Boca-River Tour, viaggio al centro del “Superclasico” argentino

di
La Bombonera, il dodicesimo giocatore a Buenos Aires
@Julien F

Siete a Buenos Aires e siete appassionati di calcio? Allora il Boca-River Tour vi attende! Dimenticate il silenzio di un interminabile 0-0 in A, le Curve che si acquietano dopo pochi minuti. L’entusiasmo di un Boca-River e l’assordante rumore de La Doce (il dodicesimo giocatore, il pubblico) vi assorbiranno completamente, accarezzandovi insieme ai pezzi di carta che vi caleranno in testa, riportanti i colori sociali dei club.

Se siete tra il pubblico del derby argentino per antonomasia, avete trovato un posto alla Bombonera o al Monumental. Nel primo stadio gioca in casa il Boca Juniors e, con un po’ di fortuna, potrete trovare nello stesso impianto Diego Armando Maradona, il più celebre tifoso degli Xeneizes. Il nomignolo ha un rimando all’Italia, perché dal quartiere più affollato di emigranti genovesi (Xeneizes appunto, deformazione del genovese Zeneize) nasce la storia della società.

La Boca, dove sorge lo stadio, è un tipico quartiere di operai e marinai. Qui vale la pena perdere tempo prima della partita pranzando in uno dei tanti baretti popolari, vagando per i negozi di artigianato o osservando le coppie intente a ballare il tango per strada. I colori sgargianti delle case, perfetto sfondo da cartolina per i visitatori, derivano dall’abitudine di dipingerle con la vernice avanzata dalla colorazione delle barche.

Allo stadio Monumental, invece, gioca in casa il River Plate, fucina di talenti in erba poi sbocciati a fasi alterne. Di Ortega, come di D’Alessandro o di Saviola, si è parlato troppo in fretta come di “nuovi Maradona”, ma il vivaio ha prodotto anche giocatori come Higuain e Ramòn Diaz. Ironia della sorte, ad affondare il club fino alla storica, dolorosissima retrocessione del 2011 è stato Daniel Passarella, che da giocatore era una vera e propria bandiera.

Lo stadio del River Plate sorge nel quartiere Belgrano, il cui nome deriva da quello del generale che creò la bandiera argentina. I suoi abitanti, a differenza di quelli de La Boca, sono prevalentemente di classe medio-alta. Anche se ha meno da offrire al turista, nel caratteristico Barrio Chino potrete conoscere l’affascinante parte del quartiere abitata dagli immigrati di origine cinese e coreana.

Buenos Aires, Estadio Monumental, patria del River Plate
@ Esteban Fernández García

Buenos Aires, Boca-River tour: come andare allo stadio

Consci di avere in casa uno spettacolo eccezionale, gli argentini permettono agli appassionati di passaggio di vivere il “Superclasico” all’interno di un tour vacanziero dedicato ai tifosi di calcio.

Tante le agenzie che organizzano pacchetti di questo genere (tour con partita oppure tour dei due stadi senza partita, ma con visita ai rispettivi musei).

Tuttavia potete anche organizzarvi autonomamente e con notevole risparmio acquistando gli ingressi su internet: i biglietti per le partite del Boca Juniors partono infatti da 10€, mentre per le partite del River Plate bisogna prevedere di spendere qualcosa in più. In ogni caso, bisogna essere bravi e fortunati nel pescare la gara “storica”, in alternativa ci si può accontentare dei confronti con le altre squadre della Liga o delle apparizioni della Selecciòn, spessissimo di passaggio a Buenos Aires.

Se in Italia infatti la nazionale gioca le qualificazioni in stadi ogni volta diversi, l’Argentina è quasi sempre di scena al Monumental, con rare eccezioni. I “cugini” del Boca, ma anche i vicini del Velez, non la prendono mai benissimo.

Segnala un errore

Realizzatore di sogni parzialmente mancato, giornalista sportivo riuscito. Segno che qualcosa è andato per il verso giusto, dai venti in poi. Sostenitore convinto della necessità di pensare e divulgare, meglio se in un pub, peggio se in discoteca. Scrittore per diletto, con la fortuna di vivere del mio lavoro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
vox 2 box ep 52

Vox 2 Box – Episodio 52 (2×22): Der Kommissioner

L'episodio numero 52 di Vox 2 Box si tuffa nel mondo delle elezioni FIGC con l'ospite Fulvio Paglialunga, scrittore e giornalista, uno dei maggiori esperti delle dinamiche della politica sportiva in Italia.
Torna su