Le Chef migliori che scalano le classifiche mondiali

di

Circa due anni fa, in un articolo uscito l’8 marzo, Dissapore scriveva ‘le donne fanno da mangiare, si dice, mentre gli uomini cucinano. Effettivamente, pensando all’universo della cucina stellata Michelin, ai ristoranti di successo o ai programmi televisivi in cui gli chef sono delle star non è facile individuare la presenza femminile. Sembra che gli chef siano soprattutto uomini e che siano i più bravi. Ci sono forse poche donne che fanno le chef? O non sono brave abbastanza?

donne chef migliori

In questi giorni mi sono interrogata sulla presenza femminile tra le star della cucina e ho cercato a lungo i nomi delle migliori per avere una idea di chi fossero queste chef straordinarie ma ancora troppo poco conosciute. Perché vi assicuro che ci sono e sono moltissime. Il mio elenco che troverete in seguito ha dei limiti di lunghezza imposti dalla lettura del web, ovviamente.

Partiamo subito con il dire che la ricerca non è affatto semplice perché delle chef ne parlano in pochi e le classifiche mondiali (per esempio quella della World’s Best Chef di “The Restaurants”) dividono i riconoscimenti tra le categorie di genere, maschile e femminile. Per fortuna, almeno la classifica mondiale di Le Chef sui 100 migliori del mondo non fa distinzione di genere e include due donne nel 2017, Nadia Santini e Anne-Sophie Pic (leggi in seguito).

Sono capace di elencarti i nomi di molte food-blogger o food writer, ma mi mancano i nomi delle donne chef migliori nel panorama italiano e mondiale. I primi nomi che mi vengono in mente sono uomini che si sono conquistati con competenza e professionalità posizioni di valore, come Carlo Cracco, Gordon Ramsay, Antonino Cannavacciulo (per cui ho sicuramente un debole!) o Massimo Bottura (tanto stimato); quest’ultimo ha conquistato nel 2016 il titolo di migliore di tutti nella classifica della World’s 50 Best Restaurants. Con un eccezionale lavoro, il suo impegno e la sua arte alla Ostaria Francescana di Modena, Bottura nel 2017 ottiene ancora 3 Stelle Michelin. Un riconoscimento di valore internazionale.

Ora, se Bottura fosse un po’ il riferimento nel panorama dell’arte culinaria, anche internazionalmente riconosciuta dalle 3 Stelle, sapresti dirmi quale donna chef nel 2017 ha ottenuto con il suo ristorante 3 Stelle Michelin quanto Bottura?

Le chef migliori

La prima donna a conquistare 3 Stelle Michelin in Italia già nel 2014 è Annie Feolde, la proprietaria dell’Enoteca Pinchiorri a Firenze, in Toscana, che dirige con il marito Giorgio. Chissà se anche lei sarà come Bottura tra i World’s Best Chef di The Restaurants il prossimo anno… intanto nel 2017 le Stelle si confermano 3.

donne chef migliori
Annie Feolde

Nadia Santini del ristorante Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio, Mantova, è stata nominata tra i 100 migliori chef del mondo del 2017 da Le Chef; e come se non bastasse qualche tempo prima è stata nominata al Veuve Clicquot World’s Best Female Chef nel 2013, titolo conferito della rivista inglese ‘The Restaurants’. Lavora nel ristorante della famiglia del marito da 29 anni, e fin dal 1996 tiene strette le 3 stelle Michelin. 

donne chef migliori
Nadia Santini

Nel 2011 è Anne Sophie Pic del ristorante Maison Pic a ottenere il titolo Veuve Clicquot World’s Best Female Chef . Il suo ristorante si tiene ben strette anche 3 Stelle Michelin grazie al suo lavoro. Anne-Sophie come Nadia Santini è nominata tra i 100 migliori chef del mondo del 2017 da Le Chef.

donne chef migliori
Anne Sophie

Cristina Bowerman è dal 2006 alla direzione del ristorante Glass.  Nel 2008 riceve le due forchette dal Gambero Rosso e nel 2010 riceve la Stella Michelin, unica donna per quell’anno.

Cristina Bowerman

Helena RizzoLa brasiliana Helena Rizzo, del ristorante Manì di San Paolo, è la successora della Nadia Santini e ha ricevuto il titolo Veuve Clicquot World’s Best Female Chef  nel 2014. Il ristorante suo e del marito era già entrato nella lista dei 50 migliori ristoranti del mondo, occupando il 46/mo posto nel 2013.

donne chef migliori

Viviana Varese nel suo ristorante Alice, a Milano, si è guadagnata la prima Stella Michelin nel 2011, dopo che era già stata nominata dal Gambero Rosso Miglior Chef Emergente (2010) e da Identità Golose Miglior chef del 2010.

donne chef migliori
Viviana Varese

Rosanna Marziale chef del ristorante Le Colonne e di San Bartolomeo Caserta, ottiene con la sua cucina marcatamente territoriale la Stella Michelin nel 2017. Tanto brava ad usare i prodotti della sua terra, Rosanna è nominata Ambasciatrice nel mondo della Mozzarella di Bufala Doc dal Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana.

donne chef migliori
Rossana Marziale

La giovane chef Aurora Mazzucchelli, del Marconi Ristorante, ottiene una stella Michelin già nel 2008 e nel 2012 è stata nominata Migliore Chef dell’anno 2012 da Paulo Marchi a Identità Golose. Nel 2017 tiene salda ancora la Stella Michelin.

donne chef migliori
Aurora Mazzucchelli

E guardando alle giovani chef emergenti oltre oceano, Gabrielle Hamilton è stata in classifica come migliore chef di New York City nel 2009 e ancora nel 2010, e nel 2011 finalmente vince il primo posto come migliore chef secondo la James Beard Foundation. Se fate un salto a New York City non potete perdervi uno sguardo e magari un assaggio al suo ristorante – bistrò Prune

donne chef migliori
Gabrielle Hamilton

Nel 2017 il riconoscimento mondiale di Veuve Clicquot World’s Best Female Chef  è andato alla chef slovena Ana Roš  del ristorante Hiša Franko. 

Ovviamente, l’elenco non finisce qui. Il numero di chef donne riconosciute internazionalmente per il loro talento è in crescita, tuttavia sono ancora poche le donne che posso vantare un successo simile a molti colleghi uomini. Secondo quanto suggerito dalla chef Antonia Klugmann (chef stellata anche lei), in una intervista a Fine Dining Lovers:

Se decidi di fare la chef devi lavorare 18 ore al giorno e sacrificare la tua vita privata, e nella nostra società non è ancora socialmente accettabile che una donna si concentri solo su se stessa e sul suo lavoro. Questo è il problema, non la mancanza di meritocrazia, anzi: le cucine dei ristoranti sono uno dei pochi luoghi in Italia dove esistono sia meritocrazia che disciplina. Antonia Klugmann, chef di L’Argine Avenco, Stella Michelin dal 2016.

donne chef migliori
Antonia Klugmann

Anche se ancora poco conosciute tutte queste donne stanno contribuendo a cambiare e migliorare sempre di più la cucina internazionale e quella stellata.

Segnala un errore

Antropologa e progettista, a Le Nius è coordinatrice, formatrice e social media manager. Studia il ruolo dei patrimoni culturali per lo sviluppo sostenibile, si interessa di antropologia dei media, è consulente per il terzo settore. info@lenius.it

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Torna su