Modena PL>Y 2019, pensato per te

di
Modena Play 2019
Modena Play 2018: per darvi un’idea

Gli amanti dei giochi da tavolo si riuniranno a Modena dal 5 al 7 aprile, per l’11° anno consecutivo. Letto così potrebbe non interessarti. Ci sta. Ma ti fornirò delle ottime motivazioni per sentirti chiamato in causa quando parliamo di Modena PLAY 2019. Perfino se non ami i giochi in scatola.

La manifestazione ludica dura 3 giorni interi, a differenza degli altri anni dove si limitava al solo venerdì pomeriggio e weekend. Alle 9 di venerdì 5 aprile verranno aperti i cancelli che permetteranno l’ingresso ai padiglioni (22mila m² in totale) predisposti con tavoli da gioco e non solo. Perché non solo? Facciamo un passo indietro.

Il tema della kermesse sarà la Corsa allo Spazio per celebrare i 50 anni dallo sbarco sulla Luna. Sarà quindi facile trovare moltissimi titoli inerenti al tema, come Apollo XIII, 1969, S.P.A.C.E. e Kepler 3042. Quelli del PLAY però pensano in grande e hanno collaborato assieme all’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) che, attraverso la realtà virtuale, permetterà di visitare il paesaggio lunare visto da Armstrong 50 anni fa, simulare l’atterraggio a bordo dello shuttle e visitare altri paesaggi spaziali. Inoltre saranno disponibili laboratori, incontri e attività pensate per bambini. E per non bambini.

Scontri a Modena Play 2019
Modena Play 2018: attività per non bambini

Il motto del Modena PLAY è “Entra, Scegli e Gioca”, e nell’edizione del 2019 questo è amplificato poiché è stata ampliata l’area Play kids e perché sono presenti più di 130 espositori. Tra le novità figura anche il Quadrilatero del Librogioco: un’intera area dedicata ai librogame con tornei, dimostrazioni e incontri a riguardo! Sio, youtuber e fumettista, presenterà in anteprima assoluta il suo fumetto-game. Pochi mesi dopo Black Mirror: Bandersnatch il tema del librogame è bollente.

Sabato Rebecca Moro (autrice de Il principe degli Sciacalli), Helena Paoli (autrice de La maga tessitrice), Sara Segantin e Silvia Poli (autrici di Alika), 4 scrittrici di Fannucci Editore, parteciperanno ad una tavola rotonda sui libri fantasy.

Il biglietto giornaliero per il Modena PLAY 2019 costa 15 €; le convenzioni con la Conad (essere in possesso di un coupon Conad, tessere “Carta Insieme” o “Conad Card”) permettono di risparmiare, come pure arrivarvi in treno (con sconti del 30% o 40% a seconda della compagnia con cui si viaggia) o con Busforfun.

Se invece sei professore scolastico puoi mandare il modulo di richiesta, entro il 20 marzo, per partecipare gratuitamente (dopo aver ricevuto conferma di accettazione da parte di ModenaFiere) alla manifestazione ludica con la tua classe o venerdì 5 aprile o sabato 6 aprile di mattina (dalle 9 alle 13). Le classi potranno decidere di effettuare una visita libera o di concordare con il referente un programma di attività e laboratori.

Se sei uno studente di qualsiasi ordine e grado puoi convincere un tuo professore a mandare il modulo, tentar non nuoce: se lo convinci (e se c’è ancora posto) salti scuola!

Direi che questo è tutto per chi non è particolarmente appassionato di giochi da tavolo ma ama lo spazio, i librogame, i libri fantasy e saltare scuola: spero di averti fornito validi motivi per partecipare al Modena PLAY 2019. Per tutti gli altri l’articolo invece inizia qui.

Modena PLAY 2019, se ami i giochi da tavolo

Come già detto il tema è la Corsa allo Spazio e i titoli sopra elencati sono solo una manciata di quelli di argomento spaziale che potremo provare durante il Modena PLAY 2019. Riferendoci, per esempio, ai giochi marziani, potremo certamente giocare a Pocket Mars (gioco di carte della MS Edizioni in cui si colonizza Marte, della durata di 15-30′), a Terraforming Mars (maiuscolo gioco da tavolo di Ghenos Games, della durata di almeno un paio d’ore) e a Missione Pianeta Rosso (di Giochi Uniti, della durata approssimativa di un’ora, dove saremo coinvolti in una missione esplorativa su Marte; l’unico di questi tre che non ho ancora giocato).

Partita a Pocket Mars Modena Play 2019
Modena Play 2018: Pocket Mars

Se è la tua prima volta al PLAY sappi che ti attenderanno più di 130 espositori che daranno la possibilità di provare, e acquistare, i loro giochi da tavolo dopo averteli spiegati per filo e per segno, grazie ai numerosi e solerti volontari delle diverse associazioni. Oltre ai giochi di società saranno presenti cosplayer, postazioni dedicate al modellismo,  giochi di ruolo e di miniature; quest’anno ci sembra che sia stata incoraggiata particolarmente la partecipazione delle famiglie.

E non ti aspettano solo giochi già editi, ma saranno presentati titoli in uscita: Eric M. Lang, game designer di fama internazionale, ci parlerà di Cthulhu: Death May Die creato assieme a Rob Daviau, e di Munchkin Dungeon, realizzato con l’italiano Andrea Chiarvesio. Un altro VIP ludico incontrabile in quei giorni è Asger Sams Granerud, autore di Flamme Rougevincitore dell’edizione 2018 del Gioco dell’Anno. Oh, se poi vuoi farti un’idea della nostra esperienza modenese dell’anno scorso puoi leggere qui.

Se siete veri appassionati di giochi da tavolo conoscete la rivista IoGioco che ha annunciato, sul numero di febbraio/marzo, che si sta attrezzando come richiesto dai molti che lamentano di come sia raro leggere stroncature di giochi in scatola: durante il 2019 inizierà quindi a segnalare giochi da evitare, Massimiliano Calimera anticipa nell’editoriale che forse se ne parlerà anche al Modena PLAY 2019.

Della classifica dei titoli più attesi a Modena PLAY 2019 dalla redazione di IoGioco attirano la mia attenzione la seconda posizione di Azul: Le vetrate di Sintra (di Ghenos Games), che si prospetta essere un Azul in cui è più complesso mettere in difficoltà gli avversari, e la decima posizione di Escape Box (di Cranio Creations). Sono un amante delle escape room (ho adorato Deckscape) e il pensiero di uscire da una scatola mi intriga.

Quindi, ci vediamo a Modena? (Io poi ci sono stato venerdì e ne ho scritto qua).

Segnala un errore

Il mio nome arriva da un errore commesso digitando un nick con il mio primo schermo touch. Mi piace viaggiare: conosco bene molte terre di Mario, Final Fantasy, Kingdom Hearts, Pokemon, Fallout, le isole di Monkey Island e tante altre. Sono un tuttologo, ma solo di quello che mi interessa. Ho una vita sociale, ma non è una storia duratura.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

vox 2 box

Un anno di Vox 2 Box

Il podcast che ha dato finalmente un senso al lunedì sera rispondendo alla sua missione iniziale: parlare di calcio, con una ipnotica musichetta di sottofondo, senza prendersi troppo sul serio.
Torna su