I giochi da università fanno bene!

di
giochi-da-universitari
@Maurizio Pesce


Può sembrare difficile giocare in università, ma vi assicuro che non è impossibile: basta organizzare al meglio i momenti di pausa, tra una lezione e l’altra, in cui si stacca qualche minuto la testa dalle spiegazioni. C’è chi si inietta caffè in endovena, chi chiacchiera più o meno piacevolmente, chi chiede chiarimenti o espone dubbi al professore e -perché no?- nel frattempo qualcuno si fa una giocata in compagnia.

Inoltre, nel caso di una lunga pausa pranzo con alcune ore buche, invece di metterti a studiare anche nei pochi minuti liberi che hai, puoi raccogliere 3 o 4 amici e trascorrere del tempo divertendoti.

Non alludo a giochi come Monopoli o Jenga, lunghi o ingombranti, e nemmeno a dispositivi elettronici: quello che vi propongo sono giochi di società cui possono partecipare più persone possibile e che favoriscono la socializzazione.

Giochi da università

Ve ne presento alcuni che secondo me, per brevità e rapidità di svolgimento, sono adatti ad esser giocati in ateneo, a qualunque facoltà tu sia iscritto. Difatti, se anche non riusciste a finire la partita, si può tranquillamente ricominciare l’ora dopo.

1) Tokyo

giochi-da-universitari-
@Flavia Brandi

Noto anche come Bluff a 21 o Dubito, bastano due dadi e una grande abilità a bluffare. Bisogna lanciare i dadi in modo da ottenere un punteggio più alto del giocatore precedente. Il lancio è nascosto, così potete o dire la verità o mentire: il giocatore successivo deve accettare o dubitare il vostro risultato. Qui trovate il regolamento, ma potete creare le vostre varianti. Grandi risate, soprattutto se non avete una gran faccia da poker.

2) Briscola

giochi-da-universitari
@Alessandro Capotondi

Immancabile, tra i più famosi giochi di carte al mondo: una partitina a briscola non si rifiuta mai, dura poco e diverte sempre. Se si è in più di 5 giocatori, optate per una briscola chiamata, anche se richiede più tempo. Altrimenti una briscolata normale.

3) Uno

giochi-da-universitari
@elPadawan

Il famosissimo gioco di carte, rapido e imprevedibile: ad un passo dalla vittoria un +4 o +2 possono risultare letali. Le partite non durano in media oltre i 10′: la lunghezza di una manche dipende dal numero di giocatori, tra i 3 e 5 si riesce a concludere in fretta. Conosco individui capaci di giocarci per ore, senza che ti sappiano spiegare esattamente cosa li attiri.

4) Yahtzee

giochi-da-universitari
@Joe King

Può sembrare strano, ma Yahtzee grazie al suo scarso ingombro e alla possibilità di sospendere una partita quando si vuole, risulta essere un gioco molto versatile. Bastano 5 dadi e un segnapunti; è piuttosto strategico: il gioco si basa sulle combinazioni ottenibili col lancio dei dadi, perciò bisogna saper sfruttare la combinazione migliore in base al lancio effettuato. Poco indicato per le pause brevi: a meno che dividiate le varie manche di solito non si finisce prima dei 10′, per questo è più comodo giocarci durante una pausa pranzo.

Staccate il cervello ogni tanto, gli fa bene, ne migliora le prestazioni!

Immagine copertina| @hands art

Segnala un errore

Anche se il mio nick lo suggerisce, non sono implicato in nessuna vicenda oculistica. Cresciuto col Game Boy e la musica a 8-bit nelle orecchie, frequento un aspro corso di Ingegneria. Tuttavia mi piace trovare il tempo per giocare a qualcosa di nuovo, e raccontarvelo attraverso il filtro della mia lente.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Gimme5, qualche domanda a chi la usa

Una raffica di domande a uno studente che usa Gimme5 per i suoi piccoli investimenti: "Chi sei? Quanto usi questa app? Quanto ci hai guadagnato?".
Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Torna su