Liga spagnola un finale da impazzire

di

liga spagnola un finale da impazzireSembrava destinata a un epilogo in discesa la meravigliosa Liga di quest’anno: dopo mesi di alternanza al vertice tra Real Madrid, Atletico e Barcellona, la squadra di Simeone aveva preso un vantaggio importante. Ma in questo ultimo turno è successo l’incredibile. Il finale di questo film chiamato Liga non poteva che avere un colpo di scena pazzesco, appena prima dei titoli di coda.

In un solo turno, si è messa in discussione l’intera stagione, per poi far tornare tutto, più o meno, com’era prima. Nessuna delle tre grandi squadre in lotta per il titolo, infatti, è riuscita a vincere. Intendiamoci, è un evento imprevedibile. Basti pensare che è la prima volta che accade in questa stagione, e siamo al 36esimo turno. Nelle altre 35 giornate, almeno una delle tre aveva sempre portato a casa i 3 punti; nel bel mezzo della volata per il titolo, le big rallentano, tutte insieme. È una Liga splendida, anche per questo.

Il primo a fermarsi è stato il Barcellona, frenato su un modesto 2-2 nella sfida al Camp Nou contro il Getafe. È un periodo buio che prosegue da un pezzo per Messi e soci, ma questa volta rischiano di rimpiangere più del dovuto il mancato successo: vincendo con gli azulones, infatti, sarebbero diventati – incredibilmente – i favoriti per la lotta al titolo. E fino al 92’ minuto del match di Madrid, lo erano ancora. Ma ci arriviamo, con calma.

La sorpresa più clamorosa è stata la sconfitta dell’Atletico Madrid, probabilmente figlia dell’eccessiva – ma naturale – euforia per l’impresa di Stamford Bridge. Chissà come finirà questa entusiasmante stagione dell’Atletico. L’impensabile cammino che li ha portati ad una storica finale di Champions e a due passi dalla conquista della Liga ha d’improvviso subito una brusca, inattesa, frenata. Il rischio di rimanere con un pugno di mosche in mano c’è, ma la classifica continua a sorridere alla banda di Simeone, che è ancora la favorita, seppure un po’ meno di qualche giorno fa.

Chi, forse più di tutte, ha gettato al vento un’occasione importante è il Real Madrid, che ha comunque salvato la faccia col Valencia, pareggiando nei minuti di recupero con una perla di Cristiano Ronaldo. Ecco, fino al 92’ il Real perdeva 2-1 e aveva messo la Liga in mano al Barça. Si profilava anche la possibilità concreta di un incredibile arrivo di tre squadre a pari punti, con i blaugrana favoriti dal computo degli scontri diretti. Poteva significare titolo per Tata Martino e il Barcellona meno forte degli ultimi anni. Ci ha pensato Ronaldo a cambiare le carte in tavola, dando un punto alle Merengues ma favorendo, soprattutto, i cugini dell’Atletico.

Liga spagnola un finale da impazzire

I colchoneros hanno sempre il destino nelle loro mani: a sole due giornate dal termine, non è poco. Servirà raccogliere 4 punti nei due restanti incontri. Nel primo, Diego Costa e compagni ospiteranno il Malaga, che è praticamente salvo. Poi i biancorossi andranno al Camp Nou.

Il Barcellona può ancora farcela, ma devono realizzarsi due eventi non così scontati: il primo, naturalmente, è fare 6 punti tra la trasferta di Elche e la sfida all’Atletico. Il secondo è sperare che il Real non vinca tutte le tre partite che gli restano: Valladolid e Celta Vigo in trasferta, poi Espanyol in casa.

La situazione del Real è molto semplice: ha un partita da recuperare, ma non può arrivare a pari punti né col Barça, né con l’Atletico, perché sarebbe sconfitto dalla regola degli scontri diretti. Per conquistare il campionato deve vincere tutte le partite che gli restano e sperare che l’Altetico non raccolga più di 3 punti. In tal caso, non dovrebbe guardarsi dal Barcellona, che invece è legato ai risultati dei blancos. Se solo il Real non vincesse una delle restanti partite, infatti, riaprirebbe incredibilmente la strada agli odiati rivali blaugrana, che tornerebbero padroni del loro destino, nonché campioni con un filotto di due vittorie.

C’è il Real che lotta con i grandi rivali di sempre, c’è l’Atletico migliore degli ultimi 40 anni, c’è l’eterno Barcellona di Leo Messi. Questa Liga è un film bellissimo, resta solo da scrivere l’epilogo.

Immagine|talksport.com

Segnala un errore

Statistico atipico, ha curato la sezione Sport e amministrato i profili social di Le Nius. Formatore nei corsi di scrittura per il web e comunicazione social, ha fondato e conduce il podcast sul calcio Vox2Box e fa SEO a Storeis. Una volta ha intervistato Ruud Gullit, ma forse lui non si ricorda.

4 Comments

  1. Da blaugrana mi sarebbe piaciuto giocarmi la Liga al Camp Nou nell’ultima giornata conro l’Atletico, ma temo che il Real Madrid vincendo mercoledì sera il recupero a Valladolid rovinerà i miei piani…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

vox 2 box ep 52

Vox 2 Box – Episodio 52 (2×22): Der Kommissioner

L'episodio numero 52 di Vox 2 Box si tuffa nel mondo delle elezioni FIGC con l'ospite Fulvio Paglialunga, scrittore e giornalista, uno dei maggiori esperti delle dinamiche della politica sportiva in Italia.
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: