Interland: giochi Google per un’educazione alla navigazione sicura

di

Prima pagina del sito

I nostri figli sanno usare Internet? Prima ancora: noi stessi siamo in grado di navigare consapevolmente e responsabilmente? Google, una delle principali divinità dell’Olimpo di Internet, deve esserselo domandato al posto nostro ed essersi data una risposta non del tutto positiva.

Da questo ha preso vita il programma Be Internet Awesome, che si pone l’obiettivo di sensibilizzare l’utenza (in particolare quella dei bambini/ragazzini) per un utilizzo corretto del meraviglioso mondo di Internet.

Be Internet Awesome ruota intorno a cinque pilastri. L’obiettivo di Google, che ha sviluppato il progetto in collaborazione con diversi esperti per fare in modo che le informazioni fossero adatte ed assimilabili da un pubblico di minori e adattabili all’insegnamento da parte di figure educatrici, è preparare l’utenza ad una navigazione intelligente (Be Internet Smart), attenta (Be Internet Alert), sicura (Be Internet Strong), educata (Be Internet Kind) e consapevole (Be Internet Brave).

Traducendo in comportamenti da adottare, significa educare i bambini a condividere contenuti solo con le persone adatte, a dubitare delle informazioni che reperiscono online, a scegliere password varie e complesse, a mantenere atteggiamenti positivi nelle interazioni social e a non temere di confrontarsi con gli adulti in caso di qualunque dubbio su materiale trovato su internet.

Nella pratica, l’insegnamento di questi principi si è tradotto in un videogioco online chiamato Interland, nel quale si controlla un personaggio attraverso quattro mondi. Ogni mondo rappresenta un aspetto della “vita” su internet e gli atteggiamenti virtuosi da mantenere sono rappresentati metaforicamente con attività ludiche, in modo da fissarsi in modo semplice ed intuitivo nella mente dei giovani utenti.

Interland: Google ha creato 4 mondi

Dopo aver provato l’esperienza, per ora solo in lingua inglese ma tranquillamente fruibile anche con una preparazione scolastica, posso confermare che qualcosa da imparare potremmo averlo tutti, anche se abbiamo superato da tempo l’infanzia. Vediamo dunque, in dettaglio, in cosa consistono le attività dei quattro mondi di Interland.

reality river

1. Reality River

In questo gioco dobbiamo attraversare un fiume saltando su piattaforme che rappresentano atteggiamenti corretti di fronte a situazioni che il mondo di Internet può presentarci. Ogni nostro passo avanti va scelto tra diverse opzioni/piattaforme, una sola delle quali è giusta. Ad esempio, che cosa fare se un amico ci gira una mail che chiede di inoltrare a dieci contatti per poter vincere un premio, se un contatto sconosciuto in chat ci chiede informazioni personali, se una mail ci invita a scaricare un file o se una notizia particolarmente strana e sensazionale ci colpisce su un sito poco noto. Un gioco molto utile per chi fatica a riconoscere le famose bufale, l’unico in cui una conoscenza dell’inglese può tornare utile.

2. Mindful Mountain

Gioco in cui si lanciano post sotto forma di raggi luminosi che vengono riflessi da vari specchi e che possono così raggiungere tipi di utenti online diversi. Il gioco propone diverse situazioni (un video divertente destinato agli amici, informazioni mediche riservate ai famigliari, una raccolta fondi da condividere con tutti i conoscenti o un articolo musicale da diffondere a chiunque) e lo scopo è fare in modo che il post/raggio luminoso raggiunga solo gli interessati. L’insegnamento di base è che un post, una volta condiviso senza le corrette impostazioni di privacy, non può più essere ritirato e può potenzialmente essere condiviso senza freni da chiunque.

tower of treasure

3. Tower of Treasure

Gioco nel quale bisogna costruire una password ad alto livello di sicurezza raccogliendo blocchi di lettere. Il gioco si divide in tre fasi, nelle quali il nostro personaggio avanza automaticamente mentre noi dobbiamo muovere a destra o sinistra per raccogliere i blocchi. In una prima fase servono lettere minuscole, in un’altra lettere maiuscole e nell’ultima caratteri speciali, per costruire una password difficilmente hackerabile.

4. Kind Kingdom

Il nostro scopo in questo caso è saltare su diverse piattaforme, che conducono fino alla sommità di una montagna, raccogliendo positività (rappresentata da cuoricini rossi) e diffondendola a personaggi abbattuti che incontreremo lungo il percorso. Come Google ricorda, Internet è un amplificatore di sentimenti positivi e negativi e l’utente responsabile dovrebbe condividere i primi ed evitare i secondi, che generano incomprensioni e odio.

Non basterà un breve videogioco a risolvere i molti problemi insiti nel mondo di Internet.

La rete è una risorsa straordinaria, che offre possibilità impensabili fino a pochi anni fa, ma che nasconde anche minacce terribili. Qualunque passo nella direzione di un utilizzo responsabile è dunque ben accetto, soprattutto considerando la vulnerabilità dei più piccoli abbinata all’età sempre più giovane a cui vengono in contatto con Internet. Pertanto il progetto di Google è da encomiare e, si spera, da prendere come esempio.

kind kingdom

Segnala un errore

Classe '85, divido il tempo tra la moglie e i tre figli e le più svariate passioni. Amo la lettura, la scrittura (ho pubblicato cinque romanzi) ed i videogiochi, non disprezzo fumetti, calcio, cinema e cucina. Eterno bambino, amo la vita e credo che sia troppo breve per non interessarsi a... tutto!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Gimme5, qualche domanda a chi la usa

Una raffica di domande a uno studente che usa Gimme5 per i suoi piccoli investimenti: "Chi sei? Quanto usi questa app? Quanto ci hai guadagnato?".
Torna su