagli più intimi con cui si fatica spesso a fare i conti. Le parti si confondono e Nina non è più solo una presenza ingombrante nella coppia, ma diventa la presenza ingombrante di ognuno di noi, del passato che non vogliamo lasciare andare ma anche delle proiezioni che riversiamo sugli altri come fuga da noi stessi.Di sangue ce n’è e scorre a fiumi, ma non è la violenza fisica a provocarlo. Se accettate la scommessa, lasciatevi sorprendere da questo viaggio che scandaglia le cicatrici del cuore e del sé.

Attualmente il film non ha ancora trovato una distribuzione italiana, ma è disponibile in dvd su Amazon. Acchiappatevelo!

Segnala un errore

Una laurea in linguaggi dei media e un diploma di montaggio alla Civica di Cinema. Poi uno stage a Nocturno, tra Lucio Fulci e Rob Zombie e uno al TG5, tra George Clooney e Madonna. Approda a Iris (Mediaset) come assistente alla regia. Ora autrice televisiva e filmmaker. Divoratrice di film più che mangiatrice di uomini.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

pandemia e cultura

E chi lavora nel mondo della cultura?

Musica, teatro, cinema e danza sono stati duramente colpiti dalla pandemia. Con quali conseguenze sulle persone che in questi settori lavorano?
recensione silence

Silence, parola di Scorsese

Silence, di Martin Scorsese, è un film di 160' capace di parlare allo spettatore occidentale della sua spiritualità raccontando un evento storico distante nel tempo e nello spazio.
Torna su