Insalata di riso basmati e selvaggio alle verdure

di

L’insalata di riso basmati e selvaggio alle verdure è un piatto unico leggero e aromatico, ottimo per non abbioccarsi come bradipi nei primi pomeriggi di vero caldo e indicato anche per le diete ipocaloriche: una porzione da 120 g apporta circa 370 kcal e può essere accompagnata da un’insalata e frutta fresca per un pasto completo e bilanciato.

Non è neanche troppo complicato da realizzare e si conserva bene in frigo, consentendovi di prepararlo nel weekend per poi consumarlo in settimana, magari portandolo sul luogo di lavoro o di studio in un contenitore ermetico o lunch-box.

Ricetta dell’insalata di riso basmati e selvaggio alle verdure

Print Friendly and PDF

  • Riso basmati (misto bianco e selvaggio) 250 g totali
  • 1 cipollotto
  • 1 carota
  • 1 melanzana
  • 2 peperoni (uno giallo, uno rosso)
  • 1 zucchina
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 cucchiaini di erba cipollina tritata
  • olio di oliva extravergine q.b.
  • sale e pepe q.b.

 

Procedimento

1. Dopo averle pulite, tagliamo le verdure a dadini; tritiamo il cipollotto e lo spicchio d’aglio e li poniamo in un tegame ad imbiondire insieme a 2 cucchiai da tavola di olio. Aggiungiamo i cubetti di verdura e li facciamo saltare in padella per 10 minuti, saliamo, pepiamo e togliamo il tegame dal fuoco.

2. Sciacquiamo il riso sotto l’acqua fredda corrente, lo facciamo bollire in acqua salata per circa 12-15 minuti e dopo averlo scolato lo sparpagliamo in un recipiente largo e basso a raffreddare. Una volta freddo, incorporiamo le verdure al riso, tenendo da parte un paio di cucchiai per decorare, irroriamo con un filo di olio e condiamo con erba cipollina

3. Impiattiamo il riso individualmente usando una coppa pasta o simile e decorando ogni piatto con qualche cubetto di verdura ed erba cipollina tritata.

@Luca Bertieri
@Luca Bertieri

Non dimenticate di condividere una foto del vostro piatto di riso basmati e selvaggio con l’hashtag #vegetarianocasual per partecipare al #giveaway, all’estrazione di  una bottiglietta di autostima di seconda mano.

Foto in copertina | chadilaksono

Segnala un errore

Mercante di parole giramondo. Mentre si dedicava allo studio delle humanae litterae nascosto dentro una giara di rupie, è naufragato sulle coste dell’arcipelago giapponese dov’è scampato alla morte venendo colpito in testa da un funghetto 1UP. Ha divorziato dai carboidrati complessi e benché si possa pensare che sia pigro, tecnicamente è solo impostato in modalità risparmio energetico perché mangia solo cibo ipocalorico.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Torna su