Glossario del cambiamento climatico, dalla A alla Z25 min read

12 Agosto 2020 Ambiente -
Valeria Barbi

di
Esperta di cambiamenti climatici

Glossario del cambiamento climatico, dalla A alla Z25 min read

Reading Time: 18 minutes

Glossario del cambiamento climatico: G-L

Indice

A-C
D-F
G-L
M-R
S-Z

Gas ad effetto serra o gas serra

Sostanze gassose che consentono il riscaldamento della parte più bassa dell’atmosfera e della superficie terrestre, permettendo lo sviluppo delle specie animali e vegetali sulla Terra. Dall’inizio dell’era industriale ad oggi l’aumento delle concentrazioni di questi gas nell’atmosfera ha provocato una tendenza al riscaldamento eccessivo e una conseguente modificazione del clima dell’intero pianeta. L’elenco dei gas serra è molto ampio, ma le sostanze che contribuiscono in maniera significativa all’effetto serra sono: l’anidride carbonica (CO2), il metano (CH4), il protossido di azoto (N2O), i clorofuorocarburi (CFC), di origine esclusivamente umana, e l’ozono (O3).

Gas climalteranti

Fa riferimento ai soli gas serra la cui concentrazione in atmosfera è direttamente legata all’azione dell’uomo. In questo modo si eliminava il vapor acqueo, responsabile per circa due terzi dell’effetto serra naturale ma non condizionato direttamente dalle attività umane.

Governance climatica

Meccanismi e misure rilevanti finalizzati a indirizzare i sistemi sociali verso la prevenzione, la mitigazione o l’adattamento ai rischi posti dal cambiamento climatico.

Habitat naturale

L’ambiente naturale in cui una specie animale o vegetale si trova a vivere. Esso è composto dai vari biòtopi (porzioni di territorio di limitate dimensioni dove vivono organismi vegetali ed animali di una stessa specie o di specie diverse), che nel loro insieme formano una biocenosi. L’insieme di un biotopo e di una biocenosi formano un sistema funzionale che si definisce ecosistema in cui gli organismi hanno stabilito la propria nicchia ecologica. Il surriscaldamente globale rappresenta oggi la maggiore minaccia per gli habitat naturali.

Hotspot

Area geografica caratterizzata da alta vulnerabilità ed esposizione ai cambiamenti climatici. Per classificare un luogo come un hotspot, vengono normalmente usati due criteri: contenere almeno lo 0,5% o 1.500 specie endemiche; avere perso almeno il 70% della vegetazione primaria. Nel mondo 34 aree sono classificate come hotspot. Costituiscono circa il 2,3% della superficie terrestre e forniscono il 35% dei servizi ecosistemici globali.

Idroclorofluorocarburi (HCFC)

Composti chimici contenenti cloro e fluoro non presenti in natura che vengono prodotti ed utilizzati in sostituzione dei clorofluorocarburi (CFC). Gli HCFC si decompongono più facilmente dei CFC ma contribuiscono ugualmente all’effetto serra ed alla riduzione dell’ozono stratosferico. Per questo motivo gli HCFC non rappresentano una soluzione a lungo termine.

Idrofluorocarburi (HFC)

Composti chimici contenenti fluoro non presenti in natura che non contribuiscono alla riduzione dell’ozono stratosferico, ma sono comunque considerati gas serra. Il Protocollo di Montreal non prevede per gli idrofluorocarburi per ora alcuna restrizione.

Impatto del cambiamento climatico

Fa riferimento agli effetti dei cambiamenti climatici sugli esseri viventi, sugli ecosistemi e, più in generale, sul pianeta Terra. Spesso sono concatenati tra loro e sono responsabili di ulteriori effetti negativi di tipo socio-economico e ambientale. Degli impatti del cambiamento climatico si occupa in particolare il Working Group II dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) le cui valutazioni forniscono una base scientifica, tecnica ed economica a chi deve impostare le politiche a livello locale, regionale e nazionale per la riduzione dei gas serra.

Inquinamento

È un’alterazione dei cicli della materia e dei flussi dell’energia degli ecosistemi. In particolare, l’inquinamento atmosferico deriva dalla presenza nell’aria di sostanze, in concentrazioni superiori ad un minimo ritenuto innocuo, capaci di diminuire il benessere fisiologico dell’uomo, di provocare danni alla vegetazione, agli animali ed alle cose. Il particolato, il biossido di azoto e l’ozono troposferico sono attualmente considerati i tre inquinanti che in maniera più significativa incidono sulla salute umana. È attualmente dibattuto il ruolo dell’inquinamento atmosferico nella dispersione di covid-19. Ne abbiamo parlato qui e qui.

Inventario delle emissioni

È una serie organizzata di dati relativi alla quantità di inquinanti introdotti in atmosfera a seguito di attività antropiche e da sorgenti naturali. Le stime emissive sono organizzate per inquinante, tipo di attività, combustibile eventualmente utilizzato, unità territoriale, periodo di tempo. L’inventario non costituisce un calcolo esatto dell’emissione ma una stima dei contributi emissivi provenienti dall’insieme delle attività antropiche.

Irraggiamento

Trasporto di energia sotto forma di calore tramite onde elettromagnetiche. La radiazione solare viene irraggiata sulla Terra dove viene assorbita e trasformata in calore. Consente ad un corpo caldo di cedere calore ai corpi circostanti.

Indice

A-C
D-F
G-L
M-R
S-Z

CONDIVIDI
Valeria Barbi

Coordina i progetti UE presso la Fondazione Innovazione Urbana. Si occupa di clima, ambiente e divulgazione da 9 anni. Vive di entusiasmi, ostinazione e grandi passioni, come quella che nutre per il suo cane, la natura, i viaggi – di cui scrive su ilmoralesuitacchi.it - e l’Africa.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla niusletter e resta aggiornato

TORNA
SU