Mini Super Nintendo: perché comprarlo, perché no e dove

di

Il Mini SNES versione europea

Ci siamo. Dopo voci sempre più pressanti che volevano una nuova operazione commerciale Nintendo, sulla falsariga di quella portata avanti lo scorso anno con la commercializzazione del mini NES, l’annuncio è ufficiale. Il 29 settembre 2017 vedrà la luce il mini SNES, la versione miniaturizzata di quella console universalmente riconosciuta come capolavoro (almeno dagli attuali 30/40enni) che fu il Super Nintendo.

La console includerà 21 giochi che hanno fatto la storia del Super Nintendo e del mondo videoludico in generale, tra cui The Legend of Zelda: A Link to the Past, Super Mario World, Yoshi’s Island, Donkey Kong Country, Final Fantasy III (che poi sarebbe il VI…) , Mega Man X e altre chicche che potete trovare nell’elenco completo al termine dell’articolo. Non mancherà una sorpresa, con la possibilità di sbloccare Star Fox 2, gioco mai pubblicato in precedenza, completando il primo capitolo preinstallato sulla console.

Il prezzo finale si attesta intorno agli 80€, comprensivi di console, due controller (per sfide multiplayer a Street Fighter, e non solo) e cavetteria varia. Considerato l’exploit del mini NES nel 2016, tutto lascia presupporre che ci sarà un’altra corsa all’acquisto.

La tiratura è limitata, le prevendite Amazon sono già esaurite, ad oggi rimane disponibile su altri store come MediaWorld e GameStop: gli appassionati dovranno affrettarsi, per evitare di ritrovare gli unici esemplari disponibili rivenduti online a prezzi folli.

Che siate tra coloro che sbavano davanti a questa notizia, o tra i disinteressati, vediamo tre buone ragioni per comprare il mini SNES e tre buone ragioni per lasciarlo sugli scaffali.

Pad del Mini Super Nintendo
@Mike Bignell

Perché comprare il mini Super Nintendo: collezionismo

Il mini SNES e il suo predecessore sono fondamentalmente oggetti da collezionismo. Un vero appassionato di videogiochi, uno che ha iniziato a divertirsi negli universi digitali pixellosi negli anni ’80, non può restare indifferente di fronte alla messa in commercio di un oggetto come questo.

Indipendentemente dall’effettivo acquisto, il mini SNES è un oggetto desiderabile perché è il simbolo di un periodo della nostra vita. Il sistema includerà 21 giochi, ma anche migliaia di ricordi di infanzia, che non hanno prezzo. Una volta terminati tutti i titoli, la console resterà sempre un meraviglioso oggetto di design da esporre con orgoglio su una mensola.

Perché comprare il mini SNES: i giochi

La selezione di titoli precaricati nel mini Super Nintendo è ovviamente frutto di scelte ponderate. I giochi sono rappresentativi della console e spaziano tra vari generi, senza tralasciare (quasi) nessuno dei grandi classici. Tutti sanno che l’emulazione su PC è possibile già da tempo e senza troppe difficoltà, ma ritrovarsi tra le mani il controller originale, sedersi di fronte al Super Nintendo e far saltare Mario o Yoshi, esplorare il mondo di The Legend of Zelda o Final Fantasy VI, combattere all’ultimo sangue in Street Fighter e ritrovare tanti altri giochi che ci hanno divertito da piccoli è un’esperienza unica.

Perché comprarlo: la storia videoludica

Regalare il mini SNES a un bambino o a un ragazzino può aiutarlo a prendere coscienza dell’evoluzione tecnologica che ha interessato il mondo videoludico, e non solo, in pochi anni. Un po’ come quando i nostri figli non riconoscono una musicassetta o un walkman. Un discorso simile vale in realtà anche per gente un po’ più cresciuta, che oggi grida allo scandalo e alla truffa se un gioco dura solo cinquanta ore o se gira a 4K ma non riesce a tenere i 60 frame al secondo… Un piccolo tuffo nel passato può aiutare a comprendere come la sostanza conti spesso molto più della forma.

Perché non comprare lo SNES: il prezzo

Tutto considerato, il prezzo del mini Super Nintendo non è bassissimo. Non siamo forse ai livelli di altri prodotti Nintendo, che è nota per non essere propriamente a buon mercato e tanto meno propensa a promozioni/tagli di prezzo, ma accendendo l’interruttore della razionalità possiamo comprendere che 80€ sono una cifra medio-alta per la riedizione di una console di venticinque anni fa.

Non è neanche possibile sperare di comprarla più avanti, trovandola a prezzo da usato su qualche sito web, perché di solito la tendenza vede cifre in rialzo iperbolico.

Perché non comprarlo: la nostalgia

Diciamocelo, con tutte queste riedizioni, rimasterizzazioni, remake, reboot, versioni mini, versioni slim, versioni pro ci stanno imbrogliando. Giocano con i nostri sentimenti, coi ricordi, con le passioni, coi fanatismi e ci propinano prodotti sempre uguali a se stessi, modificati qui e là in modo appena percettibile, spillandoci soldi col minimo sforzo. Negli ultimi mesi le operazioni nostalgia si sono moltiplicate (mini NES, Nokia 3310, Crash Bandicoot, persino Furore e Sarabanda in TV!) il che significa che evidentemente funzionano e portano profitto, ma niente ci vieta di aprire gli occhi e non abboccare all’amo.

Perché non comprare il Mini Super Nintendo: la memoria non espandibile

Un limite della “nuova” mini console, come del mini NES d’altronde, è che, salvo rivelazioni clamorose, la libreria dei giochi precaricati non potrà essere espansa. Nessuna possibilità di usare il mini SNES per giocare titoli all’infuori dei 21 offerti nel pacchetto, neanche pagando per eventuali upgrade o download di versioni digitali. Un discorso più che comprensibile sul lato Nintendo (perché investire risorse nella gestione di un parco titoli di una console morta da vent’anni?) ma che avrebbe reso davvero appetibile il mini SNES a un pubblico più ampio.

I giochi del Mini Super Nintendo

Super Mario World
@opium2k

Il ventaglio di titoli, leggermente differente da quello disponibile nella versione giapponese, conta:

  • Contra III: The Alien Wars
  • Donkey Kong Country
  • EarthBound
  • Final Fantasy III
  • F-ZERO
  • Kirby Super Star
  • Kirby’s Dream Course
  • The Legend of Zelda: A Link to the Past
  • Mega Man X
  • Secret of Mana
  • Star Fox
  • Star Fox 2
  • Street Fighter II Turbo: Hyper Fighting
  • Super Castlevania IV
  • Super Ghouls ’n Ghosts
  • Super Mario Kart
  • Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars
  • Super Mario World
  • Super Metroid
  • Super Punch-Out!!
  • Yoshi’s Island

Segnala un errore

Classe '85, divido il tempo tra la moglie e i tre figli e le più svariate passioni. Amo la lettura, la scrittura (ho pubblicato cinque romanzi) ed i videogiochi, non disprezzo fumetti, calcio, cinema e cucina. Eterno bambino, amo la vita e credo che sia troppo breve per non interessarsi a... tutto!

1 Comment

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Gimme5, qualche domanda a chi la usa

Una raffica di domande a uno studente che usa Gimme5 per i suoi piccoli investimenti: "Chi sei? Quanto usi questa app? Quanto ci hai guadagnato?".
Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: