Minestra di zucca e curry, con gamberi o tofu

di

 

Minestra di zucca e curry
@SodanieChea

Speziata e decisamente orientale la mia minestra di zucca e curry, è una zuppa densa con un brodo molto ricco e saporito. Questa zuppa la preparate tranquillamente in tutte le stagioni (in cui trovate la zucca) visto che non è un piatto del tutto invernale e le spezie permettono un sapore molto accattivante e stimolante che è piacevole anche con temperature più alte.

Certo, se siete come mio fratello e perfino un pizzico di curcuma vi devasta l’apparato digerente per 12 ore, valutate attentamente la seguente ricetta, ma se vi piacciono le spezie allora dovete assolutamente provarla!

Sostituire il brodo

Invece di usare un classico brodo di verdure vi propongo una sostituzione bizzarra ma altrettanto gustosa. Infatti, in questo caso invece del brodo uso il gunpowder alla menta, un tè verde cinese leggerissimo e profumato. Potete optare per i gamberi o per dei cubetti di tofu scottati.

Che tipo di curry?

Con curry si intende miscela di spezie. Quello che conosciamo e acquistiamo comunemente nei supermercati italiani spesso non è il massimo che si possa chiedere ad un curry, ma soprattutto ha sempre lo stesso sapore. Per questo vi consiglierei di azzardare l’acquisto di curry più specifici, originali e tradizionali (indiani e tailandesi), che in questa ricetta sarebbero perfetti. Io ne uso due insieme in questa preparazione, il curry verde tailandese e il curry di Goa. Il primo, come dice il suo nome è un mix di spezie tipico tailandese. Il secondo è invece un mix di spezie della città di Goa in India. Non sono molto piccanti ma sono profumatissimi. Se ne avete uno del quale non conoscete la composizione, aggiungetene poco per volta e assaggiate sempre!

Ricetta Minestra di zucca e curry, con cocco, gamberi o tofu

Dosi per 4 persone
Oppure per 2 persone e due pranzi di fila, con la schiscetta del giorno dopo.

  • 1/2 zucca di medie dimensioni
  • 2 cipollotti freschi
  • 1 Pak choi, lo si trova anche nei supermercati meglio forniti, a prima vista vi ricordeà le coste, qualora non lo trovaste, prendete quelle, anche il sapore è simile e questo non inficia il risultato finale
  • 1/2  litro o più di tè verde alla menta caldo, decidete pure ad occhio quanto ne preferite
  • 100 ml di latte di cocco (non dolcificato)
  • Il succo di 1/2 limone bio
  • Una scorza di limone
  • 300 g di gamberi, potete prenderli già puliti o interi. Lo so che stare a sgusciarli è una rottura senza fine, ma il sapore ci guadagna oppure un panetto di tofu sodo o momen.
  • 1 “rametto” di lemon grass. Attenzione, è molto forte e ricorda la citronella. Se pensate di non gradirlo non mettetelo.
  • 2 cucchiaini di curry (1 di curry verde e 1 di curry di Goa)

 

Procedimento

@nerissa's ring
@nerissa’s ring

1. Pulite la zucca e riducetela a dadi, tagliate i cipollotti.

2. Buttateli in padella e fateli rosolare con un pizzico di curry, quando si saranno coloriti aggiungete il tè.

3. Se avete preso i gamberi interi privateli delle teste e “spremetele” nel brodo. Aggiungete il succo e la scorza di limone, il pak choi tagliato grossolanamente, il curry e la bacchetta di lemon grass (dopo averla spezzata in due o tre parti), aggiustate di sale. Coprite il tutto e lasciate sobbollire per mezz’ora.

4. Passata la mezz’ora, assaggiate e aggiustate gli aromi. Aggiungete il latte di cocco, lasciate sobbollire ancora 10 minuti.

5. Nel frattempo pulite i gamberi, oppure tagliate a dadi il tofu, e scottateli in una padella antiaderente con un pizzico di curry e magari una goccia di salsa di soia leggera. Aggiungete i gamberi/dadi di tofu alla zuppa e fate cuocere finché i gamberi saranno pronti. Togliete la scorza di limone e la bacchetta di lemon grass.

6. Servite la vostra minestra calda, magari accompagnata con del riso basmati integrale e bollito.

Se vi fosse avanzata della minestra di zucca e curry per il giorno dopo potete preparare una gustosa schiscetta. Bollite del riso in acqua e brodo avanzato (dopo averlo filtrato). A fine cottura scolatelo e aggiungete il resto della zuppa.

Foto in copertina | SodanieChea

Segnala un errore

Scenografa, attrezzista e costumista laureata all' Accademia a Brera, al momento responsabile di segreteria scientifica storia lunga, non chiedete, è prolissa. Approdata al veganesimo per solidarietà verso la mamma intollerante alle proteine animali, ha imparato quanto più possibile. Cacciata con disonore dai ranghi del VVF (Vegani Veramente Forsennati) poiché beccata a papparsi un Kebab. Non è riuscita a limitarsi ma conserva le ricette migliori degli anni vegan.

3 Comments

  1. Ricetta molto interessante. Adoro il thai. Dove trovi il curry verde thailandese e il curry Goa?

  2. Ciao Princess. Io mi servo da anni dalla stessa azienda. Hanno una bancarella al mercato di Milano ma so che si muovono e girano molto.
    Per ulteriori dettagli (nome e numero di telefono) scrivimi all’indirizzo ghedinif@yahoo.it
    Spero di sentirti presto. Bax

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: