I migliori 10 sportivi del 2014

di

I migliori 10 sportivi del 2014

Non è mai facile racchiudere una stagione sportiva in soli dieci nomi. Ci abbiamo provato, affidandoci a quanto di più inaffidabile abbiamo: il nostro insindacabile giudizio.

I migliori 10 sportivi del 2014

Fabio Aru (ciclista, Italia)

Perché Nibali (immenso al Tour) ci sembrava troppo scontato. E allora la scelta cade va su Fabio Aru, sardo, 24 anni. Era chiamato alla stagione della svolta ed ha fatto più di quanto ci si potesse aspettare. Terzo al Giro d’Italia, con tanto di vittoria nella tappa di Montecampione, in solitaria e in salita. Quinto alla Vuelta, dove c’erano i grandissimi, da Contador a Froome, da Valverde a Rodriguez. Ha pagato il giusto, ma per due volte si è lasciato tutti dietro. Sarà l’uomo per il Giro del 2015, garantisce Nibali: “Aru ha dimostrato di essere già un campione. Un giorno proverà le emozioni che ho vissuto io con la vittoria di Grandi Giri”. Astana permettendo.

I migliori 10 sportivi del 2014

Eugenie Bouchard (tennista, Canada)

Premiata dalla stessa WTA come la tennista più cresciuta nel corso della stagione, porta a casa solo un torneo minore (Norimberga) ma raggiunge le semifinali all’Australian Open e al Roland Garros, mentre a Wimbledon arriva sino in finale. Chiusura dell’anno in calando per la nuova regina di Instagram, che comunque promette di far parlare di sé anche per meriti sportivi, oltre che per le innate qualità nel produrre selfie. A 20 anni è la numero 7 del ranking WTA, la più giovane tra le prime 25. E crescerà ancora.

Marco Belinelli (cestista, Italia)

Scelta patriottica, ma che vale per i San Antonio Spurs tutti. Il Beli è stato capace di diventare un fattore nella squadra più forte e più bella di tutta l’Nba. Dopo anni da nomade ha trovato casa in Texas, collezionando minuti, punti e la fiducia di un re della panchina come coach Popovich. È un po’ sparito nei play-off, dove assieme ai big three storici dei nero-argento (Duncan, Ginobili e Parker) è esploso in un tutto il suo talento condito da intelligenza cestistica Kawhi Leonard, l’Mvp delle Finals. Belli, forti, infiniti e anche un po’ italiani: ci è proprio piaciuto il quinto titolo degli Spurs.

Valentina Diouf (pallavolista, Italia)

Che il cammino della Nazionale nel mondiale di casa si sia chiuso solo al quarto posto passa quasi inosservato. Le azzurre hanno accolto tutte consensi, ma nessuno quanto la milanese classe ’93, mamma italiana, padre senegalese. È il volto nuovo del volley italiano: “Stranissimo – dice lei – forse, sono la rivincita sull’ignoranza e sul razzismo”. Già personaggio mediatico, non vanno trascurati i suoi meriti sportivi. Valentina, dall’alto di suoi 202 centimetri, è una macchina da punti: la terza top scorer del campionato di Serie A, la migliore, come media punti per set in Champions League. Esempio, se ce n’è uno, che il clamore può fare anche bene.

I migliori 10 sportivi del 2014

Anna Fenninger (sciatrice, Austria)

Quando fai lo stesso sport di Lindsay Vonn, Maria Riesch e Tina Maze, proprio nel miglior periodo della loro carriera, è dura farsi notare. Ma nello sci non si è mai abbastanza al riparo da infortuni e repentini cali di forma. E non appena son mancate le grandi, è spuntata lei. Di Anna Fenninger, 25 anni da Salisburgo, noti prima gli occhi e poi tutto il resto. Ma quando noti il resto ti ritrovi un talento cristallino, esploso nell’anno di grazia 2014. L’oro olimpico nel SuperG, l’argento nel gigante, ma soprattutto la Coppa del Mondo assoluta, tornata in Austria dopo un assenza di 7 anni, che da quelle parti sono parecchi.

I migliori 10 sportivi del 2014

Mario Götze (calciatore, Germania)

“E’ forte, ma non gli ho mai visto fare una giocata veramente decisiva” disse chi vi scrive quando vide entrare il trequartista del Bayern Monaco sul finale di Argentina-Germania. Mai intuizione fu più infelice, a 22 anni Götze decide ai supplementari la finale del campionato del mondo: è il più giovane dal 1966. Appena prima del suo ingresso in campo, Joaquim Löw, uno che di calcio ne capisce molto più del sottoscritto, gli ha detto: “Ora fai vedere al mondo che sei meglio di Messi”. Se era un incitamento, ha funzionato.

Mercedes AMG (scuderia di F1, Germania)

Ovvero, come dare un senso diverso al concetto di dominio. La casa tedesca ha ammazzato il campionato di Formula 1, sempre più orfano di una Ferrari competitiva. Chiuso il periodo segnato dalla Red Bull, la Mercedes ha portato sempre a podio almeno una vettura in ognuna delle gare del campionato. Rosberg ed Hamilton si sono contesi il titolo a suon di doppiette: 11 su 18. Alla fine ha vinto l’inglese, ma vi prego: cerchiamogli un po’ di concorrenza.

I migliori 10 sportivi del 2014

Gregorio Paltrinieri (nuotatore, Italia)

Salva la baracca in una stagione buia per il nuoto italiano. Doppio oro agli Europei di Berlino: negli 800 e nei 1500, conditi, questi ultimi, dal nuovo record europeo oltre che migliore prestazione dell’anno. Chiude la stagione in bellezza, con l’oro nei Mondiali in vasca corta, sempre nei suoi 1500. Nato a Carpi, 20 anni, al momento è la più grande speranza per una medaglia pesante a Rio2016. E per migliorare ancora lascia l’Italia: si allenerà in Australia.

Diego Pablo Simeone (allenatore di calcio, Argentina)

Un capolavoro. Negli anni ha costruito una macchina da guerra e ce ne siamo accorti tutti all’improvviso. I colchoneros hanno riportato il titolo a casa dopo 18 anni. E giocare contro due corazzate come Barça e Real impreziosisce il risultato. Sarebbe bastato un minuto di recupero in meno, e l’Atletico avrebbe vinto anche la Champions, proprio contro i cugini. Courtois, Diego Costa, Koke, Godin, Filipe Luis, Raul Garcia: tutta gente che deve gran parte della sua fama al tecnico che li ha guidati in panchina. Più Mourinho di Mourinho, il Cholo elimina anche il Chelsea in semifinale. Gli rifanno la squadra, e lui è ancora lì. C’è il sospetto che si dovranno ancora fari i conti col suo Atletico.
I migliori 10 sportivi del 2014

Stanislas Wawrinka (tennista, Svizzera)

La stagione buona, quella che ti ricorderai per sempre. Stan Wawrinka è sempre stato un ottimo tennista, mai un vero vincente. Fino all’anno scorso. Ha iniziato l’anno trionfando all’Australian Open, ha chiuso vincendo la Davis al fianco di Roger Federer. Di mezzo, il Master di Montecarlo, vinto proprio sul connazionale, che poi si è vendicato nella pazzesca semifinale del Masters. A 29 anni c’è il forte rischio che il 2014 resti la sua miglior annata. Noi ci auguriamo di vederlo ancora nella Top 5 del ranking ATP. Per quest’anno chiude 4°, appena dietro a Djokovic, Federer e Nadal. Tre a caso.

Immagini|googlesportsclub| hotolympicsgirl| riverflash|sportal|footbalgate

Segnala un errore

Statistico atipico, ha curato la sezione Sport e amministrato i profili social di Le Nius. Formatore nei corsi di scrittura per il web e comunicazione social, ha fondato e conduce il podcast sul calcio Vox2Box e fa SEO a Storeis. Una volta ha intervistato Ruud Gullit, ma forse lui non si ricorda.

3 Comments

    • Eh, anche io avrei voluto. Ma la doppia sconfitta in Coppa Italia e Supercoppa italiana (contro Sassari) pesa parecchio. E quella final four di Eurolega a Milano…

      • è vero, però contando 2014 c’è anche la qualificazione alle top 16 di questa eurolega e visto i cambi mi sembra un risultato importante 🙂

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

handbike italia

Handbike | Uno sport vero, uno sport per tutti

Nato come sport per disabili, l'handbike è in crescita e si sta aprendo anche ai normodotati. Andrea Leoni, ideatore del Giro d'Italia Handbike, ci racconta storie, successi e difficoltà di uno sport capace di coniugare agonismo, competizione e valenza sociale.
en garde bambini scherma

En garde! Perché scegliere la scherma

La scherma, uno sport di lealtà e coraggio. Lo scopriamo con l'intervista a Sandro e Matteo Resegotti della Scuola Mangiatti, a cura degli alunni dell'Istituto Vittora Colonna.
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: