È già tempo di pensare alla Nba lottery 20166 min read

4 Aprile 2016 Basket Sport -

È già tempo di pensare alla Nba lottery 20166 min read

Reading Time: 5 minutes
nba lottery 2016
@nba.com

Lo so, lo so, alla Nba lottery 2016 manca più di un mese.
Ma per 11 franchigie e annesse tifoserie la stagione è già finita.
E per altre 3 (una ad ovest e due ad est) lo sarà a brevissimo.

Ed è anche finita la stagione NCAA: nella finale di stanotte tra North Carolina e Villanova verranno impiegati un totale di… 1 prospetto NBA per il 2016, Brice Johnson, che probabilmente finirà al secondo giro.

È giusto pensare anche a chi è più sfortunato.

Nba Lottery 2016: le prospettive franchigia per franchigia

Brandon Ingram e Ben Simmons, le due probabili prime scelte al Draft 2016 | bourbonstreetshots
Brandon Ingram e Ben Simmons, le due probabili prime scelte al Draft 2016 | @bourbonstreetshots

PHILADELPHIA 76ERS

Si aspetta e si spera. Su una marea di fronti.

LOS ANGELES LAKERS

Implicazioni presenti e future.
Il 2° maggior numero di palline è ormai assicurato.
Quindi 55,8% di probabilità di tenere la scelta, 44,2% di cederla a Phila (trade Steve Nash, a Phila via Phoenix/Milwaukee, trade Knight/Carter-Williams).

Se i Lakers cedono questa, 2018 protetta 1-5 (o 2019 non protetta) a Orlando (trade Dwight Howard).
Se i Lakers tengono questa, 2017 protetta 1-3 (come previsto ora) a Phila e 2019 non protetta a Orlando.
Se tengono questa e la 2017 (cioè si ritrovano nuovamente tra le peggiori 3 squadre, ma in questo caso aspettatevi suicidi di massa) a Orlando andranno solo 2 seconde scelte (cioè quasi nulla).

+++++TEORIA DEL COMPLOTTO ALERT+++++ Se perdono la scelta 2016 tengono Byron Scott per tenere pure quella del 2017 ed evitare di dare la 2019 a Orlando. Non ci credo manco io… Ma chissà.

nba lottery 2016
Byron Scott come l’avete visto spesso durante l’anno | @Today Sports

PHOENIX SUNS

Tank job meraviglioso, impossibile fare meglio di così. È l’unica cosa “giusta” riuscita ai Suns in 3 anni (non è vero… o forse sì? No, ma va bene così), ma ci si accontenta. E si aspetta l’estrazione.

BROOKLYN NETS

Si sa già tutto. Questa scelta, la prossima (nel 2017 sarà uno scambio, ma è una sfumatura) e quella dopo vanno a Boston. A Brooklyn hanno anche già finito le lacrime per piangere.

MINNESOTA TIMBERWOLVES e NEW ORLEANS PELICANS

Nulla da segnalare alla voce lottery. Ma solo a quella.

NEW YORK KNICKS

La scelta va a Denver. Senza se e senza ma. In origine era uno scambio a favore dei Nuggets (trade Melo), cui si sono aggiunti i Raptors, che avranno la peggiore delle due scelte NY-DEN, mentre la migliore va in Colorado e ai Knicks non resta nulla.
La seconda parte arriva dallo scambio per Andrea Bargnani. Da cui Dolan è uscito scottato al punto tale da avere incubi a forma di Masai Ujiri per mesi e fare marcia indietro al momento delle formalità durante la trattativa che avrebbe portato a New York Kyle Lowry, perché temeva di essere fregato. Era già fatta. Risultato: Toronto vince 50 partite per la prima volta, New York cede una scelta in lotteria. Sliding doors. Prese regolarmente in faccia.

SACRAMENTO KINGS

nba lottery 2016
Oh, i kings | @sportingnews

Tralasciando il fatto che ovviamente si sono messi a vincere adesso, 4 volte nelle ultime 6 partite… qui va presa larga. Devono ai Bulls una scelta, protetta 10, trade JJ Hickson (…).
Se i Kings tengono la scelta, i 76ers hanno la possibilità di scambio (cioè in sostanza un 5% extra di possibilità di stare in top 3), derivante dalla follia estiva per scaricare Landry e Thompson.
E funzionerà esattamente allo stesso modo nel 2017.

In più, cedendo ora la scelta ai Bulls (cioè terminando all’11° posto nella classifica rovesciata) i Kings si troverebbero nella condizione di cedere a Philadelphia la 2018 protetta top 10 (che scalerebbe a 2019 non protetta se i Kings dovessero continuare a restare squadra da 30 vittorie).
Mentre se dovessero tenerla, a Phila andrebbe direttamente la 2019 non protetta. Cioè la scelta non protetta nella stagione successiva alla scadenza del contratto di DeMarcus Cousins.

Non so neanche se esista uno scenario “ideale”, se non iniziare a vincere. Ma per farlo non si può più sbagliare una singola mossa.
Next: trovare un allenatore… e strapagare Rondo* e Ryan Anderson, probabilmente. OH, I KINGS.
(* aggiornamento: gioca circa il 60% dei propri minuti contro i “titolari” altrui, non sposta nulla. Con lui in campo +1,1 eFG%, +0,8 TS%, -1,2 OffRtg. In compenso da l’esempio ai compagni, nel rapporto con gli arbitri e per disciplina difensiva, specie in transizione)

DENVER NUGGETS

Per il triangolo con New York e Toronto, vedere sopra.
In più potrebbero avere la scelta dei Rockets, protetta top 14. Cioè se Houston arriva ai Playoffs cede la scelta, se resta fuori la tiene. E la scelta ai Grizzlies protetta 1-5 (e non c’è rischio) e 15-30. Cioè Memphis cede la scelta se manca i Playoffs (è pressoché impossibile, ma hanno infortunati anche assistenti video e segretarie e non si sa mai). La cosa però è destinata a perseguitare i Grizzlies: protetta 1-5 nel 2017 e 2018, non protetta nel 2019. Arriva dalla trade… per scaricare 3 contratti (passata poi a Denver via Cleveland, trade Mozgov). OUCH.
E avranno la scelta di Portland (18-20). E hanno anche 418 giovani validi a roster. Movimenti in arrivo.

MILWAUKEE BUCKS e ORLANDO MAGIC

Nulla da segnalare.
Se non che i Bucks hanno ceduto la scelta dei Lakers per fare di Michael Carter-Williams la point guard del proprio futuro. E che Carter-Williams per la sorpresa di… nessunoaparteJasonKidd ha fatto discretamente schifo. E che la point guard del futuro dei Bucks è già diventata Giannis Antetoukunpo, nonostante Carter-Williams sia ancora a roster e quindi non abbia ufficialmente perso il titolo. Cioè tipo wrestling, hanno sdoppiato una cintura e poi magari creeranno un feud per riunificarla. Che Jason Kidd fosse un fan della WWE peraltro s’era già capito, perché il circo messo in piedi per passare da Brooklyn a Milwaukee era degno delle peggior… migliori storyline create per acquisire il controllo di una compagnia. Va beh, scusate il crossover.


Un minuto e mezzo utile a capire perché preferire Giannis e MCW

WASHINGTON WIZARDS

Scelta ceduta due mesi fa, per Markieff Morris. Obiettivo fallito, i Playoffs li guarderanno da casa. Non cambia granché, ma si inizia a vedere un trend…

CHICAGO BULLS

Aspettano news da Sacramento. Nota positiva: l’esclusione dai Playoffs probabilmente obbligherà a abbandonare questo core. E non può che essere una buona notizia, date le voci che giravano.

DALLAS MAVERICKS

Secondo le previsioni il 9° posto dovrebbe essere loro, ma Barea è tornato in forma Playoffs 2011 e sta tenendo a galla Dirk e soci. 13° o 15° posto però cambia poco: l’effetto-Rondo si fa ancora sentire, la scelta che dovranno cedere ai Celtics arriva da lì.

Oh, ora ci sono.

Morale della NBA lottery 2016

– mai cedere una prima scelta per una star anziana e/o in evidente calo (Garnett-Pierce, Nash, Rondo);
– mai cedere una prima scelta per una star che vuole cambiare aria (Melo, Howard) o anche solo per uno qualsiasi che vuole cambiare aria (Morris);
– mai cedere una prima scelta in un salary dump che puzza di idiozia lontano un miglio (Grizzlies, Kings);
– mai cedere una prima scelta per un play che non sa tirare (Carter-Williams, Rondo);
– mai cedere una prima scelta se siete i Kings;
– mai cedere una prima scelta per chiaviche immonde come Andrea Bargnani e JJ Hickson.

Letture imprescindibili: la situazione 2016 aggiornata in tempo reale, le scelte cedute da qui al 2022 e soprattutto il funzionamento di tutto il sistema.

CONDIVIDI
Fabrizio Fazz Gilardi

Nella vita reale faccio cose e vedo gente, basta che ci sia lo sport di mezzo. In quella virtuale non dormo per star dietro al basket NBA. Ogni domenica sera mi chiudo in ripostiglio con cuffie e pc, lo chiamano podcasting, a me continua a sembrare un grave disturbo di personalità.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla niusletter e resta aggiornato

TORNA
SU